Giovanni Romeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Romeo (Procida, 1949) è uno storico italiano.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Professore ordinario di Storia moderna presso l'Università Federico II di Napoli, dove ha conseguito la laurea in lettere classiche nel 1971.

Ha concentrato le sue ricerche sulla storia sociale e religiosa dell'età moderna, pubblicando rilevanti studi dedicati ad inquisitori, esorcisti e streghe, alla storia delle mentalità e dei comportamenti religiosi e sessuali e al controllo e alla repressione di essi da parte delle strutture ecclesiastiche nell'Italia della Controriforma.

La sua opera più nota è Inquisitori, esorcisti e streghe nell’Italia della Controriforma (Firenze 1990).

I temi di storia dell'Inquisizione e della confessione dei peccati sono sviluppati in due sintesi interpretative: Ricerche su confessione dei peccati e Inquisizione nell’Italia del Cinquecento (Napoli, 1997) e L’Inquisizione nell’Italia moderna (Roma-Bari 2002). Le strategie ecclesiastiche di controllo dei comportamenti sessuali sono invece al centro delle monografie Esorcisti, confessori e sessualità femminile nell’Italia della Controriforma (Firenze 1999) e Amori proibiti. I concubini tra Chiesa e Inquisizione (Roma-Bari, 2008).

Bibliografia (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

  • Il fondo Sant'Ufficio dell'Archivio storico diocesano di Napoli: inventario (1549-1647), ditoriale comunicazioni sociali, 2003
  • Inquisitori, esorcisti e streghe nell’Italia della Controriforma, RCS, Milano [Sansoni, Firenze], 20044 [1990]
  • Aspettando il boia. Condannati a morte, confortatori e inquisitori nella Napoli della Controriforma, Sansoni, Firenze, 1993
  • Ricerche su confessione dei peccati e Inquisizione nell’Italia del Cinquecento, La Città del Sole, Napoli, 1997
  • Esorcisti, confessori e sessualità femminile nell’Italia della Controriforma, Le Lettere, Firenze, 20093 [1998]
  • Recensione di A. Prosperi, Tribunali della coscienza. Inquisitori, confessori, missionari in Quaderni storici, 1999, 102, p. 796-800
  • Recensione di J. Tedeschi, Il giudice e l’eretico. Studi sull’Inquisizione romana in Rivista di storia e letteratura religiosa, 1999, 35, p. 437-41
  • "Giovanni Bellarmino tra Inquisizione e Indice" in Studi Storici, 2001, 42/2, p. 529-35
  • L’Inquisizione nell’Italia moderna, Laterza, Roma-Bari, 20094 [2002]
  • "Confesseurs et inquisiteurs dans l’Italie moderne: un bilan", in Revue de l’histoire des religions, 2003, 220/2, p. 153-65
  • Il fondo Sant’Ufficio dell’Archivio storico diocesano di Napoli. Inventario (1549-1647), volume monografico di Campania Sacra (2003-34/1-2)
  • Amori proibiti. I concubini tra Chiesa e Inquisizione, Laterza, Roma-Bari, 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Link accademici[modifica | modifica wikitesto]

Link multimediali[modifica | modifica wikitesto]