Gioco del Ponte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una stampa settecentesca con il Gioco del Ponte

Il Gioco del Ponte (Giòo der Ponte in Pisano) è una festa storica che ogni anno, l'ultimo sabato di giugno, si svolge sul Ponte di Mezzo a Pisa.

Il Gioco, in cui si fronteggiano le Magistrature (che rappresentano i quartieri cittadini) riunite nelle Parti di Mezzogiorno e Tramontana (a sud e a nord dell'Arno), consiste, nella versione contemporanea, nella spinta di un carrello lungo un binario appositamente montato sul Ponte di Mezzo. Prima della Battaglia si svolge il corteo storico, composto da 710 figuranti, dei quali 41 a cavallo, tutti in costume stile cinquecentesco spagnolo. Il corteo si snoda sulle quattro strade che costeggiano il tratto centrale cittadino del fiume Arno (i cosiddetti Lungarni).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Anticamente, al tempo della Repubblica di Pisa, esisteva un gioco chiamato Mazzascudo in cui si sfidavano cittadini di Pisa divisi in due Fazioni: una definita in della Gazza con i colori rosso-vermiglio, e l'altra del Gallo con i colori oro.

Vista di Pisa durante il Gioco del Ponte, incisione di Anton Francesco Lucini, disegno di Stefano della Bella (1649)

Tale disfida si teneva il giorno di Sant'Antonio Abate (17 gennaio) e continuava per tutto il periodo del carnevale per interrompersi con la Quaresima.

Le regole precise della disputa non sono pervenute fino alla nostra epoca, per lo più tramandate oralmente, ma di sicuro si trattava di una gioco violento, combattuto con mazze e scudi (da cui il nome), in cui si fronteggiavano inizialmente singoli combattenti, per concludersi poi con una battaglia tra le due Fazioni, finalizzata alla conquista di un grande spazio delimitato da catene. Tale evento si disputava nell'attuale Piazza dei Cavalieri, che all'epoca si chiamava Piazza degli Anziani (o delle Sette Vie) e con ogni probabilità serviva da allenamento per i soldati delle Societates Armorum cittadine, sempre pronti a combattere per l'orgogliosissima Repubblica Pisana. Tale ipotesi viene rafforzata dal fatto che questo gioco fu vietato dai fiorentini nel 1407, all'indomani dell'occupazione, evidentemente non solo per sopprimere un ulteriore ricordo di Pisa libera.

Nel corso dei secoli il Gioco è stato più volte ripristinato e interrotto, subendo progressive modifiche alla formula originale. In ogni caso esso ha sempre rappresentato la ripresa delle armi da parte degli indomiti Cittadini Pisani, contro gli odiati fiorentini. In seguito con la creazione del Granducato di Toscana i "Medici" inventarono una disputa che venne collocata sul Ponte di Mezzo e alle mazze e agli scudi fu sostituito il Targone, una tavola di legno coi colori delle Squadre cittadine, larga a un'estremità e stretta all'altra, la città divisa in due parti separate dall'Arno, a sud Mezzogiorno o Austro ed a nord Borea o Tramontana. L'ultima Battaglia disputata con questo sistema risale al 6 febbraio 1807, quando la regina reggente d'Etruria, Maria Luisa, che si trovava presente alla manifestazione, dopo essersi resa conto della cruenza della manifestazione sospese nuovamente il Gioco, pronunciando la celebre frase: "per Gioco è troppo, per guerra è poco".

Dopo 120 anni di assenza, nel XX secolo la tradizione venne ripresa dagli studenti universitari durante la festa delle matricole del 1927, durante la quale venne realizzato un elaborato corteo in costume. Solamente a partire dal 1935 venne realizzata la versione moderna del Gioco, a cui assistette Vittorio Emanuele III con tutta la famiglia reale. Il Gioco non venne ripetuto l'anno successivo per via della guerra in Etiopia, ma riprese subito nel 1937, raccogliendo ancora un grande successo di pubblico.

Un'ulteriore pausa si ebbe a causa della seconda guerra mondiale e del conseguente abbattimento del Ponte di Mezzo. Con la sua ricostruzione post-bellica, le dispute ricominciarono ma solo fino al 1963. L'interruzione è durata fino al 1981, quando grazie soprattutto all'Associazione Amici del Gioco del Ponte[1] si concretizzò il ripristino del Gioco: da allora, con la sola eccezione del 2005, il Gioco del Ponte è stato sempre proposto nonostante l'interesse altalenante dei cittadini e delle istituzioni.

Nel periodo storico[2] le squadre e le loro bandiere erano

« della parte Australe Sant'Antonio portava l'insegna o bandiera color di fuoco, San Martino bianca nera e rossa, San Marco, bianca e gialla, i Leoni, nera e bianca, i Dragoni, verde e bianca, i Delfini, turchina e gialla. Le squadre della parte Boreale denominavansi: Santa Maria, coi colori celeste e bianco; San Michele, bianco e rosso; Calci, verde bianco e ...doré; Calcesana, giallo e nero; i Mattaccini, bianco, turchese e fior di pesco; i Satiri, rosso e nero. »

Nelle tre edizioni (1935, 1937, 1938) dell'era fascista[3] il reclutamento era basato sulla suddivisione in rioni (Sant'Antonio, San Martino, San Marco, Porta Fiorentina, San Pietro a Grado, Porta a Mare per la Parte di Mezzogiorno; Santa Maria, Porta a Piagge, Campo, Porta a Lucca, S. Francesco, Barbaricina per la Parte di Tramontana) e la prassi rimane nel periodo postbellico a cui partecipano solo cinque squadre per ogni parte (Sant'Antonio, San Martino, San Marco, Porta Fiorentina, Marina per la Parte di Mezzogiorno; Santa Maria, San Michele, Porta a Lucca, S. Francesco, Porta Nuova per la Parte di Tramontana.

Si ritorna a sei squadre per ogni parte col ripristino dell'82[4] ma, mentre la Parte di Mezzogiorno ritorna allo schema originale, la Parte di Tramontana vede una parziale ridistribuzioni delle bandiere: mentre Santa Maria, Mattaccini e Satiri hanno di nuovo i loro colori; San Francesco prende i colori di San Michele e questi quelli di Calcesana; la sesta squadra prende i colori di Calci ed il nome prima di Calcesana e, nel 1989, di Calci[5].

Organizzazione delle Parti[modifica | modifica wikitesto]

Corteo in costume sul Ponte di Mezzo, nel 1935

Il Gioco del Ponte si svolge una volta all'anno, l'ultima domenica di giugno fino all'anno 2008, dal 2009 la manifestazione è stata spostata all'ultimo sabato di giugno (alla sera prima quindi) con partenza del corteo alle ore 20. L'organizzazione si snoda lungo tutto l'anno, con manifestazioni collaterali, battaglie minori (con squadre di 2, 4, 8 combattenti) in varie località della Provincia di Pisa, divulgazioni nelle scuole, ritrovi conviviali nei quartieri e nelle Parti, e ovviamente con la preparazione dal punto di vista prettamente "militare", ovvero l'allenamento delle Squadre per la battaglia. Ogni Squadra di solito inizia la preparazione dal mese di gennaio, effettuando, nella propria sede, almeno due allenamenti alla settimana.

È previsto che le due Parti abbiano un preciso organigramma interno. La guida spetta al Comando di Parte, che si compone del Comandante Generale, che rappresenta la massima carica e ne dirige l'organizzazione generale (corteo, iniziative nei quartieri, cerimonie varie, ecc.), del Luogotenente Generale, che rappresenta la massima autorità militare e dirige l'organizzazione militare della Parte. Essi sono assistiti, rispettivamente, dal Consigliere Civile e dal Consigliere Militare, e da un Cancelliere ciascuno.

A sua volta, ogni Parte è suddivisa in sei Magistrature, in rappresentanza dei quartieri cittadini. Ognuna di esse è guidata da un Magistrato, coadiuvato dall'Ufficiale Addetto e da tre Consiglieri di Magistratura. I Magistrati sono anche membri del Comando di Parte. Ogni Magistratura, con un lavoro minuzioso che dura praticamente tutto l'anno, organizza la propria Squadra, guidata dal Capitano, ovvero colui che ne cura la preparazione atletica e tecnica nei mesi precedenti la battaglia e la comanda durante i combattimenti, e composta da 20 Combattenti, uno dei quali, solitamente il più esperto, ricopre la carica di Caposchiera (per usare un termine calcistico, l'allenatore in campo, ovvero quello che durante il combattimento trasmette le sensazioni al capitano, e quest'ultimo, di conseguenza, decide i comandi da impartire alla squadra).

Parte di Tramontana (nord dell'Arno)[modifica | modifica wikitesto]

Parte di Mezzogiorno (sud dell'Arno)[modifica | modifica wikitesto]

Svolgimento del Gioco[modifica | modifica wikitesto]

L'assetto moderno del Gioco prevedeva, sino alla fine del secolo scorso, sei combattimenti tra le 12 Magistrature, più una eventuale sfida di spareggio, combattuta tra due squadre composte dai migliori combattenti delle Parti (dette "nazionali"). In molte occasioni, a causa della difficoltà nel trovare combattenti disponibili e risorse per sostenere l'ingente impegno logistico ed organizzativo, alcune Magistrature venivano accorpate da ambo le Parti e i combattimenti ridotti di numero.

Anche a seguito di vicende accadute nell'edizione 2005, non disputata, il Gioco del Ponte si è svolto sino all'edizione 2007 tra quattro squadre, due per Parte, composte ciascuna da trenta combattenti, e prevedeva una eventuale "bella " di spareggio. Vinceva la Parte che totalizzava due punti.

Gioco del Ponte del 29 giugno 1935

A partire dall'edizione 2007, il Gioco viene gestito da una apposita Fondazione, che determina il regolamento, ne gestisce le pubbliche relazioni e le finanze. La stessa Fondazione, nell'ambito di un piano di rilancio del Gioco del Ponte in ambito pisano e nazionale, ha rivisto il regolamento in occasione dell'edizione 2008. Questa, infatti, ha visto di nuovo la partecipazione delle 12 Magistrature e, tra le altre innovazioni, è stato introdotto un combattimento fra due squadre composte di combattenti under-25. Questo particolare combattimento, che vale 1,5 punti e quindi elimina di fatto la necessità dello spareggio, deve durare al massimo 4 minuti dal via e prevede che dei 20 combattenti di una squadra, 10 siano subito schierati sotto il carrello e 10 montino, 2 ogni 30 secondi, durante il combattimento stesso. Ciò è stato deciso con l'intenzione di conferire dinamicità al Gioco, in modo da risultare più avvincente anche per il pubblico.

Dal 2010, segno evidente che qualsiasi modifica aveva destabilizzato il Gioco[senza fonte], si è tornati all'assetto di sei combattimenti con eventuale spareggio.

Indipendentemente dal numero delle Magistrature partecipanti, comunque, un combattimento si svolge con le stesse regole di base. Una volta schierati i combattenti ai due lati del "carrello" bloccato in posizione di partenza, ovvero centrale sul ponte, i Capitani li preparano per la partenza ordinando di esercitare la massima spinta possibile. Quando i capitani ritengono che la pressione esercitata sia adeguata, danno comune consenso al giudice di gara, il quale sgancia immediatamente il carrello che è dunque libero di muoversi lungo i binari. A questo punto, sta nella forza relativa delle due Squadre determinare la durata e l'intensità del combattimento stesso, che può durare da pochi secondi a decine di minuti: il record attuale è di 23 minuti e 18 secondi, stabilito nel 2015 nella sfida tra San Michele e San Marco, con vittoria dei primi, mentre quello di brevità risale al 2010 in cui i Dragoni vinsero su Santa Maria in 11 secondi.

L'obiettivo del gioco è spingere il carrello verso la parte avversaria; il combattimento termina quando cade la bandierina di fine corsa, da un lato o dall'altro. Durante il combattimento, che oltre alla forza è determinato dall'astuzia e dall'esperienza dei Capitani e dei combattenti, si distinguono fasi di "pressione", in cui una squadra lentamente ma inesorabilmente aumenta appunto la forza con cui spinge, e fasi di "attacco", che generalmente si realizza quando una squadra, all'unisono, effettua un piegamento sulle gambe. L'attacco si dice che "entra" quando i combattenti della squadra che attacca riescono a distendersi sotto il tubo a seguito del piegamento, avendo dunque guadagnato preziosi centimetri.

Gioco del Ponte 2004, San Michele contro San Martino

La posizione della spinta, frutto di anni di esperienza e raggiunta per approssimazioni successive[6], si ottiene poggiando il collo e le spalle sui bracci del carrello, spingendo quindi all'indietro. Il regolamento prevede che si possano utilizzare alcuni dispositivi di protezione individuale:

  • un cuscino, rigido o meno, di materiale vario, che viene posizionato tra le spalle del combattente ed il tubo del carrello;
  • una cintura, generalmente di cuoio pesante (simile a quelle usate per il sollevamento pesi) a protezione della schiena, cui è attaccato un bastone che serve al combattente per poggiarvi le mani ed esercitare una spinta anche con le braccia;
  • scarpe, generalmente modificate, con una sorta di tacco sulla punta in modo da mantenere il naturale angolo retto tra la caviglia e la gamba, altrimenti impossibile data la peculiare posizione di spinta.

Controversie esistono in merito all'uso di bustini, corpetti rigidi e quant'altro atto a tutelare la schiena nel momento della spinta. Il regolamento tecnico attuale non vieta espressamente l'impiego di tali ausili tecnici.[7]

Gergo tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni termini, pur con marcate differenze tra le Magistrature, vengono utilizzati dal Capitano e dai combattenti per comunicare durante lo svolgimento del combattimento:

  • "entra ": quando il Capitano chiama i combattenti ad esercitare la pressione costante o a caricare in vista di un attacco, oppure quando un attacco è andato a buon fine ("l'attacco è entrato"); ogni Capitano fa intendere ai propri combattenti quando è il momento di attaccare e quindi caricare con modalità diverse e tenute gelosamente segrete, per non lasciare troppo agio all'avversario nell'interpretare le sue mosse;
  • "venire indietro ": quando la squadra soffre e deve quindi effettuare dei passi avanti, perdendo centimetri di corsa del carrello, per potersi riposizionare stabilmente;
  • "steccarsi ": si dice dell'atto di riprendere la corretta posizione di spinta sotto il carrello;
  • "dondolino ": un intenso scambio di attacchi tra le due squadre; una squadra attacca, l'avversaria riceve l'attacco e risponde a sua volta con un attacco e così via sino a che una delle due squadre riesce a "fare entrare" in maniera definitiva l'attacco;
  • "vuoto ": si dice quando si avverte un calo di pressione da parte della squadra avversaria ed è, in genere, il momento di attaccare;
  • "su di vita": un moderato aumento di pressione che si esercita non con le gambe, ma con le braccia e la schiena;
  • "eccoli ": esortazione del Capitano che intuisce l'arrivo di un attacco da parte dell'avversario e chiama i suoi combattenti ad esercitare la massima resistenza;
  • "rincalzare ": si dice dell'atto di accrescere la pressione esercitata dal combattente con la moderata flessione di una gamba.

Come detto, ogni Magistratura sviluppa un proprio gergo e segnali convenzionali per gestire, incompresa dall'avversario, il combattimento. Tra i combattenti si possono distinguere alcuni ruoli convenzionali, propri forse di un'epoca passata del Gioco. A seconda delle caratteristiche fisiche e di spinta del combattente, questo si può quindi classificare in "combattente di tenuta" quando questi riesca a esercitare una spinta considerevole per un periodo prolungato di tempo, o in "combattente da massimale", quando questi riesca ad avere un massimale di spinta molto considerevole. Combattenti di eccezionali doti fisiche possono manifestare entrambe le caratteristiche. Inoltre, a seconda della posizione sul tubo, si distingue in "interno" ed "esterno": l'esterno è generalmente un combattente molto potente, che è in grado di esercitare una forte pressione istantanea sul tubo mentre l'interno, generalmente più basso di statura ma non necessariamente meno potente dell'esterno, regge il tubo al compagno una volta che questi abbia esaurito il suo spunto e necessiti di un momento di riposo per steccarsi e rientrare in pressione.

Da notare che il Gioco del Ponte disputato col carrello, ideato da Ferruccio Giovannini, ha sempre suscitato molte critiche in città e fuori, a causa della sua staticità e soprattutto del suo snaturamento: il Gioco del Ponte, infatti, per sua natura è sempre stato lo scontro fra le due Parti della città di Pisa (Tramontana e Mezzogiorno), non tra i quartieri.[8]

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Anno e Vincitore Squadra di Tramontana Squadra di Mezzogiorno Durata dello scontro
2017 : Tramontana 4-2 Stemma calci.svg Calci Stemma dragoni.svg Dragoni 9'19"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma SanMarco.svg San Marco 5'15"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma delfini.svg Delfini 1'27"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma Leoni.svg Leoni 5'33"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma sanMartino.svg San Martino 15'29"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 3'08"
2016 : Mezzogiorno 4-3 (spareggio) Stemma calci.svg Calci Stemma delfini.svg Delfini 10'15"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma dragoni.svg Dragoni 11'30"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 6'19"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma sanMartino.svg San Martino 2'40"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma Leoni.svg Leoni 3'50"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma SanMarco.svg San Marco 21'
Tramontana Mezzogiorno
2015 : Tramontana 4-3 (spareggio) Stemma satiri.svg Satiri Stemma delfini.svg Delfini 0'43"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma dragoni.svg Dragoni 6'49"
Stemma calci.svg Calci Stemma sanMartino.svg San Martino 4'42"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 11'40"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma SanMarco.svg San Marco 23'18"(record)
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma Leoni.svg Leoni 6'46"
Tramontana Mezzogiorno 14'42"
2014 : Tramontana 4-3 (spareggio) Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma dragoni.svg Dragoni 3'45"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma SanMarco.svg San Marco 6'36"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 22'33"
Stemma calci.svg Calci Stemma delfini.svg Delfini 2'15"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma sanMartino.svg San Martino 4'16"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma Leoni.svg Leoni 1'43"
Tramontana Mezzogiorno 12'53"
2013 : Tramontana 5-1[9] Stemma calci.svg Calci Stemma Leoni.svg Leoni 12'42"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Delfini 9'20"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma sanMartino.svg San Martino 1'33"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 13'33"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma dragoni.svg Dragoni 3'36"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma SanMarco.svg San Marco 4'57"
2012 : Tramontana 4-3 (spareggio) Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma sanMartino.svg San Martino 8'35"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 2'11"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma SanMarco.svg San Marco 3'26"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Delfini 2'00"
Stemma calci.svg Calci Stemma Leoni.svg Leoni 9'14"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma dragoni.svg Dragoni 6'13"
Tramontana Mezzogiorno 6'02"
2011 : Mezzogiorno 4-2 Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma sanMartino.svg San Martino 3'51"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma SanMarco.svg San Marco 0'44"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma dragoni.svg Dragoni 5'18"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma Leoni.svg Leoni 4'29"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 9'28"
Stemma calci.svg Calci Stemma delfini.svg Delfini 1'21"
2010 : Tramontana 4-3 (spareggio)[10][11] Stemma calci.svg Calci Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 3'38"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma sanMartino.svg San Martino 6'00"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma SanMarco.svg San Marco 0'43"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma delfini.svg Delfini 1'42"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma Leoni.svg Leoni 0'57"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma dragoni.svg Dragoni 0'11"(Il + breve)
Tramontana Mezzogiorno 9'01"
2009 : Tramontana 4-2 Stemma satiri.svg Satiri Stemma dragoni.svg Dragoni 9'35"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 4'58"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma delfini.svg Delfini 0'38"
Stemma santamaria.svg Santa Maria under 25 Stemma Leoni.svg Leoni under 25' 3'15"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma SanMarco.svg San Marco 4'30"
Stemma calci.svg Calci Stemma sanMartino.svg San Martino 5'00"
2008 : Tramontana 5-1 Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma dragoni.svg Dragoni
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Delfini
Stemma satiri.svg Satiri under 25 Stemma Leoni.svg Leoni under 25
Stemma calci.svg Calci Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma SanMarco.svg San Marco
2007 : Tramontana 2-1 (spareggio) Tramontana Mezzogiorno
Tramontana Mezzogiorno
2006 : Tramontana 2-1 (spareggio) Tramontana Mezzogiorno 0'57"
Tramontana Mezzogiorno 5'49"
2005 : non disputato
2004 : Tramontana 3-2 Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Delfini
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma dragoni.svg Dragoni e Stemma Leoni.svg Leoni
Stemma calci.svg Calci Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco e Stemma satiri.svg Satiri Stemma SanMarco.svg San Marco
2003 : Tramontana 3-0 Stemma SanFrancesco.svg San Francesco e Stemma satiri.svg Satiri Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio e Stemma delfini.svg Delfini
Stemma SanMichele.svg San Michele e Stemma calci.svg Calci Stemma sanMartino.svg San Martino e Stemma dragoni.svg Dragoni
Stemma mattaccini.svg Mattaccini e Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma SanMarco.svg San Marco e Stemma Leoni.svg Leoni
2002 : Tramontana 3-0 Stemma satiri.svg Satiri e Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio e Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco e Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Delfini e Stemma Leoni.svg Leoni
Stemma SanMichele.svg San Michele e Stemma calci.svg Calci Stemma SanMarco.svg San Marco e Stemma dragoni.svg Dragoni
2001 : Tramontana 3-2 Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 9'01"
Stemma satiri.svg Satiri e Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma sanMartino.svg San Martino e Stemma Leoni.svg Leoni 6'33"
Stemma calci.svg Calci Stemma dragoni.svg Dragoni 1'57"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Delfini
2000 : Parità 3-3 Stemma calci.svg Calci Stemma SanMarco.svg San Marco 11'25"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 2'29"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma dragoni.svg Dragoni 3'09"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma sanMartino.svg San Martino 2'15"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Delfini 10'53"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma Leoni.svg Leoni 1'22"
1999 : Tramontana 5-1 Stemma calci.svg Calci Stemma Leoni.svg Leoni 7'40"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Delfini 5'20"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma SanMarco.svg San Marco 1'37"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma sanMartino.svg San Martino 4'27"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma dragoni.svg Dragoni
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 8'10"
1998 : Mezzogiorno 4-2 Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma SanMarco.svg San Marco 6'34"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma Leoni.svg Leoni 1'49"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino 7'34"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma dragoni.svg Dragoni 1'16"
Stemma calci.svg Calci Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 0'13"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma delfini.svg Delfini 1'07"
1997 : Parità 3-3 Stemma satiri.svg Satiri Stemma SanMarco.svg San Marco 8'19"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 7'45"
Stemma calci.svg Calci Stemma dragoni.svg Dragoni 2'25"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Delfini 7'51"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma Leoni.svg Leoni 8'38"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino 7'41"
1996 : Mezzogiorno 4-3 (spareggio) Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Delfini 4'33"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma sanMartino.svg San Martino 7'03"
Stemma calci.svg Calci Stemma Leoni.svg Leoni 1'46"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 8'45"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma dragoni.svg Dragoni 2'59"
1995 : Tramontana 4-2 Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma dragoni.svg Dragoni 2'22"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma sanMartino.svg San Martino 2'15"
Stemma calci.svg Calci Stemma delfini.svg Delfini
Stemma satiri.svg Satiri Stemma SanMarco.svg San Marco 1'38"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma Leoni.svg Leoni 6'59"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 6'33"
1994 : Mezzogiorno 4-2 Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma Leoni.svg Leoni 7'04"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma SanMarco.svg San Marco 8'16"
Stemma calci.svg Calci Stemma dragoni.svg Dragoni 11'46"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 2'48"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Delfini 9'25"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma sanMartino.svg San Martino 0'49"
1993 : Tramontana 4-3 (spareggio) Stemma calci.svg Calci Stemma Leoni.svg Leoni 6'51"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma dragoni.svg Dragoni 9'04"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino 0'19"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma SanMarco.svg San Marco 1'50"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Delfini 9'32"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 3'45"
1992 : Tramontana 5-1 Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma dragoni.svg Dragoni 1'44"
Stemma calci.svg Calci Stemma sanMartino.svg San Martino 1'59"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Delfini 22'25"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 3'34"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma Leoni.svg Leoni 12'09"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma SanMarco.svg San Marco
1991 : Tramontana 4-3 (spareggio) Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma Leoni.svg Leoni 1'38"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma SanMarco.svg San Marco 5'57"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma dragoni.svg Dragoni 4'21"
Stemma calci.svg Calci Stemma delfini.svg Delfini 7'31"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 2'29"
1990 : Mezzogiorno 4-3 (spareggio) Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma dragoni.svg Dragoni 5'01"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma satiri.svg Satiri Stemma delfini.svg Delfini 0'12"
Stemma calci.svg Calci Stemma Leoni.svg Leoni
1989 : Mezzogiorno 4-2 Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma sanMartino.svg San Martino 5'50"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma Leoni.svg Leoni 2'15"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma delfini.svg Delfini 11'23"
Stemma calci.svg Calci Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 3'25"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma dragoni.svg Dragoni 14'02"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma SanMarco.svg San Marco 0'44"
1988 : Mezzogiorno 4-3 (spareggio) Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 19'34"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma sanMartino.svg San Martino 0'15"
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Delfini 0'12"
Stemma calci.svg Calci Stemma dragoni.svg Dragoni 0'28"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma SanMarco.svg San Marco 18'36"
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma Leoni.svg Leoni
1987 : Mezzogiorno 6-0 Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma SanMarco.svg San Marco 15'06"
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma sanMartino.svg San Martino 3'00'
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Delfini 0'33"
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma dragoni.svg Dragoni 14'02"
Stemma calci.svg Calci Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio 3'56"
Stemma satiri.svg Satiri Stemma Leoni.svg Leoni 1'34"
1986 : Mezzogiorno 4-3 (spareggio) Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma satiri.svg Satiri Stemma delfini.svg Delfini
Stemma calci.svg Calci Stemma dragoni.svg Dragoni
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma Leoni.svg Leoni
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma SanMarco.svg San Marco
1985 : Tramontana 6-0 Stemma satiri.svg Satiri Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma dragoni.svg Dragoni
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma calci.svg Calci Stemma Leoni.svg Leoni
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma delfini.svg Delfini
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino
1984 : Tramontana 5-1 Stemma satiri.svg Satiri Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Delfini
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma Leoni.svg Leoni
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma dragoni.svg Dragoni
Stemma calci.svg Calci Stemma SanMarco.svg San Marco
1983 : Mezzogiorno 4-2 Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma Leoni.svg Leoni
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma satiri.svg Satiri Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma dragoni.svg Dragoni
Stemma calci.svg Calci Stemma delfini.svg Delfini
1982 : Tramontana 4-1 (ultimo incontro non disputato) Stemma calci.svg Calci Stemma Leoni.svg Leoni
Stemma mattaccini.svg Mattaccini Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma satiri.svg Satiri Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Delfini
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma dragoni.svg Dragoni
dal 1964 al 1981: non disputato
1963 : Tramontana 4-1 Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Marina
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
1962 : Tramontana 5-0 Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Marina
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma SanMarco.svg San Marco
1961 : Tramontana 5-0 Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma delfini.svg Marina
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
1960 : Tramontana 3-2 Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma delfini.svg Marina
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
1959 : Tramontana 3-2 Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Marina
1958 : Mezzogiorno 4-1 Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Marina
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
1957 : Mezzogiorno 3-2 Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Marina
Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
1956 : Mezzogiorno 3-2 Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma delfini.svg Marina
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
1955 : Tramontana 3-2 Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma delfini.svg Marina
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma sanMartino.svg San Martino
1954 : Mezzogiorno 3-2 Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma delfini.svg Marina
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
1953 : Mezzogiorno 3-1 (un pareggio) Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma delfini.svg Marina
Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
1952 : Tramontana 3-2 Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Marina
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
1951 : Tramontana 3-2 Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma SanMarco.svg San Marco
Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Marina
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
1950 : Mezzogiorno 3-2 Stemma SanFrancesco.svg San Francesco Stemma sanMartino.svg San Martino
Stemma satiri.svg Porta Nuova Stemma Leoni.svg Porta Fiorentina
Stemma santamaria.svg Santa Maria Stemma santAntonio.svg Sant'Antonio
Stemma SanMichele.svg San Michele Stemma delfini.svg Marina
Stemma mattaccini.svg Porta a Lucca Stemma SanMarco.svg San Marco
  • 1947: Pace Gioco sospeso
  • 1938: Mezzogiorno
  • 1937: Pace
  • 1935: Tramontana

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Associazione Amici del Gioco del Ponte, su www.amicidelgiocodelponte.it. URL consultato l'08 gennaio 2017.
  2. ^ F. Tribolati, p. 42 facendo riferimento a C. Borgi
  3. ^ Il Gioco del Ponte: Le Edizioni fra le due Guerre, gioco.amicidelgiocodelponte.it. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  4. ^ Il Gioco del Ponte: Il Ripristino del Gioco del Ponte del 1982: i Protagonisti, gioco.amicidelgiocodelponte.it. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  5. ^ L'unica squadra fuori dal comune, Il Tirreno, 6-12-2012, iltirreno.gelocal.it. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  6. ^ La spinta, nelle prime edizioni del Gioco moderno, veniva esercitata dal combattente appoggiandosi frontalmente, con una spalla sola, al tubo. La posizione di spinta attuale è stata frutto di una "ricerca" da parte delle squadre di modalità di spinta più efficaci e meno dannose al fisico del combattente stesso.
  7. ^ Cuscino, cintura e scarpe sono stati introdotti tra la fine degli anni '80 e l'inizio degli anni '90. Sono innovazioni frutto dell'arguzia dei combattenti e le forme attuali si sono determinate per modifiche ed approssimazioni successive, succedutesi nel corso degli anni e tuttora in via di evoluzione. Questi ausili servono principalmente per tutelare l'incolumità fisica del combattente in allenamento e durante il combattimento.
  8. ^ Proposte in tal senso si possono trovare al link http://www.stilepisano.it/immagini16/Gioco_ponte.htm
  9. ^ Gioco del Ponte 2013: Tramontana ancora regina, pisainformaflash.it. URL consultato il 30 giugno 2013.
  10. ^ Gioco del Ponte 2010: vittoria di Tramontana, pisanotizie.it. URL consultato il 28 giugno 2010.
  11. ^ Gioco del Ponte, è record di partecipazione, pisainformaflash.comune.pisa.it. URL consultato il 28 giugno 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bibliografia sul Gioco del Ponte, gioco.amicidelgiocodelponte.it.
  • Camillo Borghi, Oplomachia Pisana ovvero la battaglia del Pontr di Pisa, 1712.
  • Felice Trivolati, Scritti Araldici e Cavallereschi, Edizione Orsini De Marzo, 1894.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana