Giovanna Landolfi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanna Landolfi
UniversoUn posto al sole
Lingua orig.Italiano
1ª app. inautunno 2005
Interpretata daClotilde Sabatino
SessoFemmina
Professionecommissario di polizia
Affiliazioneragazzi della terrazza

Giovanna Landolfi è un personaggio della soap opera Un posto al sole. È presente, come guest star, dal 2005, ma solo dal 2008, alla puntata 2521 entra nel cast fisso. Ne esce, il 28 aprile 2009, durante la puntata 2792 (ma resta accreditata fino alla puntata del 30 ottobre 2009). Rientra poi nel 2014, dal 10 gennaio, durante la puntata 3910, e vi resta fino al 14 aprile, puntata 3975. Ricompare dalla puntata 4055 alla 4070, e poi ancora dalla 4140 dell'11 dicembre 2014, continuando ad essere presente nella soap come guest anche nel 2015, nel 2016, nel 2017 e nel 2018. È sempre stata interpretata da Clotilde Sabatino.

Descrizione di Giovanna[modifica | modifica wikitesto]

Inflessibile e dura nel lavoro, Giovanna sa regalare affetto e calore nella vita privata. Segnata profondamente dalla morte del marito e collega Simone, Giovanna impegnerà molti anni per elaborare il lutto, riuscendoci solo in parte. Per diverso tempo vive con Franco una storia d'amore passionale e carica di incomprensioni. Un altro duro colpo per Giovanna sarà quello di scoprire, dopo essere stata ferita in una sparatoria, di non poter avere figli. La sua storia è principalmente legata a quella di Franco, anche se, negli ultimi tempi di permanenza nel cast, gode di maggiore importanza e indipendenza.

Storia di Giovanna[modifica | modifica wikitesto]

La veniamo a conoscere nel 2005, quando indaga per alcune risse clandestine di pugilato. Sarà in questa occasione che conoscerà Franco (Peppe Zarbo). Per qualche periodo è solo un personaggio di contorno, la vediamo dura e decisa in vari guai che coinvolgono i condomini di palazzo Palladini. Giovanna si occupa anche dell'omicidio di Eleonora Palladini (Hélène Nardini). La donna, dopo aver salvato l'amica di Franco Dana (Eva Deidda) da un giro di prostituzione si scopre attratta da lui. I caratteri simili dei due li faranno incontrare e affascinare l'un l'altro, ma dopo qualche amplesso Franco le rivela che per lui è solo sesso e che dopo la fine del matrimonio con Angela (Claudia Ruffo) non cerca di certo una relazione. Giovanna ne è colpita, ma non per questo si dà per vinta. I due si scoprono per forza di cose simili e Franco entra prepotentemente nella vita del commissario scoprendo il suo passato: un compagno morto durante una sparatoria e un figliastro poco più che adolescente da seguire. Poco prima dell'estate 2006 Franco aiuta con un affare che mette in seria crisi Giovanna: la donna ha sparato a un uomo credendolo armato, anche se poi risulterà non esserlo. La verità è diversa, perché la pistola era stata rubata da uno squilibrato. L'amore tra Giovanna e Franco prosegue senza intoppi, per Franco Angela è solo un ricordo

Dopo un brutto incidente della madre (Marina Tagliaferri), Angela rientra per un breve periodo a Napoli, è proprio in questo momento che Franco capisce di non amarla più e che la sua vita ormai è con Giovanna. La loro storia prosegue, Franco si fa prestare anche dei soldi da lei per ampliare l'officina. Dopo breve Giovanna resta incinta. Franco è al settimo cielo. Durante una sparatoria Giovanna però perde il bimbo e Franco non glielo perdona per non aver detto ai colleghi della sua gravidanza.

La coppia scoppia. Franco vende l'officina e chiude i rapporti con Giovanna. Piano piano i due si riappacificano e Franco capisce di aver sbagliato. Tutto va per il meglio, fino a che Giovanna non riceve delle minacce da parte di un malvivente non ben identificato. Franco è preoccupato, ma Giovanna è convinta di avere la situazione in pugno, cosa non vera visto che poco dopo la donna viene colpita da uno sparo ed entra in coma. Franco con l'aiuto di Arletti (Ivan Castiglione) cerca in tutti i modi di trovare il colpevole, ma la cosa non è tra le più facile, quando riesce a raggiungere il probabile colpevole viene colpito e al suo risveglio si trova con l'uomo morto e la polizia alle calcagna. Franco riesce per un pelo a scappare, solo Andrea (Davide Devenuto) lo aiuterà e più tardi anche un testimone viene fuori: è il piccolo Nunzio (Vincenzo Messina). Franco si fa vivo con Arletti, il poliziotto si dimostrerà anche disponibile ad aiutarlo, ma con l'aiuto di Nunzio Franco scopre che è proprio Arletti colui che ha tentato alla vita di Giovanna.

Franco riesce, anche se con molto difficoltà, ad incastrarlo, e ad affidare il povero Nunzio ai servizi sociali. Il bimbo però scappa e va da Franco, l'uomo lo prende con sé, Giulia rintraccia la madre (Stefania De Francesco), e con qualche problema la donna si stabilisce con loro. E si innamora, piano piano, di Franco…. Franco è però molto combattuto, anche per l'amore che ancora prova con Giovanna, da vari mesi in coma quasi irreversibile. Lentamente Franco fa spazio nel suo cuore anche per Katia, la madre di Nunzio, ma nel momento più spensierato Giovanna si risveglia….e per Franco è crisi. Giovanna lentamente si riprende e Franco dopo breve tempo le rivela la sua storia finita con Katia, inizialmente Giovanna reagisce con rabbia e lo lascia, poi, anche parlando con Ornella (Marina Giulia Cavalli) e altre persone che hanno visto Franco in quei mesi si ricrede e tornano insieme. Il loro rapporto ritorna sereno, Giovanna decide di tornare al lavoro e scopre di non poter avere figli, per lei e Franco è una grande dolore.

Tornata al commissariato Giovanna si trova a indagare sulle attività malavitose di Enzo (Massimiliano Dau), il nuovo compagno di Katia…. Sarà proprio Katia a incastrare il suo compagno, dopo aver saputo che lui usa Nunzio come spacciatore. Enzo va in carcere e Katia viene accusata da vari informatori di essere la nuova spacciatrice capo. Giovanna desidera incastrarla, e questo crea una frattura del rapporto con Franco. Lei si sfoga più volte con Michele (Alberto Rossi) tant'è che l'uomo finirà con l'innamorarsene e tutto manda in crisi profonda Giovanna che decide, per qualche tempo di lasciare la Terrazza. La crisi con Franco diventa viva e porta alla fine del loro rapporto quando Giovanna arresta Katia per l'omicidio di un suo complice. Giovanna si butta tra le braccia di Michele. La loro storia d'amore inizialmente creerà non poche insicurezze a Giovanna, poi la donna capirà di stare bene con Michele e si lascerà andare Dopo una festa al Caffè Vulcano lei e Franco hanno un rapporto sessuale. Quella notte inizialmente sembra non aver conseguenze, ma Giovanna sente il dover di informare Michele dell'accaduto e di chiudere con lui. Decide anche di chiedere il trasferimento, ma una dichiarazione d'amore di Franco la farà tornare nei suoi passi. La loro storia d'amore ricomincia, anche se il piccolo Nunzio che ora vive con Franco, non sembra molto felice. L'antagonismo di Nunzio è talmente forte da costringere Giovanna a chiedere l'aiuto di Katia. Quest'ultima, inizialmente, non aiuterà la rivale, poi resasi conto che ciò che conta di più è che Nunzio viva in un ambiente sano, parla con il figlio che si avvicina a Giovanna. Mentre è al lavoro con Lanza (Antonio Mancino), Giovanna riconosce l'uomo che ha ucciso Simone, il marito. Da quel giorno Giovanna tenterà tutte per farlo confessare e incastrarlo, arriva persino a sequestralo e ad ucciderlo sotto gli occhi di Franco. Questo fatto chiuderà definitivamente la relazione tra Giovanna e Franco e porterà la donna alla decisione di lasciare la polizia e trasferirsi in Toscana.

Dopo diversi anni, il 10 gennaio 2014 rientra a Napoli. Il primo a rivederla, proprio durante un'operazione di polizia da lei condotta, è Franco. Dopodiché Giovanna s'iscrive nella sua palestra e la cosa crea non pochi problemi ad Angela, gelosa del rapporto che potrebbe nuovamente sbocciare tra lei e Franco. Franco però giura amore a sua moglie Angela, dicendo che Giovanna è un semplice ricordo del passato. Parallelamente Napoli viene scossa da una serie di delitti per mano di uno sconosciuto che tutti chiamano "il giustiziere" e Giovanna sembra essere subito molto sensibile e suscettibile all'argomento. Michele inizia ad indagare sul giustiziere e la cosa fa infuriare Giovanna. Franco, rendendosi conto che Giovanna è molto cambiata rispetto a come la ricordava lui anni prima, inizia a pensare che dietro il misterioso giustiziere possa esserci la donna ma quando l'affronta per scoprire la verità, Giovanna lo stupisce baciandolo appassionatamente. Quel bacio si rivelerà essere stato un espediente che la donna ha usato per depistare Franco, Giovanna infatti, è a conoscenza dell'identità del giustiziere, che altri non è che Ivan, il figliastro della poliziotta. Franco scopre ben presto la verità e, in qualche modo, cerca comunque di proteggere e allo stesso tempo far ragionare Giovanna. Ivan, intanto, continua nella sua follia omicidia, che lo porterà a togliersi la vita nello studio radiofonico di Michele. Per Giovanna è un colpo durissimo. La donna si chiude in sé stessa, incolpando inizialmente Michele, e, in seguito, isolandosi completamente.

A inizio 2015, approfittando del fatto che Angela ha chiesto a Franco un periodo di separazione si riavvicina a lui che però dopo qualche notte d'amore prende le distanze. Come reazione la donna inizia a frequentare locali per single, in uno dei quali incontra anche Scheggia ma dopo un iniziale invito lei decide di lasciare perdere. Mentre rincasa viene rapita da un misterioso serial killer che ha già ucciso alcune donne e che poi si scoprirà essere l'avvocato Leonardo Balestrieri, con cui Angela ha stretto nel frattempo una profonda amicizia forse destinata a sfociare in una relazione amorosa. Dopo molti giorni di prigionia Giovanna riesce a fuggire, ed è determinata a catturare l'assassino affinché non colpisca ancora. Non crede infatti alla versione ufficiale secondo cui il killer sarebbe Mario Orefice, un complice eliminato da Balestrieri.

Giovanna scopre l'identità del criminale quando questi l'aggredisce nuovamente, ferendola. Ancora convalescente, riesce a comunicare a Franco quanto scoperto, aiutandolo così a salvare Angela, finita intanto nelle mani di Balestrieri. L'assassino riesce a fuggire, ma la poliziotta continua a indagare privatamente finché perviene a rintracciarlo. Come promessole in precedenza, avverte Angela, e su sua espressa richiesta la porta con sé nel piccolo paese in cui si è rifugiato Balestrieri. Le due donne lo colpiscono e lo sotterrano, decise a fargli fare la fine che lui aveva previsto per Angela; l'intervento di Franco e Andrea scongiura il peggio, e il killer viene assicurato alla giustizia.

Nell'aprile 2016 torna in scena per prendere in palestra il posto di Franco, allontanato da Napoli e messo sotto protezione. Dopo qualche iniziale difficoltà, riesce a instaurare un buon rapporto con i ragazzi, ma riaffiora un incubo del recente passato quando scopre che è stato scritto un libro su Balestrieri. L'incubo torna a tutti gli effetti attuale allorché in città comincia a colpire un serial killer che sembra volerlo imitare. Il procuratore Nicotera le affianca un poliziotto, Davide Gerace, con cui la donna allaccia presto una relazione. Siccome gli inquirenti continuano a brancolare nel buio Giovanna, sentendosi coinvolta come persona e come poliziotta, avverte la necessità di fermare l'assassino. Si accorge tra l'altro in un secondo momento che questi, con il volto parzialmente camuffato, le ha fatto visita in palestra spacciandosi per un tecnico e ha installato nel suo computer un dispositivo per spiarla. Quando Balestrieri si dice disposto a rivelare solo a lei alcuni particolari sulla vicenda, allora, decide di incontrarlo in carcere.

L'atteggiamento provocante del killer lascia infine trapelare alcuni dettagli che fanno comprendere a Giovanna come Balestrieri e il suo emulo (che poi si rivelerà essere Dario de Martino) si conoscano e siano complici. Esasperato dall'ennesima frase sopra le righe di Leonardo, Gerace perde il controllo e lo aggredisce mandandolo all'ospedale, da dove Balestrieri riesce a scappare grazie all'intervento di De Martino (Francesco Wolf). Giovanna riconosce in quest'ultimo il nuovo assassino seriale: decide di agire privatamente, si introduce nel suo appartamento, lo conduce agli arresti e scopre dove Lucilla Raimo, la collega di Viola rapita pochi giorni prima, viene tenuta prigioniera. Accorre al nascondiglio, dove salva la giovane uccidendo Balestrieri. La testimonianza di Lucilla scagiona la Landolfi dall'accusa di omicidio volontario; la ragazza infatti racconta che dopo il primo colpo, con cui Giovanna ha ferito il killer per liberarla, Balestrieri si è lanciato sulle due donne, costringendo la poliziotta a ucciderlo per legittima difesa. Quando Franco torna a Napoli e riprende in mano la palestra, Giovanna decide di rientrare in polizia.

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione