Giovanni Lorenzoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Lorenzoni

Giovanni Lorenzoni (Fondo, 5 gennaio 1873Firenze, 22 agosto 1944) è stato un economista, sociologo e accademico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Conclusi gli studi giuridici nel 1897 a Graz, frequenta l'Università di Vienna e Berlino dove si specializza in economia agraria.[1] Nel 1904 diventa professore di giurisprudenza presso la facoltà italiana dell’Università di Innsbruck.

Nel 1893 affiancato da Antonio Piscel fonda la Società degli studenti trentini[2][3] avvicinandosi ai movimenti socialisti che fioriscono in Trentino in quegli anni.

Nel 1910 è segretario dell'Istituto internazionale di agricoltura a Roma. Durante il primo conflitto mondiale i sentimenti irredentisti lo spingono ad arruolarsi volontario nel corpo degli Alpini nel 1915 lasciando la carica di direttore generale dell'Istituto. L'esperienza bellica, che durò venti mesi, viene interrotta quando il governo italiano lo invita come professore all'Università di Macerata.[4]

Nel 1919 è in missione negli Stati Uniti per conto dell'Associazione Politica Italiani Irredenti (Sezione Trentina), di cui era vice presidente, per collaborare con i trentini emigrati in America.[5][4]

Il 22 agosto 1944 muore, forse colpito da un cecchino tedesco o dalle schegge di una bomba inglese[3] durante l'intervento di liberazione della figlia Tina arrestata dai nazisti per collaborazionismo con i partigiani.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Piero Barucci, Simone Misiani, Manuela Mosca (a cura di), La cultura economica tra le due guerre, Milano, Angeli, 2015, p. 363, ISBN 978-88-917-1329-2.
  2. ^ Taiani, Tomasi, p. 12.
  3. ^ a b Taiani, Tomasi, p. 38.
  4. ^ a b Lorenzoni, p. 4.
  5. ^ Gioia, Spalletti, p. 42.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vitantonio Gioia e Stefano Spalletti (a cura di), Etica ed economia : la vita, le opere e il pensiero di Giovanni Lorenzoni, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2005, SBN IT\ICCU\UFI\0468906.
  • Rodolfo Taiani e Caterina Tomasi (a cura di), Cesare Battisti: tutte le opere. (PDF), in Altrestorie, Trento, Fondazione Museo storico del Trentino, 2016.
  • Giovanni Lorenzoni, Cesare Battisti and the Trentino, New York, Italian Bureau of Public Information, 1919.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN40509450 · ISNI (EN0000 0000 8375 4393 · SBN IT\ICCU\TO0V\163581 · GND (DE131478494 · BNF (FRcb111835696 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-40509450
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie