Gerolamo Lo Savio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gerolamo Lo Savio (Monopoli, 1857Roma, 1932) è stato un regista italiano del cinema muto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di professione avvocato, dal 1909 fu direttore amministrativo della Film d'Arte Italiana di Roma, manifattura cinematografica del consorzio Pathé.

Nella casa svolse anche il ruolo di regista di alcune pellicole a partire dalla Carmen, a cui fecero seguito film come Pia de' Tolomei (1910), Bonifacio VIII (1911) , Cesare Borgia (1912), L'ultima danza (1915).

Fu lo scopritore dell'attrice Francesca Bertini[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G. Mingozzi, Francesca Bertini, Le mani, 2003, p. 86

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]