Gherardo VII da Camino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gherardo VII da Camino (1340-13501391) è stato un condottiero e feudatario italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gherardo era figlio di Tolberto V, conte di Ceneda e signore di Solighetto, e di Leonardina della Torre, esponente della potente famiglia con molti interessi anche nel vicino Friuli.

Nel 1372 combatté per i Veneziani contro gli Ungheresi, ma fu catturato in uno scontro nei pressi di Sacile e fu trasferito prima a Padova e poi in Ungheria, dove rimase fino alla fine della guerra (10 novembre 1373).

Tornato in libertà e rientrato in Italia, rimase fedele alleato di Venezia fino al 1378, quando, nella fase più cruenta della guerra di Chioggia, decise di allearsi con la Repubblica di Genova, il Patriarcato di Venezia, l'altro ramo dei Da Camino e Padova contro la Serenissima.

Le operazioni veneziane contro Gerardo furono condotte da Rambaldo di Collalto ed avevano lo scopo di eliminarne la potenza, occupandone i borghi e distruggendo le fortezze. Per prima fu occupata Solighetto e il suo castello fu distrutto, fu poi la volta della bastia di Cessalto, che fu data alle fiamme e numerosi difensori furono uccisi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]