Giacomo Romano Davare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giacomo Romano Davare

Giacomo Romano Davare (Alcamo, 2 luglio 1945) è uno scrittore, regista teatrale e insegnante italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Davare è nato ad Alcamo, in provincia di Trapani nel 1945; è attore, regista, scrittore, paroliere, compositore e autore di canzoni. Dopo il diploma di maturità, naviga per tre anni viaggiando per tutto il mondo come capitano di lungo corso; in seguito si laurea in Economia e Commercio, abilitandosi come dottore commercialista. [1]

Dopo aver vinto il concorso a cattedre, insegna Matematica Applicata negli Istituti Tecnici Commerciali, prima ad Alcamo, quindi a Lecco e infine a Morbegno, in provincia di Sondrio; diventa poi dirigente scolastico negli istituti superiori.[1]

Nel 1973, con un articolo letterario su Il Secolo d'Italia, comincia una lunga serie di pubblicazioni comprendente romanzi, poesie, saggi e diversi drammi, opere catalogate nelle biblioteche nazionali e di compagnie teatrali in Europa, America e Australia;[2] seguono, quindi, altri articoli in varie riviste e giornali tra i quali Il Giornale di Sicilia, Romagna, Rivista Teatro, Corriere della Valtellina, Cultura di destra.[1] Collabora, infine, con l'università Bicocca di Milano per il TAF.[3]

Nel 1976, grazie alla sua esperienza artistica nella Filodrammatica nella Chiesa di Sant'Anna, fonda il Piccolo Teatro di Alcamo; in seguito al suo trasferimento in Lombardia, dal 1983 è il Direttore artistico della Compagnia Piccolo Teatro delle Valli di Morbegno (Sondrio).

Da regista dirige più di cento opere teatrali sia per il Piccolo Teatro di Alcamo che per il Piccolo Teatro delle Valli di Sondrio, con una maggiore propensione per i classici come Sofocle, Shakespeare, Molière, Goldoni, Pirandello, Cecov, Ibsen, T. Wilder, T.S. Eliot e Arthur Miller.[1] Risulta impegnato politicamente, militando prima nell’MSI (Movimento Sociale Italiano) e poi in A.N. (Alleanza Nazionale), dove ha ricoperto l'incarico di presidente provinciale; è stato anche amministratore nella provincia di Trapani e di Sondrio; attualmente è membro del BIM (Bacino imbrifero montano) di Sondrio.

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Davare ha vinto, o si è segnalato, in numerosi premi letterari nazionali:

  • Premio Federico II, Palermo 1970
  • Premio Martin Luther King, Civitavecchia 1977
  • Premio Giacomo Arnò, Napoli,1979[4]
  • Fragmenta d'oro per il teatro, Roma 1985
  • Carlo Alianello per la poesia edita, Sibari 1989
  • Premio nazionale Histonium pe la narrativa, Vasto 2003[4]
  • Premio migliore regia al concorso teatrale di San Costantino Calabro per la commedia "Tre sull'altalena" di Lunari (agosto 2006)
  • Premio Speciale Gatal (2011) per la sua attività teatrale
  • Ghitakos per la saggistica, Atene 2013[4]
  • Premi Letterari "N. Giordano Bruno - XXII edizione" e "Amici della Sapienza - Speciale Scuola XVIII edizione", Dicembre 2014 (come Benemerito della cultura, arte, turismo e solidarietà)
  • Segnalazione particolare al Premio Letterario Casentino (2016)
  • 5° classificato al Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti, Serravezza 2016 [4]
  • Premio di merito assegnato dal Premio letterario internazionale Montefiore (7^edizione) per l’opera “Chi era Enrico IV?” (settembre 2017) [5]
  • Premio internazionale Talenti Vesuviani: assegnato il PREMIO SPECIALE LEGALITA (Napoli, 2017)
  • Membro dell’Accademia Ferdinandea di Catania.[2]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il potere e la croce: trilogia; Palermo: Thule
  • Bruto figlio di Cesare (dramma, con introduzione di Gennaro Malgieri); Palermo: Thule, 1977
  • Anche il silenzio tace: poesie; Palermo: Thule, stampa 1981
  • Il buco grigio (saggio indagine sull'essenza del pensiero attraverso l'analisi dei circuiti logici della mente); Firenze libri, 1989
  • Guida alla didattica del «Far teatro»; Editore: Nuovi Autori; 1990,[6]Genere: arti ricreative. spettacolo. sport[7]
  • Più forte che la rivoluzione; Palermo: Thule, 19..
  • Eolia (romanzo di navigazione); Firenze: L'Autore Libri, 1993
  • L'inverno passerà presto: dramma in 2 atti e 4 quadri; traduzione in russo di Monica Ferrante, musica di Fausto Cannone, introduzione di Teresa Rizzo, postfazione di Tommaso Romano; Milano: Nuovi Autori, 1994[6]
  • Via Mazzini : commedia in tre atti; Palermo: Thule, 1997
  • Ciullo d'Alcamo: dramma storico in due atti e cinque quadri (con prefazione di Giuseppe Cottone); Palermo: Thule, 1998
  • Dietro il cancello: dramma in 2 atti; Palermo: Thule, 1999
  • 1:Il sangue dei martiri: dramma storico in due atti; Palermo: Thule, 1999 (Fa parte di: Il potere e la croce, trilogia)[6]
  • L'ala spezzata del destino; Pescara: Tracce, 2002
  • Il favo delle api : favola in due atti con canzoni; Palermo: Thule, 2003
  • L'onore di Bice: giallo vergognosamente comico in due atti, un prologo e un'anteprima; Palermo: Thule, 2005
  • Il teatro dell'anima: storia della drammaturgia moderna nell'esperienza di alcuni protagonisti di Giacomo Romano Davare e Manuel Davare; Firenze: Atheneum, 2007
  • Il teatro dell'anima. Educare al teatro, educare con il teatro; Editore: Firenze Atheneum, Collana: Collezione Oxenford, 2007[7]
  • Anima profonda: articoli e saggi critici (1973-2002) di Giacomo Romano Davare ; con un testo introduttivo di Tommaso Romano: Parola creativa e azione teatrale nell'opera di Giacomo Romano Davare; Palermo: Thule, 2010
  • Le voci nel camino (racconti); Edizioni L'Autore Libri Firenze, 2011[7]
  • Torna a volare libero, gabbiano: dramma in due atti; Palermo: Thule, 2011
  • Prima che il treno passi, dramma
  • Molière didattico : traduzioni delle commedie Le Saccenti e IL Tartufo; Palermo: Thule, 2013[6]
  • Teatro:Maschera e specchio della civiltà occidentale; Ed. Firenze Atheneum; Collana: Collezione Oxenford, 2014
  • Le interrelazioni sociali nel teatro, Rivista Teatro, Milano
  • Il potere e l'anima: trilogia di Giacomo Romano Davare ; musiche di scene di Fausto Cannone; Palermo: Thule, 2014[6]
  • Le fiabe teatrali: dove vai Cherry Brown; L'uccellino blu; Palermo: Thule, 2015
  • Chi era Enrico Quarto? Europa Edizioni Roma; Collana: Edificare universi, 2015[7]
  • Il professore e il magistrato; Europa Edizioni, Collana: Edificare universi, 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]