Giovanni Marchese (calciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Marchese
Giovanni Marchese.jpg
Marchese al centro sportivo del Catania nel 2011
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Catania
Carriera
Squadre di club1
2001-2004 Torino7 (0)
2004-2005 Treviso30 (0)[1]
2005-2006 Chievo0 (0)
2006 Catania14 (0)
2006-2008 Chievo20 (0)
2008 Bari19 (1)
2008-2009 Salernitana34 (0)
2009-2013 Catania79 (5)
2013-2016 Genoa50 (1)
2017- Catania57 (2)[2]
Nazionale
2004 Italia Italia U-202 (0)
2005 Italia Italia U-213 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 luglio 2019

Giovanni Marchese (Caltanissetta, 17 ottobre 1984) è un calciatore italiano, difensore del Catania.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gioca come terzino sinistro ed è adattabile come esterno alto, può ricoprire inoltre anche il ruolo di difensore centrale in una difesa a tre.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Torino e Treviso[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto calcisticamente nel Torino[3] con cui esordisce in Serie B, nell'estate 2004 si trasferisce in prestito al Treviso[4] diventando, in breve, uno dei protagonisti della eccezionale stagione dei biancocelesti. I veneti, quinti in serie B ma eliminati nei play-off dal Perugia, si trovano catapultati nella massima serie proprio in virtù del fallimento del Torino, vincitore dei play-off.

Chievo,i prestiti e Catania[modifica | modifica wikitesto]

Rimasto svincolato, Marchese sceglie di legarsi al ChievoVerona dove resta fino a gennaio 2006 senza mai scendere in campo. Scende così in serie B, ceduto in prestito al Catania con cui conquista per il secondo anno consecutivo la promozione in Serie A.

Nell'estate 2006 ritorna al Chievo ma la squadra clivense retrocede in Serie B. Rimane in gialloblù fino a gennaio 2008 collezionando 20 presenze in totale, di cui 18 da titolare fisso e 2 subentrato dalla panchina a gara in corso

A gennaio 2008 passa al Bari in prestito con diritto di riscatto della compartecipazione[5], dove segna un solo gol contro l'Avellino il 25 maggio 2008.

Il 7 agosto 2008 passa in prestito con diritto di riscatto sulla comproprietà alla Salernitana neopromossa in Serie B, dove gioca 34 gare

Il 31 agosto 2009 si trasferisce in prestito con diritto di riscatto al Catania[6][7]. Dopo un inizio promettente, la sua stagione 2009-2010 viene già compromessa a novembre a causa di un grave infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio[8], torna disponibile e convocato solo a metà di aprile. La società etnea tuttavia crede in lui e il 28 giugno 2010 lo riscatta dal Chievo in uno scambio che coinvolge Gennaro Sardo[9].

Il 29 ottobre 2011 in Catania-Napoli (2-1) segna il suo primo gol in Serie A e con la maglia del Catania.[10][11] Il 3 marzo 2013 sigla il suo ultimo gol per i siciliani nella sconfitta interna per 2-3 contro l'Inter.

Genoa[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore passa al Genoa a parametro zero il 28 giugno 2013 durante la sessione estiva di calciomercato[12]

Scontata la squalifica legata alla vicenda calcioscommesse, fa il suo esordio il maglia rossoblù il 20 ottobre 2013 partendo titolare nella gara casalinga vinta 2-1 contro il Chievo. Impiegato a sinistra nella a difesa a tre dal tecnico Gasperini, chiude la stagione con 27 presenze.

La stagione successiva, dopo essere sceso in campo il 24 agosto contro il Lanciano nel terzo turno preliminare della Coppa Italia, esordisce in campionato il 31 agosto successivo alla prima giornata contro il Napoli. Il 2 novembre segna la sua prima rete in maglia rossoblù siglando, con un gran tiro da fuori area, il momentaneo 1-1 nella vittoria per 4-2 del Genoa allo Stadio Friuli sull'Udinese. Frenato da un infortunio chiude la stagione con appena 11 presenze.

La stagione successiva esordisce in campionato alla prima giornata nella sconfitta esterna per 1-0 contro il Palermo, giocando 5 delle prime 9 giornate di campionato (anche se non sempre titolare). Il giocatore viene utilizzato sempre meno, rientrando nei 23 della squadra soltanto a gennaio e ritrovando il posto da titolare il 9 aprile 2016 nella vittoria contro il Sassuolo, a distanza di 6 mesi dalla sua ultima partita giocata dal primo minuto (nel frattempo era subentrato solo due volte a partita in corso, nei minuti finali contro Verona e Udinese).

Nella Serie A 2016-2017 esordisce il 28 agosto 2016 subentrando a Munoz nella vittoria per 3-1 contro il Crotone, sul neutro di Pescara, ma ormai sempre più fuori dai piani societari, rescinde il contratto il 1º settembre 2016[13], rimanendo svincolato. Nel dicembre 2016 si allena con il Catania, squadra in cui ha militato per parecchi anni della sua carriera.[14]

Il ritorno a Catania[modifica | modifica wikitesto]

Nel Gennaio 2017 ritorna a Catania, in Lega Pro, dopo 4 anni di assenza dalla Sicilia. Torna a vestire la maglia rossoazzurra il 23 Gennaio 2017 in Fondi - Catania 1-1 e sigla il suo primo gol stagionale contro la Reggina che permette alla squadra etnea di sbloccare l'incontro poi terminato 3-1 per i padroni di casa. Con la squadra in crisi e dopo 3 cambi di allenatore (Rigoli, Petrone e poi G. Pulvirenti) la squadra terminerà all'undicesimo posto.

Nella Serie C 2017-2018 viene riconfermato dal nuovo allenatore Cristiano Lucarelli. Con l'allenatore livornese trova molto spazio e viene riutilizzato come esterno sinistro a centrocampo; segna il suo primo gol stagionale, su in tiro-cross, contro il Lecce(partita poi terminata 3-0 per il Catania)

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha al suo attivo 2 presenze Nazionale Under-20, tutte nel 2004, e 6 convocazioni e 3 presenze nella Nazionale Under-21, tutte nel 2005.

Calcioscommesse[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio 2013, nell'ambito del filone Bari-bis sul calcioscommesse, patteggia una pena di 3 mesi e 10 giorni di squalifica, più un'ammenda di 10.000 euro in mezzo ad una vicenda che lo vede incriminato per presunte combine delle partite di serie B Bari-Treviso 0-1 dell'11 maggio 2008 e Salernitana-Bari 3-2 del 23 maggio 2009[15]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 luglio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001-2002 Italia Torino A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2002-2003 A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2003-2004 B 7 0 CI 0 0 - - - - - - 7 0
Totale Torino 7 0 - - - - - - 7 0
2004-2005 Italia Treviso B 30+1[16] 0 CI 3 0 - - - - - - 34 0
2005-gen. 2006 Italia Chievo Verona A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
gen.-giu. 2006 Italia Catania B 14 0 - - - - - - - - - 14 0
2006-2007 Italia Chievo Verona A 9 0 CI 2 0 CL+CU 0+1 0 - - - 12 0
2007-gen. 2008 B 11 0 CI 1 0 - - - - - - 12 0
Totale Chievo Verona 20 0 3 0 1 0 - - 24 0
gen.-giu. 2008 Italia Bari B 19 1 - - - - - - - - - 19 1
2008-2009 Italia Salernitana B 34 0 CI 4 1 - - - - - - 38 1
2009-2010 Italia Catania A 4 0 CI 0 0 - - - - - - 4 0
2010-2011 A 12 0 CI 3 0 - - - - - - 15 0
2011-2012 A 33 3 CI 0 0 - - - - - - 33 3
2012-2013 A 30 2 CI 2 0 - - - - - - 32 2
2013-2014 Italia Genoa A 27 0 - - - - - - - - - 27 0
2014-2015 A 11 1 CI 2 0 - - - - - - 13 1
2015-2016 A 11 0 CI 0 0 - - - - - - 11 0
ago. 2016 A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
Totale Genoa 50 1 2 0 - - - - 52 1
gen.-giu. 2017 Italia Catania LP 15+1[16] 1 CI-LP - - - - - - - - 16 1
2017-2018 C 33+1[16] 1 CI-C 2 0 - - - - - - 36 1
2018-2019 C 9+4[16] 0 CI+CI-C 2+1 0 - - - - - - 16 0
Totale Catania 150+6 7 10 0 - - - - 166 7
Totale carriera 311+7 9 22 1 1 0 - - 341 10

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 31 (0) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ 63 (2) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ La Triestina cambia modulo, il Toro lancia il giovane Marchese, in La Gazzetta dello Sport, 8 maggio 2004, p. 28. URL consultato l'8 maggio 2011.
  4. ^ Guglielmo Longhi, Splende l'altra metà del Treviso, in La Gazzetta dello Sport, 7 aprile 2005, p. 19. URL consultato l'8 maggio 2011.
  5. ^ Calcio Mercato: arriva il difensore Marchese, su Sito ufficiale A.S. Bari. URL consultato l'8 maggio 2011.
  6. ^ Catania, preso Marchese dal Chievo [collegamento interrotto], in Corriere dello Sport - Stadio, 31 agosto 2009. URL consultato il 5 novembre 2009.
  7. ^ Dzemaili: la spunta il Parma Blasi al Palermo, Pozzi-Samp, in La Gazzetta dello Sport, 1º settembre 2009, p. 6. URL consultato il 4 giugno 2011.
  8. ^ Renato Puttuso, Marchese, che iella!, in Calcio Catania, 24 novembre 2009. URL consultato il 4 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2009).
  9. ^ Boateng-Annan, Genoa ghanese, in La Gazzetta dello Sport, 29 giugno 2010, p. 33. URL consultato il 4 giugno 2011.
  10. ^ Marco Gaetani, Catania inarrestabile Anche il Napoli si inchina, in la Repubblica, 29 ottobre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  11. ^ Emiliano Pozzoni, Catania ammazzagrandi Bergessio stende il Napoli, in La Gazzetta dello Sport, 29 ottobre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  12. ^ UFFICIALE: Marchese e De Maio sono del Genoa
  13. ^ Genoa, ufficiale la risoluzione contrattuale con Marchese
  14. ^ Catania-Marchese, manca solo la firma | BlogSicilia - Quotidiano di cronaca, politica e costume, in BlogSicilia - Quotidiano di cronaca, politica e costume, 13 dicembre 2016. URL consultato il 15 dicembre 2016.
  15. ^ Calcioscommesse, Bari-bis continua: da dibattere 25 posizioni, gazzetta.it, 5 luglio 2013. URL consultato il 3 maggio 2014.
  16. ^ a b c d Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]