Gina Fasoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luigina (Gina) Fasoli (Bassano del Grappa, 5 giugno 1905Bologna, 1992) è stata una storica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iscrittasi all'Università di Bologna nel 1922, quando era ancora diciassettenne, conseguì la laurea nel 1926, col paleografo Pietro Torelli, discutendo una tesi sugli statuti inediti del comune di Bassano. Dopo la laurea, fu allieva di Luigi Simeoni, chiamato nel 1927 alla cattedra di storia medievale e moderna dell'ateneo bolognese.

Fu docente universitaria dal 1950, prima donna italiana a ricoprire una cattedra di storia medievale. Insegnò dapprima all'Università di Catania, dove fece l'importante conoscenza dell'antropologa Carmelina Naselli e, dal 1957, alla facoltà di Magistero dell'Università di Bologna, sede presso la quale divenne professore emerito dal 1981.

Fu studiosa dell'età medievale, con interessi storiografici che si concentravano sulla società feudale, sui Longobardi e sulla storia delle città.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Approfondimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Memorial per Gina Fasoli. Bibliografia e alcuni inediti, a cura di G. Bocchi, Bologna 1993.
  • L'opera storiografica di Gina Fasoli, «Atti e Memorie della Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna», XLIV, Bologna 1993.
  • La storia come storia della civiltà, Atti del Memorial per Gina Fasoli, a cura di S. Neri e P. Porta, Bologna, 1993.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN34550901 · ISNI (EN0000 0001 0886 7192 · SBN IT\ICCU\CFIV\013457 · LCCN (ENn50011986 · GND (DE137689713 · BNF (FRcb12441334b (data)