Giovanni Solimine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Solimine (Bagnoli Irpino, 31 luglio 1951) è un docente universitario italiano, studioso di biblioteconomia e di problemi dell'editoria e della lettura.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziata la carriera di bibliotecario presso l'allora Ministero per i beni culturali e ambientali (oggi Ministero per i Beni e le Attività Culturali), nel 1992 è passato all'insegnamento universitario presso la Facoltà di Conservazione dei beni culturali dell'Università degli Studi della Tuscia. Professore ordinario dal 2000, nel 2006 è passato a insegnare "Management delle biblioteche" e "Biblioteconomia" presso la Facoltà di Lettere dell'Università "La Sapienza" di Roma, dove ha diretto il Dipartimento di Scienze del libro e del documento fino al 2010 e la Scuola di Specializzazione in Beni archivistici e librari fino al 2014; dal 2015 dirige il Dipartimento di Scienze documentarie, linguistico-filologiche e geografiche; per il quadriennio 2012-2015 è Senior Research Fellow presso la Scuola Superiore di Studi Avanzati. Dal 2011 è delegato del Rettore e Presidente del Sistema Bibliotecario della Sapienza. Ha insegnato anche presso l'Università della Calabria, l'Università degli Studi di Udine, l'Università di Urbino. È stato presidente dell'Associazione Italiana Biblioteche, per la quale coordina attualmente l'Osservatorio sulle biblioteche italiane, componente del Consiglio di Amministrazione delle Biblioteche del Comune di Roma, del Consiglio Direttivo del CASPUR e del Consiglio superiore dei beni culturali e e paesaggistici del MiBACT, dal quale si è dimesso nel giugno 2016.[1] Dal febbraio 2017 è presidente della Fondazione Bellonci, che si occupa di valorizzazione della letteratura contemporanea e organizza il Premio Strega. Ha presieduto dal 2012 al 2017 il Forum del libro[2], di cui è attualmente presidente onorario. Collabora assiduamente alle principali riviste di biblioteconomia, ha diretto dal 2001 al 2010 il Bollettino AIB, dal 2009 al 2014 Libri e riviste d'Italia, il periodico di cultura editoriale pubblicato dal Centro per il libro e la lettura[3]. Dal 2015 dirige Biblioteche oggi Trends. Rivista di studi e ricerche. Fa inoltre parte del Comitato di direzione di "Culture del testo e del documento". Nel 2010 gli sono stati conferiti il Premio Gifuni e il Premio Fiesole. Socio della Società italiana di bibliografia e biblioteconomia e dell'Associazione per l'economia della cultura.

Campi di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

È stato tra i primi in Italia a dedicare studi al management dei servizi bibliotecari e all'applicazione delle tecnologie dell'informazione, con un'attenzione particolare all'analisi dei processi gestionali e alla elaborazione di indicatori di efficacia. In seguito i suoi interessi si sono estesi all'architettura e agli spazi funzionali delle biblioteche: in quest'ambito si segnala il coordinamento del progetto biblioteconomico della nuova Biblioteca Europea di Informazione e Cultura di Milano e la collaborazione alla progettazione di nuove biblioteche o alla ristrutturazione di sedi storiche a Cagliari, Città di Castello, Forlì, Gubbio, Modena, Monza, Napoli, Orvieto, Pistoia, Savona, Spoleto, Verona. Più di recente si è interessato alle biblioteche digitali e alle trasformazioni nella produzione e nella circolazione delle conoscenze, e alla relazione tra comunicazione scritta e multimedialità, con una particolare attenzione al rapporto fra lettura e altri consumi culturali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni Solimine, Il Ministero dei beni culturali e le biblioteche, in Biblioteche oggi, vol. 34, luglio-agosto, 2016, pp. 3-6, DOI:10.3302/0392-8586-201605-003-1.
  2. ^ Forum del libro
  3. ^ Centro per il libro e la lettura

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • L'informazione in biblioteca. Introduzione ai problemi dell'informazione bibliografica, Milano, Editrice Bibliografica, 1985
  • Gestione e innovazione della biblioteca, Milano, Editrice Bibliografica, 1990
  • Controllo bibliografico universale, Roma, AIB, 1995
  • Le raccolte delle biblioteche. Progetto e gestione, Milano, Editrice Bibliografica, 1999
  • Gestire il cambiamento: nuove metodologie per il management della biblioteca, Milano, Editrice Bibliografica, 2003 ISBN 9788870755930
  • La biblioteca e il suo tempo: scritti di storia della biblioteca, Manziana, Vecchiarelli, 2004
  • I giovani, il libro, la multimedialità: indagine sui comportamenti di lettura e l'uso delle tecnologie della comunicazione, Roma, Istituto poligrafico e Zecca dello Stato, 2004
  • La biblioteca: scenari, culture, pratiche di servizio, Roma-Bari, Laterza, 2004 ISBN 9788842073833
  • Biblioteconomia: principi e questioni, Roma, Carocci, 2007 [in collaborazione con Paul Gabriele Weston] ISBN 9788843040711
  • L' italia che legge, Roma-Bari, Laterza, 2010 ISBN 9788842094432
  • Senza sapere: il costo dell'ignoranza in Italia, Roma-Bari, Laterza, 2014, ISBN 9788858111857
  • Biblioteche e Biblioteconomia: principi e questioni, Roma, Carocci, 2015, ISBN 9788843075294.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN9952061 · LCCN: (ENn85043479 · SBN: IT\ICCU\CFIV\015913 · ISNI: (EN0000 0000 7818 9617 · ORCID: (EN0000-0002-7532-0899 · BNF: (FRcb12495822q (data) · BAV: ADV10154146