Gioacchino La Barbera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gioacchino La Barbera (Altofonte, 23 novembre 1959) è un mafioso e collaboratore di giustizia italiano.

È uno dei testimoni chiave nel processo contro gli assassini del giudice antimafia Giovanni Falcone e colui che diede materialmente il segnale per far partire l'attentato.[1] Per la sua collaborazione alla strage venne condannato a 14 anni di reclusione.[2] Nel 1994, in seguito al suo pentimento, viene ucciso il padre Girolamo La Barbera detto "Zu Mommo" da Domenico Raccuglia e Michele Traina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie