Gibberling

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nel gioco di ruolo Dungeons & Dragons, il gibberling è una creatura umanoide.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il gibberlin appare come un umanoide muscoloso, puzzolente, che spesso cammina a quattro zampe. Ha una folta criniera pelosa come un leone, di colore nero scuro o blu notte. La pelle è ricoperta di un rado pelo nero, ed è di colore viola, viola scuro, talvolta blu o marrone. La sua altezza si aggira intorno al metro e mezzo, ma spesso possono apparire più bassi, in quanto camminano e corrono a quattro zampe e non sanno stare in posizione eretta. Hanno i sensi molto sviluppati e sanno riconoscere l'odore di carne umana o animale da moltissimi metri di distanza.

Non si riesce a distinguere fra gibberling maschio e femmina, ma si suppone che siano mammiferi.

Carattere[modifica | modifica wikitesto]

Sono esseri malvagi, spinti per lo più dalla voglia di far danni o semplicemente di cibo (sono carnivori). Non hanno un'intelligenza elevata, e non riescono quindi ad utilizzare armi da lancio, da tiro o armi in cui è richiesta una certa dose di tecnica.

Tattica di combattimento[modifica | modifica wikitesto]

Attaccano quasi sempre con i loro artigli, ma talvolta possono utilizzare — in modo rudimentale — coltelli o clave. Spesso cacciano durante la notte (ciò spiega il motivo per cui la loro pelle ha tonalità scure). Molto spesso, gli avventurieri che si accampano in zone infestate da gibberling subiscono attacchi notturni da parte di branchi costituiti da cinquanta fino a duecento esemplari. Anche se numerosi, per un gruppo di avventurieri ben armati e addestrati al combattimento i gibberling non costituiscono un elevato pericolo, in quanto combattono senza strategia e senza astuzia, limitandosi a correre incontro alla preda finché non l'hanno a portata di artiglio.

I gibberling in Forgotten Realms[modifica | modifica wikitesto]

Nel videogioco Baldur's Gate, i gibberling si trovano nelle prime zone che il giocatore esplora; si presentano in gruppi da tre a otto esseri. Nel gioco, sono gli avversari più deboli che si affrontano (con la sola possibile eccezione degli Xvart); tuttavia, se per qualche ragione il gruppo di avventurieri controllato dal giocatore si accampa per riposare in una loro zona di caccia, è molto probabile che venga svegliato in seguito all'attacco dei gibberling.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Turnbull, Don, ed. Fiend Folio (TSR, 1981).
  • Williams, Skip, et al. Monstrous Compendium Fiend Folio Appendix (TSR, 1992).
  • Stewart, Doug, ed. Monstrous Manual (TSR, 1994).
  • Cordell, Bruce, The Gates of Firestorm Peak (TSR, 1999).
  • Brown, Lloyd III. "Primitive PC's." Dragon #265 (TSR, 1999).
Giochi di ruolo Portale Giochi di ruolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi di ruolo