Gian Maria Gazzaniga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gazzaniga in visita alla squadra di calcio dell'Empoli nella seconda metà degli anni 1980, mentre posa tra l'allenatore Salvemini (a sinistra) e l'attaccante Ekström (a destra).

Gian Maria Gazzaniga (Codevilla, 6 giugno 1927Retorbido, 11 agosto 2009) è stato un giornalista italiano[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Firma storica del giornalismo sportivo italiano, nella sua carriera lavorò per Tuttosport, Il Giorno (chiamato da Gianni Brera per seguire il calcio), Il Giornale[2] e Libero.

Partecipò come ospite a popolari trasmissioni sportive locali e nazionali, tra cui Il processo di Biscardi, e al programma radiofonico Ho perso il trend con E. Luzzi ed E. Bassignano[3][4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gian Maria Gazzaniga, su francozuccala.it. URL consultato il 18 agosto 2017.
  2. ^ È morto Gazzaniga: il giornalismo è in lutto, su ilgiornale.it, 11 agosto 2009. URL consultato il 18 agosto 2017.
  3. ^ Morto il giornalista Gian Maria Gazzaniga, su gazzettadiparma.it, 11 agosto 2009. URL consultato il 18 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2017).
  4. ^ È morto Gian Maria Gazzaniga. Il cordoglio dell'Inter, su fcinternews.it. URL consultato il 18 agosto 2017.