Germano d'Auxerre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Germano d'Auxerre
vescovo della Chiesa cattolica
Incarichi ricoperti vescovo di Auxerre
Nato Auxerre, 378 circa
Deceduto Ravenna, 448
San Germano d'Auxerre
Sculpture - saint Germain l'Auxerrois.jpg
Scultura in legno policromo rappresentante san Germano d'Auxerre, datata dal XV secolo[1]

Vescovo

Nascita 378 circa
Morte 448
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 31 luglio
Attributi Bastone pastorale

Germano d'Auxerre (Auxerre, 378 circa – Ravenna, 31 luglio 448) è stato un vescovo francese ed è venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Nacque in una famiglia di ricchi proprietari terrieri, figlio di Rustico e Germanilla.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò le arti liberali e si laureò in diritto a Roma. Rientrato in patria, divenne governatore della provincia lionese cui apparteneva Auxerre. Fu vescovo di Auxerre dal 418 al 448 dopo il vescovo sant'Amatore, il quale secondo la leggenda lo avrebbe designato contro la sua volontà. Accettò la carica spogliandosi di tutte le sue proprietà che distribuì ai poveri. Durante il suo episcopato lottò contro il Pelagianesimo in collaborazione con il suo amico Ilario, vescovo di Arles. Ha contrastato l'eresia soprattutto nella Bretagna, dove ha avuto numerosi discepoli.

Fu sepolto ad Auxerre, nel posto dove ora si erge l'abbazia che porta il suo nome.

Viene festeggiato il 31 luglio.

Il culto[modifica | modifica wikitesto]

Patronati[modifica | modifica wikitesto]

San Germano d'Auxerre è protettore dei bambini ed è invocato contro le malattie dell'infanzia.

È patrono di alcune località, tra le quali i seguenti comuni italiani:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La statua si trova nella chiesa di Saint-Germain-l'Auxerrois, a Parigi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

San Germano d'Auxerre, in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.

Controllo di autoritàVIAF (EN59896573 · ISNI (EN0000 0001 2135 3540 · LCCN (ENn84032251 · GND (DE119544474 · BNF (FRcb11988037s (data) · CERL cnp00406667