Giacomo Vittone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giacomo Vittone (Torino, 13 dicembre 1898Roma, 1995) è stato un pittore e disegnatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giacomo Vittone nasce il 13 dicembre 1898 a Torino, comincia fin da giovanissimo a dipingere presso lo studio dei fratelli Gatti di Torino. Qui conosce molti artisti contemporanei, ma nel 1917 viene arruolato e mandato sul Carso dove vivrà in prima persona la prima guerra mondiale e la ritirata da Caporetto. Dopo la guerra lavora presso alcune ditte fino al 1926, anno in cui viene assunto da un istituto di credito ed inizia la carriera bancaria. Si sposa a Pola in Istria nel 1928. Nel 1935 si trasferisce per lavoro a Riva del Garda. Sul Garda riprende con vigore la sua passione artistica e stringe amicizia con molti artisti attivi in quel periodo: Dal Lago, Pizzini, Simeoni ecc. Nella sua ricerca di stimoli da trasportare in arte si innamora di un suggestivo borgo medioevale vicino al lago di Tenno sopra Riva del Garda, Canale di Tenno, all'epoca quasi abbandonato. Nel 1945 comincia a firmare i suoi quadri con lo pseudonimo Pictor dominicus o semplicemente Dominicus e viene nominato curatore del museo civico di Riva del Garda e si impegna alla ricostruzione di questa istituzione, aggiungendovi il primo nucleo della biblioteca civica e facendone il perno della cultura rivana. Si dedica anche alla vita culturale e sociale sul Garda Trentino. Nel 1955 riceve la medaglia d'oro dal comune di Riva del Garda per benemerenze culturali ed artistiche. Nel 1963 si trasferisce ad Ostia presso la figlia, nel 1971 dopo la morte della moglie, riprende a firmare le sue opere con il suo vero nome Giacomo Vittone. Muore quasi centanario nel 1995 ad Ostia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

L'intensa opera di Vittone si sviluppa dall'Espressionismo con tratti impressionistici fino a spaziare nel ricerca di materiali e colori nuovi. Interessante il materiale di sfondo su cui dipinge: semplici pagine di giornale. Ha affrescato i cortili interni della Rocca di Riva del Garda e ci ha lasciato innumerevoli quadri custoditi dalle amministrazioni comunali da musei regionali e da numerosi privati.

Fondazione Casa degli Artisti "Giacomo Vittone"[modifica | modifica wikitesto]

Canale di Tenno, la piazzetta

A Canale di Tenno si trova oggi un centro culturale detto Casa degli Artisti "Giacomo Vittone". Il centro è nato tra il 1966 e il 1968 da un'idea di Giacomo Vittone incoraggiata da molti artisti locali. Oggi gestito da una Fondazione chiamata in suo onore "Giacomo Vittone", è compartecipato dai sei comuni dell'Alto Garda Trentino e sostenuto dalla Regione Trentino-Alto Adige. Scopo della fondazione è di incentivare iniziative artistiche e culturali di carattere pittorico, con attenzione alla cultura alpina e alla cooperazione fra differenti regioni europee. In questa residenza medioevale rustica, restaurata nel 2006, si tengono convegni, corsi ed ospitalità per artisti; soggiorni e progetti educativi con scuole d'arte ed esposizioni in onore delle arti visive dei maestri di tutti i tempi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Riccardo Maroni, Giacomo Vittone - pittore, Collana artisti trentini. CAT, Trento 1957
  • Catalogo della mostra Giacomo Vittone 1981, a cura di Mauro Grazioli. Tenno, Casa degli Artisti Giacomo Vittone; ottobre-dicembre 1981. Arco, 1981
  • G. Riccadonna, La casa degli artisti "Giacomo Vittone", Il Sommolago, anno 1º n. 3 pp. 128, 1984
  • Italo Cinti e Riccardo Maroni, Giacomo Vittone, pictor dominicus, edizioni Saturnia 1957

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN289239181 · ISNI (EN0000 0003 9464 6883 · SBN IT\ICCU\MILV\031511 · LCCN (ENno2012144150 · GND (DE1029631999