Giorgio Gatti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giorgio Gatti (Poggio a Caiano, 1º novembre 1948Roma, 1º aprile 2021[1]) è stato un baritono italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò canto a Firenze con il tenore Vincenzo Guerrieri e successivamente, presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, con Maria Teresa Pediconi. Si perfezionò con il maestro Renato Federighi a Roma, con il soprano Maria Luisa Zeri e il maestro Luciano Bettarini a Prato.

Nel 1971 vinse il concorso Teatro lirico sperimentale "Adriano Belli" di Spoleto, e debuttò al Teatro Nuovo nei ruoli di Taddeo nell'Italiana in Algeri di Gioacchino Rossini, Silvio in Pagliacci di Ruggero Leoncavallo e 'Sigismondo' ne Il giovedì grasso di Gaetano Donizetti.

Vinse nel 1972 la rassegna televisiva internazionale «Voci nuove rossiniane» indetta dalla Radio Televisione Italiana. Ha partecipato ad alcune «prime» assolute: Jaufré Rudel e Trilby di Adolfo Gandino; L'orso di Silvano Sardi; Quattro odi di Orazio di Bruno Nicolai; Domanda e risposte di Virgilio Mortari; Perch'io di Roberto Gianotti; Una notte di gioia di Arturo Annecchino; Gloria di Franco Ferroni.

Ha fatto parte del complesso «Piccolo Teatro Musicale della città di Roma» con «I Virtuosi di Roma» diretto dal maestro Renato Fasano (1970-1977) e «Gruppo Recitar Cantando» (1980-1990) diretto dal maestro Fausto Razzi, specializzato nell'interpretazione di musiche del Cinquecento e del Seicento. Esegue dal 1972 in duo con la moglie Maria Teresa Conti, pianista e clavicembalista, concerti di musica da camera.

Ha preso parte a tre produzioni televisive trasmesse in mondovisione: - Tosca nei luoghi e nelle ore di Tosca (1992) un film in diretta Rai 1 trasmesso in 107 paesi nei 5 continenti. 3 Emmy Awards, "Avvenimento dell'anno" del Classical Music Awards. "Migliore Programma Televisivo Mondiale" del Bafta. Lo spettacolo, con la regia di Giuseppe Patroni Griffi, vede impegnati anche Catherine Malfitano (Tosca), Ruggero Raimondi (Scarpia), Giacomo Prestia (Angelotti), Plácido Domingo (Cavaradossi) e l'Orchestra Sinfonica di Roma della RAI era diretta da Zubin Mehta; - La Traviata a Paris (2000) un film in diretta trasmesso in 125 paesi nei 5 continenti. 4 Emmy Awards come "Migliore programma Musicale dell'anno in Usa". Prix italia come "Migliore Programma del Mondo per le Performing Arts". "Premio speciale della Giuria" al Nombre d'Or di Amsterdam.

Negli ultimi anni, oltre ad ampliare il proprio repertorio nel campo dell'opera buffa italiana del ‘700, si cimentò nel «musical» Caruso la Storia di un mito di Gianluca Terranova, 2002 e nella commedia musicale Victor Victoria di Blake Edwards', 2003. Nel 10 agosto 1997 venne insignito del titolo di cittadino onorario del comune abruzzese di Sante Marie[2].

È morto il 1º aprile 2021 di Covid-19 dopo esser stato ricoverato da giorni in un ospedale di Roma.[3]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È stato sposato con la pianista e clavicembalista Maria Teresa Conti.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

LP 33 giri[modifica | modifica wikitesto]

CD[modifica | modifica wikitesto]

CD Recitals[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Gatti baritono (1971-1987) TimaClub
  • Giorgio Gatti - Arte del Settecento italiano (1971-1992) Bongiovanni
  • Giorgio Gatti - Maria Teresa Conti - Una voce, un pianoforte (1974-1981) Esa/Bongiovanni
  • Nino Porto - liriche da camera (1974-1982) As disc
  • Duo - Giorgio Gatti Baritono - Maria Teresa Conti Pianoforte - Torna caro ideal (1981) Esa/Bongiovanni
  • Giorgio Gatti - L'Arte del Buffo (1986-1990) Bongiovanni

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Covid, addio a Giorgio Gatti, baritono morto a 72 anni: sarà sepolto a Sante Marie, su www.ilmattino.it. URL consultato il 2 aprile 2021.
  2. ^ Giorgio Gatti: cittadino onorario di Sante Marie, su vivereonline.it, Vivere la Marsica (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2015).
  3. ^ Covid, addio a Giorgio Gatti, baritono morto a 72 anni: sarà sepolto a Sante Marie, su www.ilmessaggero.it. URL consultato il 2 aprile 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA. VV. , Giorgio Gatti. Contributi per una biografia artistica, Associazione Culturale “Ardengo Soffici”, Poggio a Caiano (Prato), 1998, pp. 116.
  • AA. VV. , 30 anni di carriera. Giorgio Gatti un animale … da teatro (o sia: “Tutto nel mondo è burla”), Attucci Editrice, Carmignano (Prato), 2001, pp. 408.
  • Basso Alberto, Storia della musica, Il Novecento, Cronologia , U.T.E.T., Torino, 2005, pp. 535-536.
  • Buti Angiolo, Giorgio Gatti. Un artista poggese nel mondo, Associazione Culturale “Ardengo Soffici”, Pentalinea Editore, Prato, 2003, pp. 40.
  • Corsetti Luigi, Dolci Emanuela, Giorgio Gatti «Sante ampolle! Un mio ritratto!» Pentalinea Editore, Prato, 2011, pp. 32.
  • Del Fante Mario, Il bel canto nella piana fiorentina, Signa, Nuova Toscana Editrice, 2004, pp. 47-53.
  • Del Fante Mario, Giorgio Gatti baritono, in Dal Grande Caruso al piccolo Caruso. Il Belcanto in Toscana, Signa, Masso delle Fate Edizioni, 2009, pp. 162-175 (II edizione rivista e aggiornata).
  • Dizionario degli interpreti musicali. Musica classica ed operistica, a cura di Loris M. Marchetti e Cristina Santarelli, Tea « I Dizionari » U.T.E.T., Torino, 1993, pp. 186-187.
  • Dizionario Enciclopedico Universale della musica e dei musicisti, diretto da Alberto Basso , U.T.E.T., Torino, 1990, appendice, pp. 308-309.
  • Dizionario Enciclopedico Universale della musica e dei musicisti, diretto da Alberto Basso , U.T.E.T., Torino, 2004, appendice 2005, p. 181.
  • Giudici Elvio, L'opera in CD e video, Il Saggiatore, Milano, 1999, pp. 6, 182,200,234,387,394,427,517-518, 693-694, 921, 932, 1020, 1140, 1248, 1257, 1263-1266. (Nuova edizione aggiornata e ampliata)
  • Malatesta Enrico, Quando canto dedico il mio lavoro a Padre Pio, in Padre Pio, La vita – I miracoli, fasc. 43, volume II, Peruzzo Editore, Milano, 1994, pp. 842-849.
  • Mioli Piero, Giorgio Gatti ossia il gioco del canto antico, Associazione Culturale “Ardengo Soffici”, Poggio a Caiano (Prato), 1995, pp. 28. (2ª edizione con aggiorna-mento bibliografico e repertorio)
  • Mioli Piero, Cento voci d'opera, Gioiosa Editrice, Sannicandro Garganico (Foggia), 2001, pp. 191-196.
  • Stinchelli Enrico, Le stelle della lirica. I grandi cantanti della storia dell'opera, Gremese Editore, Roma, 2002, p. 178. (2ª edizione)
  • Zimei Francesco, La fertile armonia. Venticinque anni dell'Orchestra Sinfonica Abruzzese (1975-2000), Gruppo Tipografico Editoriale, L'Aquila, 2001, pp. 55, 112-113, 115, 118, 121, 123, 126, 129, 142-143.
  • Emanuela Dolci (a cura di), Giorgio Gatti si racconta. "Mille grazie, miei signori", pp. VI+114, Varese, Zecchini Editore, 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN243737686 · ISNI (EN0000 0004 0031 4122 · LCCN (ENnr90005476 · BNF (FRcb13995644g (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr90005476