Giampaolo D'Andrea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giampaolo D'Andrea
Giampaolo D'Andrea.jpg

Sottosegretario di Stato per i rapporti con il Parlamento
Durata mandato 17 maggio 2006 –
7 maggio 2008
Presidente Romano Prodi
Predecessore Cosimo Ventucci
Successore Laura Ravetto

Durata mandato 29 novembre 2011 –
28 aprile 2013
Presidente Mario Monti
Predecessore Laura Ravetto
Successore Sesa Amici

Sottosegretario di Stato del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali
Durata mandato 21 ottobre 1998 –
11 giugno 2001
Presidente Massimo D'Alema, Giuliano Amato
Predecessore Willer Bordon
Successore Nicola Bono

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XIV
Gruppo
parlamentare
Margherita - DL - L'Ulivo
Coalizione L'Ulivo
Circoscrizione Basilicata
Collegio 3 - Matera
Incarichi parlamentari
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XI
Gruppo
parlamentare
DC, PPI
Collegio Potenza
Incarichi parlamentari
  • Componente della 1ª Commissione (Affari Costituzionali)
  • Componente della 2ª Commissione (Giustizia)
Sito istituzionale

Parlamentare europeo
Durata mandato 1994 –
1999
Legislature IV

Dati generali
Partito politico Partito Democratico
Titolo di studio Laurea in filosofia
Professione Professore universitario

Giampaolo Vittorio D'Andrea (Potenza, 18 luglio 1949) è un politico e accademico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in filosofia ha insegnato storia del risorgimento, storia contemporanea e storia economica presso l'Università degli studi di Salerno e l'Università degli Studi della Basilicata, nel 1992 venne eletto deputato tra le file della Democrazia Cristiana e nel 1994 fu eletto parlamentare europeo. Dopo essere stato sottosegretario ai beni ed alle attività culturali nel primo governo D'Alema, nel secondo governo D'Alema, e nel secondo governo Amato, nel 2001 aderì alla Margherita e al termine delle elezioni politiche dello stesso anno ottenne un seggio al Senato.

Nella XIV legislatura è stato membro della VII commissione (beni culturali) e componente della commissione di vigilanza sui servizi radiotelevisivi, di cui fu anche vicepresidente dal 2003 al 2006. D'Andrea ha fatto parte del secondo governo Prodi in qualità di sottosegretario alle Riforme Istituzionali e ai Rapporti con il Parlamento.

Partecipa alla fondazione del Partito Democratico, del quale è stato responsabile nazionale del settore Ricerca, nell'ambito del Dipartimento Educazione[1].

Il 28 novembre 2011 è stato indicato dal consiglio dei ministri come sottosegretario ai rapporti con il Parlamento nel primo governo Monti. Sei parlamentari del Popolo delle Libertà hanno minacciato di non sostenere più il governo Monti nel caso in cui fosse stata confermata questa scelta.[2]. Ha giurato il 29 novembre 2011.

È divenuto, nel 2014, Capo di Gabinetto del Ministro Dario Franceschini presso il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 agosto 2016, l'Amministrazione Comunale di Pomarico gli conferisce il premio LucaniaOro per la Cultura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I responsabili di settore, su Sito ufficiale Partito Democratico. URL consultato il 23 dicembre 2009.
  2. ^ L'unità on line, ecco i sottosegretari http://www.unita.it/italia/governo-ecco-i-sottosegretari-lista-tecnica-1.357172!titolo=Governo, ecco i sottosegretari . URL consultato il 28 novembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sottosegretario di Stato per i rapporti con il Parlamento Successore Emblem of Italy.svg
Cosimo Ventucci 17 maggio 2006 - 7 maggio 2008 Laura Ravetto I
Laura Ravetto dal 29 novembre 2011 al 28 aprile 2013 Sesa Amici II
Predecessore Sottosegretario di Stato del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali Successore Emblem of Italy.svg
Giampaolo D'Andrea 25 aprile 2000 - 11 giugno 2001 Nicola Bono I
Willer Bordon 21 ottobre 1998 - 25 aprile 2000 Giampaolo D'Andrea II
Controllo di autorità VIAF: (EN208218894 · SBN: IT\ICCU\IEIV\030209