Ghost (gruppo musicale svedese)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ghost
Ghost Rockavaria 2016 (14 von 14).jpg
I Ghost dal vivo nel 2016
Paese d'origineSvezia Svezia
GenereDoom metal[1]
Stoner metal[1]
Alternative metal[1]
[1]
[1]
Heavy metal[1]
Rock psichedelico[2]
Rock progressivo[3]
Periodo di attività musicale2006 – in attività
EtichettaRise Above Records
Album pubblicati3
Studio3
Sito ufficiale

I Ghost, precedentemente conosciuti come Ghost B.C. negli Stati Uniti, sono un gruppo musicale heavy metal svedese, formatosi a Linköping nel 2006.[4] Il loro primo album, Opus Eponymous, pubblicato nel 2010, è stato nominato al Grammis, contribuendo ad incrementare la loro popolarità.[5] Il secondo album Infestissumam, che è stato pubblicato nel 2013, ha vinto il Grammis Award nel 2014 per il Miglior Album Hard Rock/Metal.[6] Il terzo album in studio, Meliora, è stato pubblicato nel 2015 ed è subito diventato l'album più venduto in Svezia. Il singolo Cirice, tratto da Meliora, ha vinto il Grammy Award nel 2016 per la Migliore interpretazione metal.

L'immagine della band è totalmente incentrata su un look eccentrico e di ispirazione ecclesiastica, che prevede sei musicisti dal volto coperto di cui cinque denominati Nameless Ghouls, capeggiati dal cantate denominato Papa Emeritus, che ad ogni album abdica e viene sostituito, secondo la band, da un Papa più giovane.

Nel 2017 cinque membri del gruppo si sono rivelati al pubblico e quattro di loro hanno citato in causa Tobias Forge, il Papa Emeritus, svelando anche la sua identità.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione e Opus Eponymous (2006-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Un Nameless Ghoul ha affermato che i Ghost si sono formati nel 2006, quando tutti i membri erano in un'altra band e lui suonava un riff che in seguito diventò Stand By Him.[4]

I membri hanno tratto spunto dal loro amore per i film horror e le tradizioni del metal scandinavo per rendere particolare lo stile della band.[4]

Nel 2010 hanno pubblicato la loro prima demo di tre tracce, seguita dal singolo in formato 45 giri Elizabeth/Death Knell e, il 10 Ottobre, l'album di debutto Opus Eponymous.

In un'intervista condotta da Australian Hysteria Magazine ad un Nameless Ghoul, la band ha dichiarato di aver preso ispirazione da gruppi underground black metal dei primi anni novanta tra i quali Mayhem, Sarcófago e Devil Doll per il loro aspetto cupo ed oscuro.[7]

I Ghost hanno accompagnato il gruppo Paradise Lost durante il Draconian Times MMXI tour nell'aprile del 2011.[8] Nello stesso anno, l'11 giugno, hanno partecipato al Download Festival nel Regno Unito sul Pepsi Max Stage.[9]

La band ha preso parte al Defenders of Faith III Tour con Trivium, In Flames e Rise to Remain nelle date europee. Il 18 gennaio 2012 il gruppo è approdato per la prima volta negli Stati Uniti con il 13 Dates of Doom tour a New York, conclusosi il 2 febbraio a Los Angeles.[10] Tra maggio e aprile del 2012 i Ghost hanno aperto i concerti di Mastodon e Opeth nelle date nordamericane dell'Heritage Hunter Tour.[11]

Infestissumam (2012-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 dicembre 2012, i Ghost hanno suonato nella loro città natale, dove hanno presentato dal vivo il brano Secular Haze, pubblicato online poche ore prima.[12]

Nel gennaio 2013 il gruppo cambia nome, per cause legali negli Stati Uniti, in Ghost B.C..[13] A proposito del cambio di nome uno dei Nameless Ghoul ha affermato: «B.C. è un gioco di parole per Before Christ, ma è solo un emendamento. [...] La B.C. è silente e, non appena possibile, verrà tolto definitivamente.».[14] Il 12 marzo 2013 sulla pagina Facebook del gruppo i fan hanno potuto ascoltare Year Zero il primo singolo dell'album Infestissumam.

Il 15 febbraio 2013 viene pubblicato il singolo Secular Haze cha va ad anticipare il secondo album Infestissumam, pubblicato il 16 aprile. Nel novembre 2013 il gruppo pubblica l'EP If You Have Ghost, prodotto da Dave Grohl.[15]

Meliora (2015-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 maggio 2015 il gruppo annuncia la data di pubblicazione di Meliora, terzo album in studio, e la copertina dell'album.[16] Il 29 maggio 2015 viene rivelato l'ingresso nella formazione di Papa Emeritus III.[17] Con l'uscita dell'album, il manager ha annunciato che il gruppo ha ufficialmente abbandonato la denominazione "Ghost B.C.".[18]

Il 16 settembre 2016, il gruppo pubblica l'EP Popestar, contenente il brano inedito Square Hammer, estratto come singolo, e le cover di quattro brani.[19] Grazie all'EP, il 28 febbraio 2017 il gruppo riceve lo Swedish Grammy Award per la categoria Best Hard Rock/Metal.[20]

Nel marzo 2017 Martin Persner, già membro dei Magna Carta Cartel, rivela in un'intervista di essere stato il Nameless Ghoul Omega e di aver lasciato la band nel luglio 2016[21]. È il primo membro del gruppo ad aver rivelato la propria identità.

Il suo posto è stato preso da Nameless Ghoul Water, che quindi ha cambiato nome in Nameless Ghoul Aether, in quanto quello è l'elemento del chitarrista ritmico è appunto l'etere (aether). Dopo l'inizio del tour europeo per la promozione dell'EP Popestar alcuni ex membri del gruppo sporgono denuncia nei confronti del frontman accusandolo di mancata retribuzione e trattamenti non adeguati, affermando che oramai non si tratta più di un gruppo ma di un progetto solista[22] e prendendo le distanze dalla piega che sta prendendo la band, criticando aspramente Papa Emeritus per il suo comportamento inaccettabile e arrogante.[23] Poche settimane dopo, la risposta ufficiale di Papa Emeritus III costringe il cantante a rivelare la sua identità, confermando le voci che già in passato affermavano che fosse Tobias Forge, ex Subvision e Magna Carta Cartel.[24] Nella risposta Forge afferma che i Ghost non sono mai stati pensati per essere una band e sono sempre stati un progetto solista con egli come unico protagonista e una cerchia di musicisti che dopo qualche tempo venivano sostituiti.[25] Forge afferma però di essere il principale compositore e di avere scritto tutti i testi, le parti di chitarra, basso e batteria, a eccezione di un paio di tracce dove compare il contributo di Martin Persner, ex chitarrista ritmico che però non ha denunciato il cantante svedese. Inoltre sostiene non ci sia mai stato alcun legame legale tra lui e gli ex-membri.[25]

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda l'immagine, i Ghost hanno tratto ispirazione da gruppi come Kiss (gruppo musicale), Mayhem, David Bowie, Alice Cooper, Pink Floyd, Death SS e in generale dai film horror e da alcune tradizioni dell'heavy metal scandinavo.

Musicalmente le principali influenze si devono al rock classico degli anni '70 come i Blue Öyster Cult, al doom metal Black Sabbath e dei Candlemass e anche agli ABBA. I membri hanno affermato che anche band come Metallica, Slayer e il thrash metal in generale hanno contribuito al loro processo di formazione.

Il 24 aprile 2017, in una intervista con il sito spaziorock.it, il leader Papa Emeritus III precisa che il gruppo ha tratto ispirazione anche dal sound del prog Italiano degli anni '70.[26]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Papa Emeritus nel 2012
Papa Emeritus II nel 2013
  • Tobias Forge[27]voce
    • Papa Emeritus I (2008-2012)
    • Papa Emeritus II (2012-2015)
    • Papa Emeritus III (2015-2017)
    • Papa Emeritus Zero (2017-presente)
  • Nameless Ghoul Aether Aether symbol.jpg (Ben Christo) – chitarra ritmica (2017-presente)
  • Nameless Ghoul Alpha Alchemy fire symbol.svg (Chris Catalyst) – chitarra solista (2017-presente)
  • Nameless Ghoul Water Alchemy water symbol.svg (Per "Sodomizer" Eriksson) – basso (2017-presente)
  • Nameless Ghoul Air Alchemy air symbol.svg (Zac Baird) – tastiera (2017-presente)
  • Nameless Ghoul Earth Alchemy earth symbol.svg (Jan Vincent-Velazco) – batteria (2017-presente)

Ex-componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Martin Persner (Nameless Ghoul Omega Ω) – chitarra ritmica (2008-2016)
  • Simon Söderberg (Nameless Ghoul Alpha Alchemy fire symbol.svg)[27] – chitarra solista (2008-2016)
  • Gustaf Lindström (Nameless Ghoul Water Alchemy water symbol.svg) – basso (2009-2011)
  • Rikard Ottoson (Nameless Ghoul Water Alchemy water symbol.svg) – basso (2011-2013)
  • Gustaf Henrik Palm (Nameless Ghoul Aether Aether symbol.jpg)[27] – basso (2015-2016)
  • Megan Thomas (Nameless Ghoul Aether Aether symbol.jpg) – basso (2016)
  • Mauro Alan Rubino (Nameless Ghoul Air Alchemy air symbol.svg)[27] – tastiera (2011-2016)
  • Aksel Olof Holmgren (Nameless Ghoul Earth Alchemy earth symbol.svg) – batteria (2010-2014)
  • Martin Hjertstedt (Nameless Ghoul Earth Alchemy earth symbol.svg)[27] – batteria (2014-2016)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Grammy Award
  • 2016 – Miglior interpretazione metal per Cirice[28]
Swedish Grammis
  • 2014 – Best Hard Rock/Metal per Infestissumam[29]
  • 2016 – Best Hard Rock/Metal per Meliora[30]
  • 2017 – Best Hard Rock/Metal per Popestar[20]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (EN) Ghost, su AllMusic, All Media Network. URL consultato l'11 maggio 2015.
  2. ^ GHOST – Infestissumam | Album / EP Reviews @ Metal Forces Magazine
  3. ^ Ghost: Infestissumam – review | Music | The Guardian
  4. ^ a b c Interview: Ghost B.C. | eMusic News & Features, su emusic.com, 30 ottobre 2013. URL consultato il 12 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2013).
  5. ^ (EN) 2011 - Grammisgalan, su Grammisgalan. URL consultato il 12 luglio 2017.
  6. ^ (EN) 2014 - Grammisgalan, su Grammisgalan. URL consultato il 12 luglio 2017.
  7. ^ (EN) GHOST: Knowing Me, Knowing Ghoul, su australianhysteria.com.au, 2 gennaio 2014. URL consultato il 10 gennaio 2014.
  8. ^ (EN) PARADISE LOST To Be Supported By GHOST On 'Draconian Times' Tour, blabbermouth.net, 11 febbraio 2011. URL consultato il 13 giugno 2014.
  9. ^ (EN) Download Festival 2011: Ghost @ Pepsi Max Stage – Saturday, 11 June 2011, su thrashhits.com, 12 giugno 2011. URL consultato il 13 giugno 2014.
  10. ^ (EN) Hail Satan! GHOST January North American Tour Confirmed, metalinjection.net, 7 novembre 2011. URL consultato il 13 giugno 2014.
  11. ^ (EN) MASTODON, OPETH, GHOST: North American Tour Dates Announced, blabbermouth.net, 31 gennaio 2012. URL consultato il 13 giugno 2014.
  12. ^ (EN) Ghost Unveil New Track ‘Secular Haze’ and Offer Free Download, su Loudwire. URL consultato il 12 luglio 2017.
  13. ^ (EN) Kyle McGovern, Swedish Metal Band Ghost Changes Name to Historically Inaccurate ‘Ghost B.C.’, su spin.com, 5 febbraio 2013. URL consultato il 30 settembre 2015.
  14. ^ (EN) Graham 'Gruhamed' Hartmann, Ghost: ‘We Are Never Ever Ever Ever Ever Ever Gonna Call Ourselves Ghost B.C.’, su loudwire.com, 9 aprile 2013. URL consultato il 30 settembre 2015.
  15. ^ (EN) GHOST's DAVE GROHL-Produced 'If You Have Ghost' Covers EP Due In November, www.blabbermouth.net, 10 ottobre 2013. URL consultato il 10 ottobre 2013.
  16. ^ (EN) GHOST: New Album Title, Release Date Revealed, su Blabbermouth.net, 10 maggio 2015. URL consultato l'11 maggio 2015.
  17. ^ (EN) Ben Kaye, Ghost B.C. announce new album, tease new singer Papa Emeritus III, su Consequence of Sound, 29 maggio 2015. URL consultato il 31 maggio 2015.
  18. ^ (EN) Ben Kaye, Ghost share new song "Cirice" -- listen, su consequenceofsound.net, 1º giugno 2015. URL consultato il 30 settembre 2015.
  19. ^ (EN) Matthew Wilkening, Ghost Release New Song 'Square Hammer' in Advance of 'Popestar' Tour, su ultimateclassicrock.com. URL consultato il 19 settembre 2016.
  20. ^ a b (EN) GHOST Wins Swedish GRAMMIS Award For 'Popestar', in BLABBERMOUTH.NET, 28 febbraio 2017. URL consultato il 09 marzo 2017.
  21. ^ (EN) Robert Pasbani, Former Ghost Nameless Ghoul reveals himself to be swedish musician Martin Persner, metalinjection.net. URL consultato l'8 marzo 2017.
  22. ^ GHOST: gli ex membri denunciano Papa Emeritus, in Metalitalia.com. URL consultato il 30 giugno 2017.
  23. ^ GHOST: parlano gli ex-membri che hanno denunciato Papa Emeritus, in Metalitalia.com. URL consultato il 30 giugno 2017.
  24. ^ GHOST: la risposta ufficiale depositata da Papa Emeritus alla denuncia degli ex membri, in Metalitalia.com. URL consultato il 30 giugno 2017.
  25. ^ a b GHOST: Tobias Forge (Papa Emeritus), "I GHOST sono sempre stati un progetto solista", in Metalitalia.com. URL consultato il 30 giugno 2017.
  26. ^ Interviste - Ghost (Papa Emeritus III), in SpazioRock. URL consultato il 05 maggio 2017.
  27. ^ a b c d e (EN) Ghost ex says Papa Emeritus wants band to be "solo project", Team Rock, 7 aprile 2017. URL consultato l'8 aprile 2017.
  28. ^ (EN) GHOST Wins 'Best Metal Performance' GRAMMY Award, su BLABBERMOUTH.NET, 15 febbraio 2016. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  29. ^ (EN) GHOST Wins Swedish GRAMMIS Award For 'Best Hard Rock/Metal', Blabbermouth, 20 febbraio 2014. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  30. ^ (EN) GHOST Wins Swedish GRAMMIS Award For 'Best Hard Rock/Metal' Album, in BLABBERMOUTH.NET, 24 febbraio 2016. URL consultato il 09 marzo 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Heavy metal