Getto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il motore a getto, vedi motore a reazione.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'aereo a getto, vedi aereo a reazione.

Il termine getto, a seconda dell'ambito nel quale viene usato, può indicare cose diverse, ma tutte accomunate più o meno direttamente da un denominatore comune: il flusso di un fluido che fuoriesce da un ugello.

Metallurgia[modifica | modifica wikitesto]

Nella metallurgia il getto è il prodotto finale del processo di fusione e colata.

Indipendentemente dal processo di fusione impiegato, si ottiene un getto convogliando il metallo fuso in uno stampo mediante appositi sistemi che variano a seconda della tecnologia impiegata.

Il getto solitamente è un semilavorato che prima di poter essere utilizzabile deve subire una serie di processi di finitura che partono dallo stacco della materozza, la sbavatura per arrivare in alcuni casi a lavorazioni meccaniche con tolleranze molto strette.

Edilizia[modifica | modifica wikitesto]

Il getto in edilizia è sia l'azione di versare il calcestruzzo nella cassaforma che l'opera realizzata (gettata di cemento).

Fisica e ingegneria aerospaziale[modifica | modifica wikitesto]

In fisica un getto è il flusso di un fluido che fuoriesce ad alta velocità da un ugello. Il termine è spesso utilizzato ad esempio per indicare i motori a getto dove la spinta viene generata per reazione da un getto di gas supersonico.

Quando il fluido in questione è costituito da acqua si parla di idrogetto. In questo caso il riferimento può essere ad un tipo di motore marino che spinge l'imbarcazione mediante un getto d'acqua o alla tecnica del taglio ad acqua.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fisica