Giovanni Antonio Rubbi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giovanni Antonio Rubbi (Zogno, 29 settembre 1693Sorisole, 15 marzo 1785) è stato un religioso e guaritore italiano.

Giovanni Antonio Rubbi

Prevosto di Sorisole dal 1740 al 1785 assume per l'epoca notevole importanza per la sua fama di guaritore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nella località Padronecco di Zogno in provincia di Bergamo il 29 settembre 1693, fu ordinato sacerdote il 2 luglio 1718. Per nove anni fu coadiutore della Parrocchia di Zogno e poi in quella di Poscante. Nell'ottobre del 1727 fu eletto Parroco di Monte di Nese (Alzano Lombardo). Il 26 aprile 1740 avvenne la votazione per dare un successore al prevosto di Sorisole don Lorenzo Calvi, deceduto il 2 marzo 1740. Il Rubbi venne eletto con 63 voti favorevoli, contrari 59. Riceve la nomina il 7 maggio e lo stesso giorno prende possesso della parrocchia. Aveva particolare predilezioni per gli ammalati suggerendo loro rimedi e medicamenti semplici. Si cominciò a parlare di guarigioni miracolose e don Rubbi fu considerato così un guaritore. Verso il 1770 la sua fama divenne universale, veniva chiamato "il santo di Sorisole". Suscitò grande interesse in tutta Europa, anche da parte di cardinali, vescovi, principi e nobili[1]. Nella Chiesa Parrocchiale sono presenti paramenti sacri donati al Rubbi nel 1773 da Maria Amalia d'Asburgo-Lorena, Duchessa di Parma (1745-1804). Nel 1773 pose la prima pietra della chiesa nella frazione Petosino, consacrata poi dallo stesso sei anni dopo a seguito di indulto speciale.

Muore a Sorisole il 15 marzo 1785. Il Cardinale Francesco Carrara il 18 settembre 1786 si recò a Sorisole per venerarne le spoglie.

Angelo Maria Barbaro (Portogruaro 1726 - 1779), abate, autore di novelle e sonetti in lingua veneta, intitola un suo componimento poetico Al prevosto di Sorisole don Antonio Rubbi con il quale invoca la sua benedizione per Venezia e il suo Doge.

La figura di Rubbi venne salacemente parodiata dallo scrittore veneziano Antonio Piazza (1742-1825), nel racconto Il Dervis, contenuto nella raccolta Castelli in aria, del 1773.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cornaro, Tacchi, 1868, p.147 e pag. 167

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Suardi, Memorie intorno al fu prevosto di Sorisole d. Gio. Antonio Rubbi, Bergano, dalla tipografia di Pietro Cattaneo, 1857
  • Flaminio Cornaro, Carlo Tacchi, Notizie storiche delle apparizioni e delle immagini più celebri d. Maria Vergine Santissima, Carlo Colombo Libreria editrice, Bergamo, 1868
  • Giacomo Tomasoni, Volti e fasti di una Parrocchia, Parrocchia di Sorisole, 1963
  • Clemente Gaddi, Don Giovanni Antonio Rubbi "ol Preost sant", Istituto Grafico Litostampa, Gorle, 1971
  • Marino Paganini, Sorisole dal sec. VIII d.C. al XIX, Cassa rurale ed artigiana di Sorisole, 1986
  • Ivonne Sensi, Il Santo prevosto di Sorisole Giovanni Antonio Rubbi e il pellegrinaggio del 1772, in Archivio Storico Lombardo: Giornale della società storica lombarda (2001 gen, Serie 12, Volume 7, Fascicolo), Cisalpino, Milano, 2002
  • Luigi Roffia, Don Giovanni Antonio Rubbi, Editrice Velar, Bergamo, 2010
  • Roberto Belotti Ivonne Sensi, Nelle grazie di Dio - Vita e miracoli di Don Giovanni Antonio Rubbi Prevosto di Sorisole, Corponove, Bergamo, 2012

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN122407622 · ISNI (EN0000 0000 8487 264X · LCCN (ENno2010130077
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie