Giorgio Bambini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giorgio Bambini
Giorgio Bambini 1968.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 192 cm
Peso 81 kg
Pugilato Boxing pictogram.svg
Categoria Pesi massimi
Ritirato 29 novembre 1971
Carriera
Incontri disputati
Totali 15
Vinti (KO) 15 (5)
Persi (KO) 0
Pareggiati 0
Palmarès
Giochi olimpici 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Giorgio Bambini (La Spezia, 24 febbraio 1944La Spezia, 13 novembre 2015[1]) è stato un pugile italiano, medaglia di bronzo, nei pesi massimi, ai Giochi olimpici di Città del Messico 1968.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Allievo di Tito Rodinetti, da dilettante ha conquistato un titolo italiano e la medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo 1967 disputati a Tunisi, battendo in finale il greco Efstathios Alexopoulos. L'anno dopo, ai Giochi Olimpici di Città del Messico sconfisse nei primi turni il tedesco occidentale Dieter Renz e il bulgaro Kiril Pandov, per poi venire sconfitto per KO in semifinale da George Foreman, conquistando comunque l'unica medaglia italiana nel pugilato in quell'edizione dei Giochi[2].

Passato professionista dopo le Olimpiadi, è stato quattro volte campione italiano ed ha chiuso la carriera nel 1971 imbattuto (15 vittorie su altrettanti incontri disputati).

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Note
1968 Giochi olimpici Messico Città del Messico Pesi massimi Bronzo Bronzo

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]