Gherbavaz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gherbavaz
Grbavac
Otok Grbavac kod Primoštena.jpg
Gherbavaz (dietro Maslignago)
Geografia fisica
Localizzazionemare Adriatico
Coordinate43°33′57″N 15°52′36″E / 43.565833°N 15.876667°E43.565833; 15.876667Coordinate: 43°33′57″N 15°52′36″E / 43.565833°N 15.876667°E43.565833; 15.876667
Superficie0,073[1] km²
Sviluppo costiero1,1[1] km
Altitudine massima31[2] m s.l.m.
Geografia politica
StatoCroazia Croazia
RegioneRegione di Sebenico e Tenin
ComuneCapocesto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Gherbavaz
Gherbavaz
voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

Gherbavaz[3][4], Gherbovaz[5] o Gerbovaz[6] (in croato: Grbavac) è un isolotto disabitato della Croazia, situato di fronte alla costa dalmata settentrionale, a sud-ovest di Capocesto. Dal punto di vista amministrativo appartiene al comune di Capocesto[1], nella regione di Sebenico e Tenin.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Gherbavaz si trova al largo di fronte a porto Pellis[7], Pelles[4] o Cremich[8] (luka Peleš), l'insenatura compresa tra punta Cremica[9][5][6] (rt Kremik) e punta Zeceva[10] (rt Zečevo), detta anche punta della Lepre[11]. L'isolotto dista circa 3 km[2] da punta Cremica e 3,7 da punta Zeceva. Ha una superficie di 0,073 km²[1], uno sviluppo costiero di 1,1 km[1] e un'altezza di 31 m[2]. A sud-est, a 500 m[2] di distanza, affiora uno scoglio che ha lo stesso nome (greben Grbavac) 43°33′37.34″N 15°52′57.86″E / 43.560372°N 15.882739°E43.560372; 15.882739.

Isole adiacenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (HR) Državni program [Programma Nazionale] (a cura di), Pregled, položaj i raspored malih, povremeno nastanjenih i nenastanjenih otoka i otočića [Analisi, posizione e schema di isolotti e piccole isole, periodicamente abitati e disabitati] (PDF), su razvoj.gov.hr, 2012, p. 28. URL consultato il 14 gennaio 2017.
  2. ^ a b c d (HR) Mappa topografica della Croazia 1:25000, su preglednik.arkod.hr. URL consultato il 15 ottobre 2017.
  3. ^ Natale Vadori, Italia Illyrica sive glossarium italicorum exonymorum Illyriae, Moesiae Traciaeque ovvero glossario degli esonimi italiani di Illiria, Mesia e Tracia, 2012, San Vito al Tagliamento (PN), Ellerani, p. 438, ISBN 978-88-85339293.
  4. ^ a b c Alberi, p. 694.
  5. ^ a b c Marieni, p. 251.
  6. ^ a b Carta di cabottaggio del mare Adriatico[collegamento interrotto], foglio IX, Milano, Istituto geografico militare, 1822-1824. URL consultato il 16 ottobre 2017.
  7. ^ Vadori, p. 479.
  8. ^ a b G. Giani, Carta prospettiva delle Comuni censuarie della Dalmazia, foglio 6, 1839. Fondo Miscellanea cartografica catastale, Archivio di Stato di Trieste.
  9. ^ Vadori, p. 541.
  10. ^ Vadori, p. 551.
  11. ^ Alberi, p. 690.
  12. ^ Vadori, p. 394.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]