Giovan Battista Fagiuoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovan Battista Fagiuoli (Firenze, 24 giugno 16601742) è stato uno scrittore, poeta e drammaturgo italiano.

Studiò letteratura e divenne uno dei più faceti e allegri poeti estemporanei della sua epoca. Fu tenuto in un certo riguardo da parte della Corte Medicea e dalle persone più abbienti di Firenze, che lo accolsero volentieri a mensa e a conversazione per deliziarsi delle sue risposte frizzanti. Il Fagiuoli da ciò ricavava onori, accoglienze e anche qualche beneficio. Si può dire che egli appartenga alla tradizione bernesca, dal nome di Francesco Berni (1497/1535), poeta satirico, autore di un rifacimento dell'Orlando Innamorato, di Capitoli e Rime. La sua satira talvolta fu acuta e tagliente, raramente malvagia.

La Basilica di San Lorenzo (esterno)

Fu sepolto nella fiorentina Basilica di San Lorenzo.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Gli scritti di Giovan Battista Fagiuoli sono:

Rime piacevoli (1729-1730), composte da molti sonetti, tra cui: Papà Giove, che allude a Roma papale; Il Bere!, canzonetta satirica; Ciapo della Pieve a Settimo - Ai frati suoi padroni, ottave improvvisate a cena; Per le nozze di Goro con la Tonia, sonetto consigliato in tempo di Carnevale; Per un suo Fattore, epistola

Fagiuolaia (1734) che comprende La compagnia dei brutti, fagiuolata satirica

Commedie (1734/1738); ne scrisse diciannove, tra le quali Il marito alla moda, Il cicisbeo sconsolato, Un vero amore non cura interesse e Ciò che pare non è.

Dettati e sentenze

Motti, burle e facezie, una raccolta di detti dal Fagiuoli.

Epigramma satirico per i Medici, signori di Firenze[modifica | modifica wikitesto]

I Medici - pietosi! - ai Fiorentini Volendo rimediar piaghe e malanni, Decretaron l'effigie sui fiorini Del Santo Protettore, San Giovanni; Però al Santo, al di dietro delle spalle, Appiopparono - al solito - le palle! E questa fu, pei Medici, l'eguale Ricetta... a ogni lor male.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

"Il poeta Fagiuoli - motti facezie e burle del celebre buffone di corte" Firenze - Adriano Salani Editore 1924 - Viale dei Mille.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN69078855 · ISNI: (EN0000 0000 6129 5552 · SBN: IT\ICCU\VEAV\034432 · LCCN: (ENn94060131 · GND: (DE119398885 · BNF: (FRcb13475183q (data) · BAV: ADV10165459 · CERL: cnp00405863