Gifted Hands - Il dono

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gifted Hands - Il dono
Gifted Hands.png
Una scena del film
Titolo originale Gifted Hands: The Ben Carson Story
Paese di produzione USA
Anno 2009
Durata 87 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Thomas Carter
Sceneggiatura John Pielmeier
Produttore David A. Rosemont
Fotografia John B. Aronson
Scenografia Warren Alan Young
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Gifted Hands - Il dono è un film del 2009 diretto da Thomas Carter. Il film parla della vita di uno dei più famosi neurochirurghi al mondo: Benjamin Carson (interpretato da Cuba Gooding Jr.), realmente esistito e tuttora praticante del suo lavoro.


Il film inizia con un neurochirurgo chiamato Ben Carson. Questo non sa decidere se fare o no una divisione tra due gemelli siamesi,llo. A questo punto inizia un lungo flashback che ripercorre le fasi della sua vita. Quando aveva 11 anni e andava in prima media, era il peggiore della classe. Prendeva sempre "F" a tutti i compiti e aveva degli scatti d'ira che gli provocano continui rientri ed uscite dalla presidenza. Ben ha un fratello, Curtis; essi vivono con la madre. Quest'ultima è ormai frustrata all'idea di avere dei figli che non studiano e decide quindi di intervenire e fargli studiare tutte le materie. Passano i mesi e si notano i cambiamenti, da peggiore della classe, Ben diventa il migliore. Prende sempre "A" a tutti i compiti e vince persino delle gare di spelling. Più tardi Ben va al liceo, qui trova alcuni ragazzi che lo fanno diventare loro amico. Giocano durante i pomeriggi e comprano dei coltellini in caso di pericolo. Ben in questi ultimi tempi è diventato esigente e si arrabbia esageratamente anche per una piccola cosa. Tutti in famiglia sono spaventati dal suo carattere. Un giorno Ben rischia anche di trafiggere col coltellino uno dei suoi "amici" per uno di questi scatti d'ira. Anni dopo arriva all'università e qui si fidanza. Decide quindi di studiare Medicina per specializzarsi successivamente in neurochirurgia, perché il cervello lo affascina. Dopo la laurea partecipa al concorso di ammissione alla scuola di specializzazione in neurochirurgia di uno degli ospedali più prestigiosi del mondo, ovvero il "Johns Hopkins Hospital". Lo accettano. All'inizio tutti sono contro di lui per via del razzismo, ma 4 anni più tardi Ben è diventato primario di neurochirurgia. Il film riprende quindi da dove lo si era interrotto. Ben ora ha 2 figli e due gemelli in arrivo da sua moglie. Durante la sua decisione se compiere o no l'intervento di divisione, Ben va a dormire con sua moglie incinta ma presto questa lo sveglia perché sta perdendo sangue. I due vanno subito all'ospedale e dopo alcune ore di attesa si scopre che sua moglie è sopravvissuta, ma i gemelli nascituri sono deceduti. Ben allora decide di compiere l'intervento ai gemelli siamesi. Arriva il giorno dell'intervento, ci sono 22 chirurghi specializzati in diverse materie per compierlo. L'intervento, dopo 22 ore, si conclude con la separazione riuscita dei due gemelli. Da quel momento in poi, Ben diventa l'icona dell'ospedale. Giornali e televisioni lo riprendono. Ben riesce a compiere un'altra impresa: curare una ragazzina affetta da frequenti episodi convulsivi a causa di una gravissima forma di epilessia, e che nessun altro medico è riuscita a curare. Il neurochirurgo infatti riesce a curare l'alterazione che aveva nel cervello. Il film finisce con alcune scritte che spiegano che Ben Carson lavora tuttora nel Johns Hopkins Hospital e che ha fatto altri 5 interventi di divisione gemellare dividendo i cervelli.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]