Giorgio Veneri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giorgio Veneri
GVeneri.JPG
Veneri con la maglia dell'Atalanta
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1968 - giocatore
2012 - allenatore
Carriera
Giovanili
195?-1958Mantova
Squadre di club1
1958-1967Atalanta30 (2)
1967-1968Como4 (1)
Carriera da allenatore
1976-1980Pergocrema
1980-1981Derthona
1981-1985Fanfulla
1985-1987Mantova
1987-1988Casarano
1988-1989SPAL
1989-1990Legnano
1990-1992Pergocrema
1992-1994Fiorenzuola
1994-1997Prato
1997-1998Leffe
1998-1999Sampdoria
2002-2012Italia Italia U-20Serie C/Lega Pro
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giorgio Veneri (Mantova, 10 settembre 1939) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista incontrista, trascorse la sua carriera quasi esclusivamente tra le file dell'Atalanta. Nonostante sia stato per ben nove stagioni tra le file dei bergamaschi, può vantare soltanto trenta presenze in prima squadra[1] (29 in Serie A e 1 in Serie B), a cui se ne possono aggiungere altre 18 nelle coppe. Ha al suo attivo due reti nella massima serie, di cui una realizzata a Torino contro la Juventus nella stagione 1960-61. Disputò da titolare la finale di Coppa Italia 1962-1963, vinta dai neroazzurri[2], prima di chiudere la carriera nel Como (4 presenze e una rete)[1].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Fedelissimo da calciatore, è divenuto invece un giramondo da allenatore, attività che ha intrapreso dal 1976. Ha allenato Pergocrema (nella stagione del debutto in Serie C), Derthona, Fanfulla (con cui ha conquistato una Coppa Italia di Serie C[3]), Mantova, Casarano, SPAL, Legnano e Fiorenzuola, con cui conquista la promozione in Serie C1, la prima della società piacentina[4]. In seguito guida Prato e Leffe, e nel 1998 affianca David Platt (sprovvisto di patentino) sulla panchina della Sampdoria, in Serie A, dopo l'esonero di Luciano Spalletti[5]. L'esperienza in blucerchiato è breve: 6 partite, con tre pareggi e tre sconfitte, prima del ritorno di Spalletti[6]. Dopo un triennio al Fanfulla come direttore sportivo[7], dal 2002 guida la Nazionale Italiana Under 20 di Serie C, ora Lega Pro[1].

Nell'estate 2012 si ritira definitivamente dalla sua lunga carriera calcistica.

Ha collezionato oltre 700 panchine professionistiche, conquistando cinque promozioni dalla Serie C2 alla C1 (con Pergocrema, Fanfulla, Mantova, Casarano e Fiorenzuola)[8].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Atalanta: 1962-1963
Atalanta: 1958-1959
Como: 1967-1968

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Pergocrema: 1978-1979
Casarano: 1987-1988
Fanfulla: 1983-1984

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Giorgio Veneri selezionatore Italia Lega Pro legapro.it
  2. ^ Tre goal di Domenghini: la Coppa Italia all'Atalanta, L'Unità, 3 giugno 1963, pag.8
  3. ^ Storia del Fanfulla nautilaus.it
  4. ^ Stagione 1992-1993 Fiorenzuola1922.com
  5. ^ La Samp deve inventare un ruolo per Platt Il Corriere della Sera, 17 dicembre 1998, pag.44
  6. ^ Panchina da incubo, Cavasin peggio di Platt-Veneri La Repubblica, 12 aprile 2011
  7. ^ Giorgio Veneri (1922-2012 Novant'anni di US FIORENZUOLA CALCIO) Fiorenzuola1922.com
  8. ^ I personaggi che hanno fatto grande il Pergo uspergocrema.it

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]