Giorgio Michetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giorgio Michetti (Viareggio, 7 dicembre 1912Viareggio, 17 giugno 2019) è stato un pittore, illustratore e grafico italiano.[1][2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Viareggio il 7 dicembre 1912 da Ulisse, di professione farmacista, e Margherita Giberti, entrambi della stessa città.[1] Condivise la sua adolescenza con altri viareggini destinati al successo: lo scrittore Mario Tobino e lo scenografo Luciano Zacconi (figlio di Ermete Zacconi).[3] Il suo interesse per la pittura convinse i genitori a fargli frequentare il Liceo Artistico e l'Accademia di Belle Arti. Nel 1929 allestì, a soli 17 anni, la sua prima mostra, nella sala del comune di Castiglioncello, ed ebbe fra i visitatori Luigi Pirandello.[4][5]

Dopo essersi sposato con Laura Veronesi, viareggina, ebbe tre figli: Maria, Claudio e Franca. Giorgio rimase poi vedovo in seguito alla morte di Laura avvenuta a causa di una malattia.

La guerra di Etiopia e la seconda guerra mondiale condizionarono le sue scelte e per un lungo periodo si occupò d'illustrazione e di grafica pubblicitaria.[6] Continuò tuttavia a dipingere e a frequentare gli altri artisti di Viareggio: Renato Santini, Danilo Del Prete, Mario Marcucci, lo scultore Alfredo Morescalchi e lo scrittore Silvio Micheli. Partecipò a diverse collettive con ottimi risultati.[6][7][8]

Nel 1962 decise di dedicarsi interamente alla pittura e a tale scopo si trasferì a Milano.[4][6] Il suo linguaggio pittorico basato, in particolare, sulla riscoperta della tecnica dell'affresco, lo portò presto ad eseguire importanti opere pubbliche[9] oltre a ricevere il plauso della critica per le sue mostre.[10][11]

Giorgio Michetti si risposò il 5 dicembre 1963 a Palazzo Marino di Milano, con Liliana Rizzatto, appassionata d'arte, figlia di un fabbro triestino. Giorgio conobbe Liliana durante il servizio militare quando venne mandato ad ispezionare il luogo di lavoro del padre di Liliana, che era appunto un fabbro. Assieme a Liliana, Giorgio fece il suo catalogo di tutte le sue opere, dalla prima all'ultima, grazie all'aiuto della moglie. Liliana però morì, anch'ella a causa di una grave malattia.

La prima esposizione di successo si tenne a Lugano in Svizzera presso la Galleria Dante, nel 1966. Seguiranno, nell'arco della lunga vita d'artista, mostre personali in Italia e in altre nazioni,[12] la più grande delle quali nuovamente in Svizzera: contava sull'esposizione di 320 opere pittoriche.[5]

All'età di 104 anni decise di realizzare una serie di video su YouTube per insegnare a dipingere e amare l'arte; realizzò in totale 16 video lezioni.[13]

Michetti è morto il 17 giugno 2019, nella sua casa di Viareggio, all'età di 106 anni.[1]

Mostre personali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1929 - Castiglioncello, Sala del Comune.
  • 1966 - Lugano, Galleria Dante.
  • 1967 - Locarno, Galleria Locarno - Cernusco s/Naviglio, Galleria Nuova Esp. Padana.
  • 1968 - Grado, Sala Azienda Soggiorno - Serravalle Sesia, Minigalleria dell'Estate Valsesiana - Como, Sala del Corriere della Provincia.
  • 1969 - Milano, Galleria dei Centro Valori - Novara, Salone del Broletto - Siena, Galleria La Mossa.
  • 1970 - Treviso, Galleria Mignon - Arezzo, Galleria «7 di Quadri» - Napoli, Galleria Duccio.
  • 1971 - Siena, Galleria Jacopo della Quercia - Roma, Galleria Battaggia all'Eliseo.
  • 1972 - Imperia, Galleria Civica «Il Rondò» - Toscolano Maderno, Galleria. «Sede» (ospite d'onore).
  • 1973 - Seregno, Galleria «Gi3».
  • 1974 - Breganzona Lugano, Galleria «Cascina» - Milano, Galleria «II Mercante» - Brindisi, Galleria Centrarle Falanto - Firenze, Galleria Michelucci.
  • 1975 - Crotone, Galleria Zeusi - Catania, New Gallery – Firenze, Centro Cult. «A. Viviani».
  • 1976 - Siena - Galleria «La Mossa» - Milano, Galleria «Comunità d'Arte S. Carlo» - Seregno, Salone «XXIV Maggio» Patrocinata dal Comune.
  • 1977 - Viareggio, Storico Palazzo Paolina Bonaparte, Mostra Antologica «1928-1977» organizzata dal Comune, Assessorato alla Cultura.
  • 1978 - Lugano, Galleria Elicottero - Crotone, Galleria Zeusi - Toscolano Maderno, «Club A.M.» (ospite d'onore) - Foggia, Galleria Valleri.
  • 1979 - Prato, Centro Promozionale Artistico Culturale, Mostra Antologica.
  • 1980 - Lissone, Famiglia Artistica Lissonese.- St. Louis (Missouri) U.S.A,. International Tessiner Gallery.
  • 1981 - Lurate Caccivio, Galleria L'Albatro - Milano, Centro Artistico Svizzero, Mostra Antologica - Crotone, Galleria Zeusi - Lecco, Galleria Visconti.
  • 1982 - Pfàffikon/SZ, Seedamm Kulturzentrum, Mostra Antologica 1928-1982.
  • 1983 - Catanzaro, Centro d'Arte Delta - Messina, Galleria «La Meridiana».
  • 1984 - Berna, Campagne Rosenberg Galerie.
  • 1985 - Milano, Ripartizione Cultura e Spettacolo, Biblioteca Comunale Palazzo Sormani: opere grafiche dal 1970-1985.
  • 1985 - Morcote, Lugano, Fondazione Caccia-Busca.
  • 1987 - Foggia, Palazzetto dell'Arte Sala Grigia, Palazzo Dogana Galleria d'Arte Moderna e Galleria Valleri Arte, Mostra Antologica.
  • 1995 - Città di Pietrasanta, Sala dei Putti, Chiostro di S. Agostino.
  • 1996 - Comune di Camaiore, Villa le Pianore, Istituto Cavanis.
  • 1997 - Lecce, Centro Studi Arte/Cultura e Circolo Cittadino - Napoli, Ex Refettorio di S. Lorenzo Maggiore.
  • 1995 - Città di Pietrasanta, Sala dei Putti, Chiostro di S. Agostino.
  • 1996 - Comune di Camaiore, Villa le Pianore Istituto Cavanis.
  • 1997 - Lecce, Centro Studi Arte/Cultura e Circolo Cittadino - Napoli, Ex Refettorio di S. Lorenzo Maggiore.
  • 1998 - Massa, Palazzo Ducale.
  • 2002 - Pietrasanta, Chiesa di S.Agostino
  • 2002 - Seregno, Galleria Civica Enzo Mariani.
  • 2012 - Lucca, Palazzo Ducale.

Opere in collezioni pubbliche[modifica | modifica wikitesto]

  • Palazzo Comunale, Rosignano Marittimo
  • Azienda di Soggiorno, Grado
  • Palazzo Comunale, Inverigo
  • Galleria Civica, Marsala
  • Palazzo Comunale, Seregno
  • Casa Natale Pio XI, Desio
  • Muzeum Narodowe, Krakovie
  • Pinacoteca Comunale, Marsala
  • Raccolte Civiche, Milano
  • Galleria Arte Moderna e Contemporanea, Viareggio
  • Museo della Marineria, Viareggio
  • Raccolte della Provincia, Foggia
  • Collezione Banca di Monteriggioni, Siena
  • Collezione Banca di San Marino, San Marino
  • Tribunale di Desio, Desio
  • Chiesa Beato Andrea, Peschiera del Garda
  • Palazzo Comunale, Cerro Maggiore
  • Presidenza CONI, Roma
  • Biblioteca Civica, Seregno
  • Galleria Civica, Imperia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c La Nazione, È morto il pittore Giorgio Michetti. A 106 anni aveva 20mila like su Facebook, su La Nazione, 1560769998215. URL consultato il 18 aprile 2020.
  2. ^ Scompare a 106 anni il pittore Giorgio Michetti, su NoiTV, 17 giugno 2019. URL consultato il 18 aprile 2020.
  3. ^ Lutto a Viareggio, se ne è andato Giorgio Michetti - Comune Viareggio, Cronaca Viareggio, Top news Versiliatoday.it, su Versiliatoday.it, 17 giugno 2019. URL consultato il 18 aprile 2020.
  4. ^ a b Muore a 106 anni il famoso artista Giorgio Michetti, su Necrologie. URL consultato il 18 aprile 2020.
  5. ^ a b Cinzia Donati, Giorgio Michetti: il Maestro della pittura, su La Stanza delle Torture, 21 agosto 2010. URL consultato il 18 aprile 2020.
  6. ^ a b c Un secolo di colori | Parlando con... Giorgio Michetti, su NoiTV. URL consultato il 18 aprile 2020.
  7. ^ Lutto nell'arte, è scomparso il pittore viareggino Giorgio Michetti, su gonews.it, 17 giugno 2019. URL consultato il 18 aprile 2020.
  8. ^ GIORGIO MICHETTI, su Sophia - la Filosofia in festa, 10 ottobre 2016. URL consultato il 18 aprile 2020.
  9. ^ Il pittore viareggino Giorgio Michetti al MuSA con "cera una volt", su NoiTV, 19 giugno 2018. URL consultato il 18 aprile 2020.
  10. ^ Bruno Guidotti 6 Febbraio 2018 alle 17:26, Una mostra per l'inesauribile Giorgio Michetti, su NoiTV, 22 gennaio 2018. URL consultato il 18 aprile 2020.
  11. ^ "Centannicompiuti" di Giorgio Michetti, su NoiTV, 7 dicembre 2012. URL consultato il 18 aprile 2020.
  12. ^ L'alternarsi nel tempo nelle età di Giorgio Michetti, su Villa Argentina, 22 gennaio 2018. URL consultato il 18 aprile 2020.
  13. ^ Viareggio, addio a Giorgio Michetti, maestro centenario, su la Repubblica, 17 giugno 2019. URL consultato il 18 aprile 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonella Serafini, Giorgio Michetti, un artista, tre vite, Pisa, Edizioni ETS, 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5870514 · ISNI (EN0000 0000 2597 4435 · WorldCat Identities (ENviaf-5870514