Giorgio Michetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giorgio Michetti (Viareggio, 7 dicembre 1912) è un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Viareggio il 7 dicembre 1912 da Ulisse e Margherita Giberti. Condivide la sua adolescenza con altri viareggini destinati al successo: lo scrittore Mario Tobino e lo scenografo Luciano Zacconi (figlio di Ermete Zacconi). Il suo interesse per la pittura convince i genitori a fargli frequentare il Liceo Artistico e l'Accademia di Belle Arti. Nel 1929 allestisce, a soli 17 anni, la sua prima mostra nella sala del comune di Castiglioncello.

La guerra di Etiopia e la seconda guerra mondiale condizionano le sue scelte e per un lungo periodo si occupa d'illustrazione e di grafica pubblicitaria. Continua, però, a dipingere e a frequentare gli altri artisti di Viareggio: Renato Santini, Danilo Del Prete, Mario Marcucci, lo scultore Alfredo Morescalchi e lo scrittore Silvio Micheli. Partecipa a diverse collettive con ottimi risultati.

Nel 1962 decide di dedicarsi interamente alla pittura e si trasferisce a Milano. Il suo linguaggio pittorico basato, in particolare, sulla riscoperta della tecnica dell'affresco, lo porta presto ad eseguire importanti opere pubbliche.

La prima esposizione di successo è a Lugano in Svizzera presso la Galleria Dante, nel 1966. Seguiranno, nell'arco della sua lunga vita d'artista, molte personali in Italia e in altre nazioni.

Mostre personali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1929 - Castiglioncello, Sala del Comune.
  • 1966 - Lugano, Galleria Dante.
  • 1967 - Locarno, Galleria Locarno - Cernusco s/Naviglio, Galleria Nuova Esp. Padana.
  • 1968 - Grado, Sala Azienda Soggiorno - Serravalle Sesia, Minigalleria dell'Estate Valsesiana - Como, Sala del Corriere della Provincia.
  • 1969 - Milano, Galleria dei Centro Valori - Novara, Salone del Broletto - Siena, Galleria La Mossa.
  • 1970 - Treviso, Galleria Mignon - Arezzo, Galleria «7 di Quadri» - Napoli, Galleria Duccio.
  • 1971 - Siena, Galleria Jacopo della Quercia - Roma, Galleria Battaggia all'Eliseo.
  • 1972 - Imperia, Galleria Civica «Il Rondò» - Toscolano Maderno, Galleria. «Sede» (ospite d'onore).
  • 1973 - Seregno, Galleria «Gi3».
  • 1974 - Breganzona Lugano, Galleria «Cascina» - Milano, Galleria «II Mercante» - Brindisi, Galleria Centrarle Falanto - Firenze, Galleria Michelucci.
  • 1975 - Crotone, Galleria Zeusi - Catania, New Gallery – Firenze, Centro Cult. «A. Viviani».
  • 1976 - Siena - Galleria «La Mossa» - Milano, Galleria «Comunità d'Arte S. Carlo» - Seregno, Salone «XXIV Maggio» Patrocinata dal Comune.
  • 1977 - Viareggio, Storico Palazzo Paolina Bonaparte, Mostra Antologica «1928-1977» organizzata dal Comune, Assessorato alla Cultura.
  • 1978 - Lugano, Galleria Elicottero - Crotone, Galleria Zeusi - Toscolano Maderno, «Club A.M.» (ospite d'onore) - Foggia, Galleria Valleri.
  • 1979 - Prato, Centro Promozionale Artistico Culturale, Mostra Antologica.
  • 1980 - Lissone, Famiglia Artistica Lissonese.- St. Louis (Missouri) U.S.A,. International Tessiner Gallery.
  • 1981 - Lurate Caccivio, Galleria L'Albatro - Milano, Centro Artistico Svizzero, Mostra Antologica - Crotone, Galleria Zeusi - Lecco, Galleria Visconti.
  • 1982 - Pfàffikon/SZ, Seedamm Kulturzentrum, Mostra Antologica 1928-1982.
  • 1983 - Catanzaro, Centro d'Arte Delta - Messina, Galleria «La Meridiana».
  • 1984 - Berna, Campagne Rosenberg Galerie.
  • 1985 - Milano, Ripartizione Cultura e Spettacolo, Biblioteca Comunale Palazzo Sormani: opere grafiche dal 1970-1985.
  • 1985 - Morcote, Lugano, Fondazione Caccia-Busca.
  • 1987 - Foggia, Palazzetto dell'Arte Sala Grigia, Palazzo Dogana Galleria d'Arte Moderna e Galleria Valleri Arte, Mostra Antologica.
  • 1995 - Città di Pietrasanta, Sala dei Putti, Chiostro di S. Agostino.
  • 1996 - Comune di Camaiore, Villa le Pianore, Istituto Cavanis.
  • 1997 - Lecce, Centro Studi Arte/Cultura e Circolo Cittadino - Napoli, Ex Refettorio di S. Lorenzo Maggiore.
  • 1995 - Città di Pietrasanta, Sala dei Putti, Chiostro di S. Agostino.
  • 1996 - Comune di Camaiore, Villa le Pianore Istituto Cavanis.
  • 1997 - Lecce, Centro Studi Arte/Cultura e Circolo Cittadino - Napoli, Ex Refettorio di S. Lorenzo Maggiore.
  • 1998 - Massa, Palazzo Ducale.
  • 2002 - Pietrasanta, Chiesa di S.Agostino
  • 2002 - Seregno, Galleria Civica Enzo Mariani.
  • 2012 – Lucca, Palazzo Ducale.

Opere in collezioni pubbliche[modifica | modifica wikitesto]

  • Palazzo Comunale, Rosignano Marittimo
  • Azienda di Soggiorno, Grado
  • Palazzo Comunale, Inverigo
  • Galleria Civica, Marsala
  • Palazzo Comunale, Seregno
  • Casa Natale Pio XI, Desio
  • Muzeum Narodowe, Krakovie
  • Pinacoteca Comunale, Marsala
  • Raccolte Civiche, Milano
  • Galleria Arte Moderna e Contemporanea, Viareggio
  • Museo della Marineria, Viareggio
  • Raccolte della Provincia, Foggia
  • Collezione Banca di Monteriggioni, Siena
  • Collezione Banca di San Marino, San Marino
  • Tribunale di Desio, Desio
  • Chiesa Beato Andrea, Peschiera del Garda
  • Palazzo Comunale, Cerro Maggiore
  • Presidenza CONI, Roma
  • Biblioteca Civica, Seregno
  • Galleria Civica, Imperia

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonella Serafini, Giorgio Michetti, un artista, tre vite, Pisa, Edizioni ETS, 2009.
Controllo di autoritàVIAF: (EN5870514