Gianni Canova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gian Battista Canova (Castione della Presolana, 16 febbraio 1954) è un critico cinematografico, storico del cinema, autore televisivo, direttore artistico, scrittore e accademico italiano. Dal 5 novembre 2018 è rettore dell'Università IULM di Milano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gianni Canova consegue la laurea in Lettere presso l'Università degli Studi di Milano con una tesi sulla letteratura poliziesca italiana degli anni '30. Durante gli studi universitari matura l'interesse verso i due autori che lo hanno più influenzato e formato durante la sua vita professionale: Alessandro Manzoni e Giorgio Scerbanenco. Nel maggio 1993 fonda insieme a Max Stèfani e dirige fino al dicembre 2010 il mensile di cinema Duel, che dieci anni più tardi (nel dicembre 2003) si trasforma in duellanti.[1] È stato critico cinematografico per la Repubblica, Sette del Corriere della Sera e la Voce di Indro Montanelli. Ha collaborato anche con riviste specializzate come Bianco & nero, Segnocinema, Rolling Stone, e Vogue.[2] Attualmente collabora con il Domenicale de Il Sole 24 Ore ed è membro del comitato scientifico della rivista G|A|M|E,[3] dedicata al post-cinema, nuove identità mediali e critica e teoria comparata dei videogiochi.

Dagli anni ottanta ad oggi Canova ha pubblicato decine di opere di cinema e visual studies tra saggi e curatele. Nel 2002 ha realizzato come curatore il volume sul cinema dell'Enciclopedia Universale Garzanti e ha curato il volume 1965-1969 della Storia del cinema italiano (in 15 volumi) edita dalla Scuola Nazionale di Cinema, pubblicato nell'aprile 2002 da Marsilio. È stato anche curatore di mostre multimediali, tra il 2002 e il 2014, prevalentemente presso la Triennale di Milano.

Per la televisione è stato autore con Felice Pesoli del programma Le parole del cinema (Telepiù). Ha inoltre realizzato format o programmi per Netsystem e My-Tv. Ha collaborato alla realizzazione di Bradipo, sit-com trasmessa nel 2001 da MTV ed è autore della sit-com interattiva Come tu mi vuoi, prodotta e distribuita on line da My-Tv.[2] Dal 2005 ricopre il ruolo di critico cinematografico per Sky Cinema, nonché autore e conduttore del programma Il cinemaniaco.[4]

Canova è stato direttore artistico del Festival “Leggere il Novecento” di Ancona (dal 2001 al 2009) e del Noir in Festival (in qualità di delegato IULM dal 2016).[5] Dal 2001 al 2005 ha fatto parte come rappresentante italiano del Comitato scientifico del Festival Internazionale del Film di Locarno (Svizzera) e dal 2005 al 2007 è stato membro del Comitato Scientifico della Festa del Cinema di Roma.[6]

È professore ordinario di Storia del cinema e Filmologia, già Pro Rettore[7] e dal 5 novembre 2018 Rettore della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano, dopo essere stato preside dal 2009 al 2017 della facoltà di Comunicazione, Relazioni Pubbliche e Pubblicità. Nel 2018 il Consiglio d’Amministrazione IULM lo elegge nuovo Rettore. Entrerà in carica a decorrere dal 1º novembre 2018.[8] Prima di entrare in ruolo presso la IULM, ha insegnato Poetiche del cinema contemporaneo presso il Centro sperimentale di cinematografia di Roma e ha tenuto corsi e workshop sulla comunicazione visiva per l’Università Bocconi di Milano.[6] Dal 2010 al 2014 è stato inoltre Presidente della CUC, l’associazione scientifica che raggruppa tutti i docenti di Cinema, televisione e new media delle università italiane. Dal maggio 2017 è membro del consiglio superiore per il cinema e gli audiovisivi istituito presso il MiBACT.[9] Al Consiglio sono attribuiti compiti di consulenza e di supporto nell'elaborazione, nell'attuazione delle politiche di settore e nella predisposizione di indirizzi e criteri generali relativi alla destinazione delle risorse pubbliche nell'ambito del cinema e dell'audiovisivo.[10]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • David Cronenberg, Edizioni Il Castoro, 1994 (seconda edizione aggiornata 2007).
  • Nirvana-Sulle tracce del cinema di Gabriele Salvatores, Zelig Edizioni, Milano 1997.
  • L'occhio che ride, Editoriale Modo, Milano 1999.
  • L'alieno e il pipistrello. La crisi della forma nel cinema contemporaneo, Bompiani, Milano 2000.
  • Giancarlo Basili. Spazio e architettura nel cinema italiano (curatela), Giancarlo Basili. Alexa Edizioni, Milano 2000.
  • La visione dell'invisibile. Saggi e materiali su Le città invisibili di Italo Calvino (curatela; con M. Barenghi e B. Falcetto), Mondadori, Milano 2002.
  • Storia del cinema italiano 1965-1969 G. Canova (curatela), Marsilio-Edizioni di Bianco & Nero, Venezia/Roma 2002, vol. XI.
  • Dreams. I sogni degli italiani in 50 anni di pubblicità televisiva (curatela), Bruno Mondadori Editore, Milano 2004.
  • Robert Zemeckis (curatela), Marsilio, 2008.
  • Cinemania. 10 anni 100 film, il cinema italiano del nuovo millennio, Marsilio, 2010.
  • Quo chi? Di cosa ridiamo quando ridiamo di Checco Zalone, Sagoma, 2016.
  • Divi Duci Guitti Papi Caimani. L'immaginario del potere nel cinema italiano, da Rossellini a The Young Pope, Bietti, 2017.

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Palpebre, Garzanti Libri, 2010.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Pecore in erba, regia di Alberto Caviglia - sé stesso (2015).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1/12/2003 – Dalle ceneri di "Duel" nasce "Duellanti". URL consultato il 27 dicembre 2017.
  2. ^ a b Gianni Canova » Bio, su www.giannicanova.it. URL consultato il 27 dicembre 2017.
  3. ^ Comitato editoriale per la rivista G|A|M|E
  4. ^ Sky Cinema, Film gianni canova news | Sky Cinema, su tg24.sky.it. URL consultato il 27 dicembre 2017.
  5. ^ (EN) Studio Coop, Contatti, in Courmayeur Noir in Festival. URL consultato il 27 dicembre 2017.
  6. ^ a b Canova Gian Battista | IULM, su www.iulm.it. URL consultato il 27 dicembre 2017.
  7. ^ Elezioni Presidi di Facoltà - | IULM, su www.iulm.it. URL consultato il 27 dicembre 2017.
  8. ^ Gianni Canova nuovo Rettore IULM, su www.iulm.it. URL consultato il 28 luglio 2018.
  9. ^ Riconoscimenti per i professori IULM - | IULM, su www.iulm.it. URL consultato il 27 dicembre 2017.
  10. ^ System, NASCE IL CONSIGLIO SUPERIORE DEL CINEMA E DELL’AUDIOVISIVO, RULLI PRESIDENTE
    Franceschini firma decreto nomina componenti organo consultivo cinema
    , su www.beniculturali.it. URL consultato il 27 dicembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN97718390 · ISNI (EN0000 0000 7048 5200 · SBN IT\ICCU\RAVV\010500 · WorldCat Identities (EN97718390