Giacomo e Giovanni Battista Tocci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giacomo e Giovanni Battista Tocci

Giacomo e Giovanni Battista Tocci (Locana, 1875 – ...) sono stati due gemelli siamesi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni articoli di giornale dell'epoca riportano Locana, in Piemonte, come luogo di nascita dei gemelli, altri indicano la Lucania, l'attuale Basilicata. La data di nascita non è certa: i gemelli potrebbero essere nati a luglio o ad ottobre del 1875, mentre altre fonti danno come data di nascita il 1877.

La madre, Maria Luigia Mezzanrosa, aveva 19 anni al momento del parto. I genitori dei gemelli Tocci non permisero alcuno studio medico approfondito sui di essi, in quanto credevano che ciò ne avrebbe ridotto la fama: i gemelli vennero sfruttati dai genitori, che ne lucravano esponendoli al pubblico come "fenomeni da baraccone".[senza fonte] Durante una loro esposizione a Torino, i gemelli vennero sottoposti ad un professore dell'Accademia di Medicina di Torino, il quale stabilì che non avrebbero avuto una vita lunga.

Seguirono altri studi condotti da medici a Lione, Francia e all'Accademia svizzera di scienze naturali che, al contrario, stabilirono che i gemelli avrebbero avuto una vita lunga.

I gemelli avevano due teste, due colli, due gabbie toraciche che si univano a partire dalla sesta costola, quattro braccia e due gambe; avevano inoltre due cuori, due stomaci, due paia di polmoni e due diaframmi, mentre condividevano l'intestino, l'ano e il pene. Ciascun gemello controllava la rispettiva gamba, e non aveva controllo sul corpo del fratello.[1]

Durante il decennio del 1880, i gemelli vennero esposti in molte grandi città italiane, svizzere, tedesche, polacche, austriache e francesi. Un dottore inglese studiò il carattere dei gemelli Tocci, stabilendo una maggiore intelligenza e vena artistica di Giovanni rispetto a Giacomo. Altri dottori, in seguito, riportarono una uguale intelligenza tra i due fratelli.

I gemelli Tocci non sapevano camminare, non avendo uno sviluppo muscolare adeguato nelle loro gambe, in parte dovuto al troppo tempo passato ad essere esposti senza la possibilità di muoversi. Questa condizione di immobilità rese più semplice il loro sfruttamento da parte dei genitori.[senza fonte]

I gemelli Tocci nel decennio del 1880

I gemelli parlavano italiano, francese e tedesco. Si conoscono alcuni dettagli della loro adolescenza. Ad esempio, mentre a Giovanni piaceva la birra, Giacomo preferiva l'acqua minerale. Giacomo era loquace, mentre Giovanni era più silenzioso. Nel 1891 i gemelli si recarono negli Stati Uniti per effettuare un tour, per il quale vennero pagati 1.000 dollari a settimana. Nel marzo 1892 arrivarono a New York, dove soggiornarono per tre settimane. Il loro tour aveva una durata prevista di un anno, ma durò in realtà cinque per via dell'enorme popolarità acquisita nel paese.[2]

Nel 1897 i gemelli tornarono in Italia, dove decisero di ritirarsi acquistando una villa a Venezia. Durante i loro 20 anni, i gemelli raramente uscivano dalla loro villa. Alcune fonti riportano due matrimoni con due donne diverse nel 1904, ma non si sa con certezza se ebbero figli. Non si conosce nemmeno la data certa della loro morte: secondo alcune fonti, morirono nel 1906, mentre altre li riportano come vivi nel 1911 e nel 1922. Un altro articolo li voleva senza figli e ancora in vita nel 1940.

Mark Twain e I gemelli straordinari[modifica | modifica wikitesto]

Durante il loro tour negli Stati Uniti, dopo aver visto una foto dei gemelli, lo scrittore Mark Twain decise di scrivere il racconto I gemelli straordinari e quindi il romanzo Wilson lo zuccone[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Tocci Twins, su twain.lib.virginia.edu. URL consultato il 28 luglio 2017.
  2. ^ THE TOCCI TWINS – The Blended Brothers, The Human Marvels. URL consultato il 28 luglio 2017.
  3. ^ ControAppuntoBlog

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN34226959 · ISNI (EN0000 0000 4885 767X