Gerald Holtom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gerald Holtom (Twickenham, 20 gennaio 191418 settembre 1985[1][2][3][4]) è stato un disegnatore e pacifista britannico.

Laureato al Royal College of Art, Holtom fu obiettore di coscienza durante la seconda guerra mondiale.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 febbraio 1958 disegnò il logo per il disarmo nucleare in occasione della prima Marcia Aldermaston, organizzata dal Direct Action Committee against Nuclear War per la Pasqua di quell'anno. Il logo non fu sottoposto a copyright, e divenne quindi disponibile per la campagna per il disarmo nucleare, anch'essa nata in quell'anno; più tardi il simbolo divenne noto nel mondo come un generico segno di pace.[5][6] Il disegno era una combinazione delle lettere "N" (due braccia distese verso il basso a 45 gradi) e "D" (un braccio disteso sopra la testa) dell'alfabeto semaforico, a significare "Disarmo Nucleare".[7]

Gerald Holtom morì all'età di 71 anni.[4] Sua figlia Anna Scott è anch'essa un'artista.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b World's best-known protest symbol turns 50 dal sito BBC News
  2. ^ Richard Roth, The 50th Anniversary Of The Peace Symbol, CBS Interactive Inc., 23 marzo 2008. URL consultato il 23 marzo 2009.
  3. ^ Richard Roth, CBS Sunday Morning, 3/23/08, Origin of the Peace Sign (timecode 5:13) (WMV), CBS Interactive Inc., 23 marzo 2009. URL consultato il 20 aprile 2008 (archiviato dall'url originale il 28 maggio 2008).
  4. ^ a b Holtom gravestone, su bushwars.com. URL consultato il 23 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 28 maggio 2008).
  5. ^ La storia del simbolo della pace Archiviato il 6 gennaio 2008 in Internet Archive.
  6. ^ Whatever happened to CND? - The Independent, 15 ottobre 2005 Archiviato il 30 settembre 2007 in Internet Archive.
  7. ^ I primi distintivi per il disarmo nucleare Archiviato il 21 aprile 2008 in Internet Archive.
Controllo di autoritàVIAF (EN88149068350165730000 · ISNI (EN0000 0004 8581 0984 · Europeana agent/base/154771 · ULAN (EN500473344 · GND (DE115308998X