Germana de Foix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Germana de Foix
Germaine de Foix1.jpg
Germana de Foix in un ritratto del XVI secolo, Museo di belle arti di Valencia
Regina consorte d'Aragona
Stemma
In carica 22 marzo 1505 -
23 gennaio 1516
Predecessore Isabella di Castiglia
Successore Isabella di Portogallo
Altri titoli Regina consorte di Valencia, Maiorca, di Sardegna e Corsica, di Trinacria e di Napoli
Contessa consorte di Barcellona
Nascita Francia, dopo il 1490
Morte Llíria, Spagna, 15 ottobre 1536
Casa reale Foix-Grailly per nascita
Trastámara per matrimonio
Padre Giovanni di Foix-Étampes
Madre Maria d'Orléans
Consorte Ferdinando II d'Aragona
Giovanni di Brandeburgo-Ansbach
Ferdinando d’Aragona, duca di Calabria
Figli Isabella (ill.)[1]

Germana de Foix (Germaine in francese, in inglese, in tedesco e in fiammingo, Germana in spagnolo, in asturiano, in aragonese, in basco, in portoghese, in galiziano e in catalano; dopo il 1490Llíria, 15 ottobre 1536[2]) fu regina consorte d'Aragona dal 1505 al 1516.

Origini familiari[modifica | modifica wikitesto]

Germana era la figlia secondogenita dell'infante di Navarra, visconte di Narbona e conte di Étampes, Giovanni[3] e di Maria d'Orléans[4]. Germana era perciò cugina dei re di Navarra Francesco Febo e Caterina, da parte di padre e quindi era nipote di Luigi XII di Francia, da parte di madre[5][6].

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Germana, nel 1500, rimase orfana del padre[5], Giovanni, che, durante la guerra civile di Navarra, combattuta contro la regina di Navarra, Caterina, aveva avuto il supporto del re della Corona d'Aragona, Ferdinando II con cui si era alleato.

Matrimonio con Ferdinando e regina d'Aragona[modifica | modifica wikitesto]

Il matrimonio di Germana con il re di Aragona fu il frutto dell'alleanza tra suo padre e Ferdinando II[7], che, nel 1504, era rimasto vedovo di Isabella I di Castiglia. Dopo la morte della sua prima moglie, la celebre Isabella, Ferdinando si decise a questa mossa perché il suo genero Filippo d'Austria aveva preso il controllo della corona di Castiglia attraverso il matrimonio con sua figlia, Giovanna la Pazza, privandolo di ogni influenza in quel regno; perciò Ferdinando voleva avere un nuovo figlio maschio da una nuova moglie, così da escludere, dopo la sua morte, Giovanna e il marito almeno dal trono di Aragona. Il matrimonio fu celebrato a Blois, il 19 ottobre 1505, tra Germana e lo stesso Ferdinando II, e permise anche di stringere una alleanza tra Ferdinando e il re di Francia Luigi XII, che prevedeva la spartizione dell'Italia in sfere d'influenza (ai francesi il Ducato di Milano e Napoli, agli aragonesi il resto del sud Italia)[5][8].

Morte di Ferdinando e successione di Carlo[modifica | modifica wikitesto]

Ferdinando morì nel 1516, gli successe il nipote Carlo di Gand (con il titolo di Carlo I di Spagna) che in seguito divenne anche Carlo V Imperatore del Sacro Romano Impero.
Carlo era figlio di Filippo il Bello d'Asburgo, figlio a sua volta dell'Imperatore Massimiliano I d'Austria e di Maria di Borgogna, erede dei vasti possedimenti dei Duchi di Borgogna. La madre era invece Giovanna di Castiglia, detta "la Pazza", figlia dei Re Cattolici Ferdinando II d'Aragona e della sua consorte Isabella di Castiglia. In virtù di questi avi d'eccezione, Carlo poté ereditare un vastissimo impero. I rapporti di Germana col nipote, Carlo V, furono molto buoni e anche chiacchierati, tanto che alla fine fu deciso di dare a Germana un secondo marito, così da far tacere i pettegolezzi[8].

Viceregina di Valencia[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 giugno 1519, Germana sposò in seconde nozze il canonico di Colonia, Giovanni di Brandeburgo-Ansbach (1493-1525), figlio del margravio del Brandeburgo, Federico I di Brandeburgo-Ansbach e di Sofia di Polonia (6 aprile 1464-5 ottobre 1512), figlia del Re Casimiro IV di Polonia e di sua moglie Elisabetta d'Asburgo.
Il nipote di lei, Carlo V, nel 1523, li nominò rispettivamente Viceré e Viceregina del regno di Valencia[5]; Germana si trovò però presto a dover affrontare una rivolta, scoppiata nel vicereame verso il 1520, una rivolta che da lei venne poi soprannominata come germana (Germanías).
Nel 1525, Germana rimase vedova per la seconda volta[5].

A Siviglia, nell'agosto 1526, Germana si sposò per la terza volta con il Duca di Calabria, Ferdinando d’Aragona[5] (Andria, 15 dicembre 1488Valencia, 26 ottobre 1550), figlio dell'ultimo re di Napoli, Federico I di Napoli e di Isabella Del Balzo.
Assieme al suo terzo marito, nominato a sua volta viceré di Valencia, Germana riuscì finalmente a domare la rivolta che continuava a serpeggiare.
Con l'appoggio dell'ultimo marito, in qualità di viceregina, Germana sviluppò le arti valenciane, soprattutto il teatro e la musica[5].

Germana morì a Llíria, il 15 ottobre 1536[5].

Figli[8][9][modifica | modifica wikitesto]

Germana diede solo un figlio al primo marito Ferdinando II:

  • Giovanni d'Aragona, che però visse un solo giorno, a Valladolid, il 3 maggio 1509.

Agli altri due mariti Germana non diede alcun figlio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Germana de Foix, Universidad de Alicante. URL consultato il 27 gennaio 2021.
  2. ^ (ES) Jaime de Salazar y Acha, Germana de Foix, su Diccionario biográfico español, dbe.rah.es, Madrid, Real Academia de la Historia. URL consultato il 27 gennaio 2021.
  3. ^ Giovanni di Foix-Étampes era figlio di Gastone IV di Foix e della regina di Navarra Eleonora d'Aragona
  4. ^ Maria d'Orléans era figlia del duca d'Orléans, Carlo e della sua terza moglie, Maria di Clèves
  5. ^ a b c d e f g h (EN) Nobiltà tolosana, su fmg.ac. URL consultato il 27 gennaio 2021.
  6. ^ (EN) Casa di Foix - genealogia. URL consultato il 27 gennaio 2021.
  7. ^ Ferdinando II era l'unico figlio maschio nato dal duca di Peñafiel, poi re di Navarra e quindi re della corona d'Aragona, Giovanni II; Giovanni II era a sua volta il figlio terzogenito del re della corona d'Aragona e di Sicilia, Ferdinando I e di Eleonora d'Alburquerque (1374 - 1435), figlia dell'infante Sancho di Castiglia, Conte di Alburquerque e di Beatrice del Portogallo (figlia del re del Portogallo, Pietro I il Giustiziere e della sua amante e poi moglie segreta Inés de Castro) e dalla sua seconda moglie Giovanna Enríquez (1425-1468), figlia dell'ammiraglio di Castiglia, signore di Medina de Rioseco e Conte di Melgar, Federico Enriquez (?-1473 e di Marina Fernández di Cordoba e Ayala (?-1431) Signora di Casarrubios del Monte.
  8. ^ a b c (EN) Reali d'Aragona, su fmg.ac. URL consultato il 27 gennaio 2021.
  9. ^ (EN) Casa di Ivrea - genealogia, su genealogy.euweb.cz. URL consultato il 27 gennaio 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Regina consorte di Aragona, di Valencia,
di Sardegna e di Maiorca e
contessa consorte di Barcellona
Successore Stendardo del re d'Aragona.png
Isabella di Castiglia 1505-1516 (fu l'ultima)
Controllo di autoritàVIAF (EN144917822 · ISNI (EN0000 0000 9788 8333 · LCCN (ENn80086772 · GND (DE142342971 · BNF (FRcb15750597p (data) · BNE (ESXX980925 (data) · CERL cnp01398129 · WorldCat Identities (ENlccn-n80086772