Gino Settimi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Settimi" rimanda qui. Se stai cercando i personaggi dell'anime e manga Mirai Nikki, vedi Settimi.
Gino Settimi

Presidente della Provincia di Roma
Durata mandato 21 dicembre 1992 –
30 luglio 1993
Predecessore Salvatore Canzoneri
Successore Giorgio Fregosi

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XII, XIII
Gruppo
parlamentare
Democratici di Sinistra - L'Ulivo
Coalizione L'Ulivo
Circoscrizione XV Lazio 1
Collegio 31 - Velletri
Incarichi parlamentari
  • Segretario della IV Commissione permanente
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Comunista Italiano, Partito Democratico della Sinistra, Democratici di Sinistra
Titolo di studio Laurea in sociologia
Professione dirigente

Gino Aldo Settimi (Genzano di Roma, 5 dicembre 1948) è un politico italiano, deputato al Parlamento nella XII e XIII Legislatura; membro delle commissioni Attività produttive, Finanze e Tesoro e segretario della IV commissione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato nel 1974 in Sociologia con indirizzo economico presso l'Università la Sapienza di Roma, dopo aver ottenuto il diploma di Ragioneria presso l'Istituto Cesare Battisti di Velletri.

Da giovanissimo è stato Presidente dell'Alleanza provinciale dei contadini (ora Confederazione Italiana Agricoltori) di Roma e membro della direzione nazionale.

Con il passaggio delle competenze del settore agricolo dallo Stato alle Regioni ha pubblicato il libro: "Agricoltura Regioni ed autonomie locali", con un lavoro approfondito sulla proprietà fondiaria. Successivamente un altro libro relativo ai "piani zonali e la programmazione in agricoltura" oltre a numerosi articoli su riviste e giornali specializzati in agricoltura,

Nel 1978 à stato eletto consigliere nel Comune di Genzano di Roma, incarico che ha ricoperto fino al 1993.

Nel 1985 e nel 1990 è stato eletto consigliere provinciale di Roma risultando in entrambi le elezioni il consigliere più votato.

Dal 1989 al 1992 è stato presidente del "Parco Regionale dei Castelli Romani", istituzione per la quale si era battuto per valorizzare e difendere le bellezze storiche, archeologiche e ambientali dei 19 Comuni dei Castelli Romani.

Nel 1992 è stato eletto Presidente della Provincia di Roma, incarico che ha ricoperto fino ad agosto del 1993.

Nel 1994 e successivamente nel 1996 è stato eletto al Parlamento Italiano, Camera dei Deputati, ricoprendo diversi incarichi nella commissione industria, nella commissione Finanze e Tesoro e nella Commissione Difesa di cui è stato segretario dal 1996 al 2001.È stato promotore di numerose proposte legislative

È stato segretario della Federazione dei Castelli dei Democratici di Sinistra e membro della prima assemblea nazionale del Partito Democratico..

Dal punto di vista professionale è stato Ragioniere Capo del Comune dii Genzano di Roma, e del Consiglio Regionale del Lazio fino al 1976. Dal 2001 al 2005 ha ricoperto incarichi di direzione presso l'assessorato all'agricoltura della Regione Lazio. Dal 2005 al 2010 è stato direttore generale dell'agricoltura.

Controllo di autoritàVIAF (EN30909644 · ISNI (EN0000 0000 2661 1388 · LCCN (ENn83049483