Giovanni Paolo Pannini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Paolo Pannini

Giovanni Paolo Pannini (Panini) o I' Pannini (Piacenza, 17 giugno 1691Roma, 21 ottobre 1765) è stato un pittore, architetto e scenografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

L’interno del Pantheon

Da giovane Pannini studiò a Piacenza come scenografo teatrale. Si recò a Roma nel 1711 dove studiò disegno con Benedetto Luti e divenne famoso come decoratore di palazzi, compresa villa Patrizi (17181725) e Palazzo de Carolis (1720).

Come pittore, Pannini è più conosciuto per le sue vedute di Roma; si interessò in particolare delle antichità della città. Fra i suoi lavori più famosi c'è l'interno del Pantheon e le sue "vedute", dipinti di gallerie di quadri che a loro volta contengono viste di Roma. La sua tela Capricco con il Colosseo è conservata al Museo civico Amedeo Lia a La Spezia.

Nel 1718 Panini fu ammesso alla Congregazione dei Virtuosi al Pantheon. Ha insegnato a Roma all’Accademia di San Luca dal 1719 ed all’Académie de France dal 1732; il suo insegnamento fu fondamentale per Hubert Robert e Jean-Honoré Fragonard.

Veduta di Roma innevata

Insieme a Giacomo Zoboli nel 1747 compilò l'inventario della raccolta Sacchetti acquistata da papa Benedetto XIV per formare il nucleo iniziale della nascente Pinacoteca Capitolina. La Galleria del cardinale Silvio Valenti Gonzaga è un dipinto commissionato a Pannini nel 1749. Il conte Étienne François de Choiseul, ambasciatore di Francia presso il Papa, commissionò a Pannini questi dipinti: Galleria di vedute di Roma antica, Galleria di vedute di Roma moderna, Piazza San Pietro e Interno della Basilica di San Pietro. Pannini dipinse questi quadri tra il 1753 e il 1757.

Divenne Principe dell'Accademia di San Luca nel 1755.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • F. Arisi, Gian Paolo Panini e i fasti della Roma del Settecento, Roma, 1986
  • F. Arisi, Gian Paolo Panini, Soncino, 1992
  • M. Horak, Ritornato a Piacenza il dipinto di Panini passato all'asta lo scorso anno a Londra: si tratta della sua "opera prima", pendant di quello esposto alla "Glauco Lombardi" di Parma, in "Strenna Piacentina 2013", Piacenza, 2013
  • M. Horak, Quell'opera prima di Panini pendant del dipinto esposto al Lombardi di Parma, in "L'Urtiga - Quaderni di cultura piacentina", n. 4, anno 2013
  • M. Kiene, Giovanni Paolo Panini, Parigi, 1993
  • Jane Turner (a cura di), The Dictionary of Art. 24, pp. 9-11. New York, Grove, 1996. ISBN 1-884446-00-0
  • M. Horak, L'opera prima del Panini in una collezione privata, in "Panorama Musei", anno XVIII, n. 3, dicembre 2013

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN95793281 · LCCN: (ENn87901560 · SBN: IT\ICCU\UBOV\038986 · ISNI: (EN0000 0001 2331 1299 · GND: (DE119117851 · BNF: (FRcb149784013 (data) · ULAN: (EN500018296 · NLA: (EN35722519