Giovanni Colonna (cardinale XIII secolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Colonna
cardinale di Santa Romana Chiesa
COLONNA GIOVANNI.JPG
Stemma Cardinalizzio dei Colonna.PNG
 
Creato cardinale1205 da papa Innocenzo III
Deceduto3/9 febbraio 1245
 

Giovanni Colonna (Roma, ... – Roma, 3/9 febbraio[1] 1245) è stato un cardinale italiano della Chiesa cattolica, nominato da papa Innocenzo III.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Colonna nacque a Roma da Oddone di Pietro de Columna durante l'ultimo quarto del XII secolo[2].

Già prima della sua elevazione alla porpora ebbe alcuni benefici in Inghilterra della cui nazione e di re Enrico III era considerato amico[3]. Creato cardinale diacono del titolo dei SS. Cosma e Damiano fin dal 1205[3] da papa Innocenzo III, fu dallo stesso promosso cardinale prete nel concistoro del 18 febbraio 1212 con il titolo di cardinale presbitero di Santa Prassede che conserverà fino alla morte.

Partecipò ai conclavi del 1216, del 1227 del 1241 e del 1243.
Nel 1217 fu nominato legato pontificio nell'Impero latino d'Oriente con il compito di rafforzare la Chiesa latina in quei territori limitando l'influenza dei Veneziani. In tale veste svolse numerosi incarichi risolvendo numerose controversie svolgendo nel 1219 temporanee funzioni di luogotenenza alla morte della reggente Iolanda, vedova dell'imperatore Pietro II di Courtenay. Nello stesso anno è presente all'assedio di Damietta da dove nel 1223 avrebbe riportato un frammento della colonna della flagellazione di Gesù Cristo per la chiesa di cui era titolare[4]. Ricoprì anche l'incarico di legato a Napoli.
Da papa Onorio III fu nominato rettore pontificio nel ducato di Spoleto e in Tuscia tra il 1225 e il 1227.

Ritenuto il più potente tra i cardinali per patrimonio personale[3] e artefice del consolidamento del potere della sua famiglia[2], da circa mezzo secolo resasi indipendente dai cugini conti di Tuscolo, e della quale per il possesso dei beni ne rivestì quasi certamente il ruolo di capo e protettore durante il suo cardinalato, fu fedele collaboratore di papa Gregorio IX che gli affidò numerosi incarichi. Da costui a partire dal 1237 prese poi le distanze fino alla rottura delle relazioni dopo che il pontefice radicalizzò la sua posizione antimperiale nei confronti di Federico II di Svevia che al Colonna si rivolse per tentare ancora un accordo[3].

A causa della sua posizione di capo della fazione filoimperiale, dopo aver invitato le milizie imperiali a muovere contro Roma dopo essersi rifugiato a Palestrina, subì l'assedio della roccaforte del mausoleo di Augusto nel 1241 e la distruzione dei suoi palazzi in Roma da parte di Matteo Rosso Orsini, nuovo e unico senatore di Roma nominato da Gregorio IX in sostituzione dei precedenti senatori Oddone Colonna nipote del cardinale e di Annibaldo Annibaldi, che lo tenne prigioniero dall'autunno del 1241 alla primavera del 1243[3]; datando da questi anni l'inizio della rivalità tra le due famiglie Colonna ed Orsini[5].

Persa negli ultimi anni di vita gran parte della sua influenza, morì a Roma dopo un cardinalato durato quaranta anni il 28 gennaio del 1245[2]. Egidio Hispanus, cardinale diacono dei santi Cosma e Damiano, fu suo esecutore testamentario. Non è noto il luogo della sepoltura. Fu fondatore dell'ospedale di San Giovanni presso il Laterano[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Cardinals of the Holy Roman Church, su fiu.edu.
  2. ^ a b c Carpegna Falconieri
  3. ^ a b c d e Maleczek
  4. ^ Dizionario storico, portatile, che contiene la storia de' Patriarchi... ecc. composto in francese dal signor abate Ladvocat, Bassano 1773, Vol. 2, p. 125; Chiese di Roma, Guida Storico-Artistica con introduzione del Dott. A. Serafini. Chiese Stazionali. Edizioni D'arte E. Celanza Torino 1922, p.240
  5. ^ Maleczek, Carpegna Falconieri
  6. ^ Gaetano Moroni, Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da S. Pietro sino ai nostri giorni, vol. XIII, p.300

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]