Gerongia rifkinae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gerongia rifkinae
Immagine di Gerongia rifkinae mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Cnidaria
Classe Cubozoa
Ordine Carybdeida
Famiglia Carukiidae
Genere Gerongia
Specie G. rifkinae
Nomenclatura binomiale
Gerongia rifkinae
Gershwin & Alderslade, 2005
nomi comuni

Carybdeida di Darwin

La Gerongia rifkinae Gershwin & Alderslade, 2005 (anche nota come "Carybdeida di Darwin") è una cubomedusa tropicale della famiglia Carukiidae ed è l'unica specie registrata del genere Gerongia. La puntura della G. rifkinae è considerata responsabile di una forma leggera di sindrome Irukandji[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La G. rifkinae è una cubomedusa di dimensioni medie: ha una campana biancastra-trasparente che misura sui 60 mm di lungo e 20 mm di diametro, mentre i tentacoli che possono misurare più di 1 metro. Gli stessi tentacoli si presentano con delle lisce fasce di nematocisti che si alternano su tutta la lunghezza[2].

L'anatomia della G. rifkinae è molto simile alle meduse del genere Morbakka, ma alcune differenze sostanziali, come l'assenza di corna nei ropali o morfologie distinte nei canali del velarium, hanno giustificato il piazzamento in due generi separati[3]. Le Morbakka e Gerongia rimangono comunque specie distinte dalle "vere Irukandji", ossia le Carukia, e dalle "pseudo-Irukandji", le Malo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è vive in acque tropicali, vicino alla superficie e lungo la costa. È presente nel Territorio del Nord e nel Golfo di Carpentaria in Australia, dove appare più abbondante verso la fine dell'estate[4].

Pericolosità[modifica | modifica wikitesto]

La strisciata della G. rifkinae può provocare lievi sintomi riconducibili alla sindrome Irukandji, fra cui dolori muscolari, vomito, dolori di testa e nausea. Si sospetta che anche altre specie fra le Cubozoa possano causare la sindrome di Irukandji[5], ma si hanno dei riscontri scientifici soltanto per una decina di esse; oltre alla G. rifkinae, si sa che provocano una sindrome riconducibile alla Irukandji anche le Carukia barnesi, Carukia sinju, Malo kingi, Malo maxima, Alatina mordens, Alatina moseri, Carybdea alata, Morbakka fenneri, Carybdea xaymacana e la non meglio identificata fire jelly, oltre che ad alcune specie ancora senza nome[1][6][7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gershwin L., Richardson A.J., Winkel K.D., Fenner P.J., Lippmann J., Hore R., Avila-Soria G., Brewer D., Kloser R.J., Steven A., Condie S., Biology and Ecology of Irukandji jellyfish, in Advances in Marine Biology, vol. 66, ottobre 2013, DOI:10.1016/B978-0-12-408096-6.00001-8.
  2. ^ Gershwin et al, p.18.
  3. ^ (EN) Gershwin Lisa-ann, Morbakka fenneri : a new genus and species of Irukandji jellyfish (Cnidaria: Cubozoa) (abstract), in Memoirs of the Queensland Museum, vol. 54, gennaio 2008. URL consultato il 25 novembre 2014.
  4. ^ Gershwin et al., p. 14.
  5. ^ (EN) Grady J, Burnett J, Irukandji-like syndrome in South Florida divers, in Ann Emerg Med, vol. 42, nº 6, 2003, pp. 763–6, DOI:10.1016/S0196-0644(03)00513-4, PMID 14634600.
  6. ^ (EN) Little M, Seymour J, Another cause of "Irukandji stingings", in Med J Aust, vol. 179, 11–12, 2003, p. 654, PMID 14636148.
  7. ^ (EN) Little M., Pereira P., Carrette T., Seymour J., Jellyfish Responsible for Irukandji Syndrome, in Q J Med, vol. 99, nº 6, 2006, pp. 425–427, DOI:10.1093/qjmed/hcl057, PMID 16687419.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Animali Portale Animali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animali