Gianantonio Arnoldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gianantonio Arnoldi

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIV
Gruppo
parlamentare
Forza Italia
Circoscrizione IV (Lombardia 2)
Collegio 19 - Treviglio
Incarichi parlamentari
  • membro della III commissione affari esteri e comunitari (20 giugno 2001 - 17 settembre 2004, 26 aprile 2005 - 27 aprile 2006)
  • membro della VI commissione finanze (17 settembre 2004 - 27 aprile 2006)
  • membro della commissione parlamentare d'inchiesta sulle cause dell'occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti (27 gennaio 2005 - 27 aprile 2006)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia
Professione Dirigente

Gianantonio Arnoldi (Capriate San Gervasio, 12 maggio 1958) è un politico italiano.

Laureato in scienze politiche, dirigente aziendale, è entrato in politica negli anni ottanta con i movimenti cattolici. Al tempo della disgregazione a seguito di Tangentopoli ha fatto parte del CCD.[1] Dal 1995, per 14 anni, è membro di Forza Italia, di cui è stato anche coordinatore provinciale dal 1997.[2] Per il partito di Silvio Berlusconi è stato eletto alla Camera dei deputati nelle 2001, nel collegio uninominale di Treviglio, in Lombardia, in rappresentanza della coalizione di centrodestra.

Arnoldi è anche stato estensore e relatore della legge 363/2003 sulla sicurezza nello sci (legge casco).

Non viene è ricandidato alle elezioni politiche italiane del 2006. Arnoldi con il ministro Saverio Romano diviene responsabile per Expo al Ministero dell'Agricoltura nel 2011[3].

Alle elezioni regionali in Lombardia del 2013 è candidato consigliere regionale per il PDL[4], dichiarandosi in sintonia con il candidato presidente della Lega Nord, Roberto Maroni, in caso di vittoria del quale aspira ad un posto da assessore regionale al turismo.[5]

È stato presidente dal 1987 al 1994 della Federazione Italiana American Football.[6][7] È stato presidente dell'osservatorio parlamentare sul turismo ed è presidente dell'osservatorio bergamasco per il turismo. È stato presidente del Cestec Spa (centro lombardo per lo sviluppo tecnologico e produttivo dell'artigianato e delle piccole e medie imprese) dal 2013 Fusosi con Finlombarda Spa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Corriere della Sera
  2. ^ Tre " azzurri " lasciano Berlusconi per Di Pietro, in Corriere della Sera, 4 dicembre 1997. URL consultato l'8 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2015).
  3. ^ L'Eco di Bergamo
  4. ^ Bergamo Sera
  5. ^ Corriere Bergamo
  6. ^ Scheda di Gianantonio Arnoldi della Federazione Italiana Sport Invernali (PDF) [collegamento interrotto], su fisialpicentrali.it. URL consultato l'8 ottobre 2011.
  7. ^ Arnoldi presidente della FIAF, in Corriere della Sera, 30 giugno 1992. URL consultato l'8 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2015).