Giacomo Baradeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giacomo Baradeo
arcivescovo della Chiesa ortodossa siriaca
Syriac orthodox COA.svg
Emblema della Chiesa ortodossa siriaca
 
Incarichi ricopertiArcivescovo di Edessa di Osroene (541-578)
 
Nato490 ca., Tella
Deceduto30 luglio 578, Edessa
 

Giacomo Baradeo (Tella, 490 circa – Edessa, 30 luglio 578) è stato un arcivescovo cristiano orientale siro, arcivescovo di Edessa di Osroene; fu il riorganizzatore della Chiesa ortodossa siriaca dopo lo scisma seguito al Concilio di Calcedonia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

«Baradeo» non è un cognome, ma un soprannome. Deriva dal sostantivo burde'ana, dalla barda'than, la coperta per cavallo che egli portava abitualmente sulle spalle. Da giovane entrò nel monastero di Pesiltà. Divenne discepolo di Severo di Antiochia, che lo convertì al monofisismo.

Fu elevato al seggio episcopale di Edessa nel 541 dal vescovo Teodosio I di Alessandria grazie all'imperatrice bizantina Teodora, che sosteneva la causa monofisita. La religione ufficiale e con essa l'imperatore Giustiniano, invece, condannava il monofisismo.

Giacomo percorse la Siria, l'Anatolia, l'Armenia e la Mesopotamia, inutilmente inseguito dai soldati dell'imperatore, ordinando sacerdoti e diaconi, vescovi. I prelati da lui ordinati formarono così la gerarchia da cui nacque la Chiesa ortodossa siriaca, chiamata in suo onore "Chiesa giacobita".

Morì a Edessa nel 578.

Le informazioni disponibili su Giacomo Baradeo provengono dalle opere del vescovo e storico Giovanni da Efeso.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Wassilios Klein (a cura di), Syrische Kirchenväter (= Urban Tb 587), Stoccarda, 2004, pp: 191-203
  • (EN) David Bundy, Jacobus Baradaeus. The state of research. A review of sources and a new approach, in: Le Muséon 91, 1978, pp. 45–86
  • (FR) Maurice Geerard (a cura di), Clavis Patrum Græcorum, 7170-7199, Turnhout, Brepols
  • (EN) Romain Butin, Jacob Baradæus, in: Charles Herbermann (a cura di), Catholic Enciclopedia , 2, New York, Robert Appleton Co., 1907
  • (EN) William Smith (a cura di), Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, Boston (MA), Little, Brown and Co., 1867 (3 voll.) Vol. II pp. 546 7. Jacobus of Edessa

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN69321860 · ISNI (EN0000 0000 0415 7663 · LCCN (ENno2011130859 · GND (DE102422990 · CERL cnp00286969