Georges Vanconingsloo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Georges Vanconingsloo
Nazionalità Belgio Belgio
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1974
Carriera
Squadre di club
1963Solo
Bertin
Peugeot
1964-1966Peugeot
1967Pelforth-Sauvage
1968-1970Peugeot
1971-1972Molteni
1973Watney
1974Robot
Nazionale
1964Belgio Belgio
 

Georges Vanconingsloo (Wavre, 27 ottobre 1940Wavre, 7 aprile 2002) è stato un ciclista su strada belga.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Professionista dal 1963 al 1974 era uno specialista delle Classiche, vinse una Parigi-Bruxelles ed una Bordeaux-Parigi.

Salì sul podio di importanti corse in linea come Giro delle Fiandre, E3 Harelbeke, Liegi-Bastogne-Liegi, Freccia del Brabante, Gran Premio di Francoforte e complessivamente colse importanti piazzamenti sia alle Classiche del pavé che in quelle delle Ardenne. Prese parte a quattro Grandi giri, ma non riuscì a portarne a termine nessuno e ad una edizione dei Campionati del mondo di ciclismo su strada.

Suo figlio Philippe morì per un attacco di cuore durante una gara ciclistica dilettantistica, a sua memoria è organizzata il Memorial Philippe Van Coningsloo. Un altro figlio Oliver per qualche tempo intraprese la carriera ciclistica professionistica.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 1957/1958 (Alleivi, diciannove vittorie fra cui)
Classifica Generale Aubel-Thimister-La Gleize
Braine l'Alleud-Waterloo
La Hulpe-Gammerages
  • 1959 (Dilettanti, una vittoria)
1ª tappa Driedaagse der Brabantse Ardennen (Genval > Genval)
  • 1960 (Dilettanti, tre vittorie)
Namur-Gand Leez
Bruxelles-Gembloux
Grand Prix Masson
  • 1961 (Dilettanti, cinque vittorie)
Namur-Gand Leez
Bruxelles-Gembloux
Namur-Vonêche
Namur-Mariembourg
Printanières Namuroises
  • 1962 (Indipendenti, una vittoria)
Lier de Saint-Martin
Kuurne-Bruxelles-Kuurne indipendenti
  • 1963 (Solo/Bertin/Peugeot, due vittorie)
Polymultipliée lyonnaise
Bruxelles-Verviers
  • 1964 (Peugeot, due vittorie)
Parigi-Bruxelles
Boucles de Roquevaire
  • 1965 (Peugeot, due vittorie)
Grand Prix de Fourmies
Circuit de la Vallée de la Lys
Tour du Limbourg
1ª tappa Giro del Belgio (Bruxelles > Wellin)
7ª tappa Parigi-Nizza (Marsiglia > Draguignan)
8ª tappa Critérium du Dauphiné Libére
  • 1967 (Pelforth, due vittorie)
Bordeaux-Parigi
Prix de Sognes
  • 1969 (Peugeot, una vittoria)
3ª tappa, 2ª semitappa Tour de l'Oise (Beauvais > Creil)
  • 1971 (Molteni, una vittoria)
Grand Prix Pino Cerami
  • 1972 (Molteni, una vittoria)
Flèche Hesbignonne-Cras Avernas
  • 1973 (Watney, una vittoria)
Grand Prix du Tournaisis

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1961 (Dilettanti, una vittoria)
Criterium di Jemeppe
  • 1962 (Indipendenti, due vittorie)
Criterium di Zomergem
Kermesse Strombeek-Bever
  • 1963 (Solo/Bertin/Peugeot, quattro vittorie)
Criterium di Baasrode
Kermesse di Oostrozebeke
Kermesse di Zonnegem
Kermesse di Meerhout
  • 1964 (Peugeot, tre vittorie)
Campionato Provinciale Brabante (Cronosquadre, con Roger De Coninck, Ludo Janssens e Jan Lauwers)
Criterium di Ronse
WeekEnd Ardennais
Criterium di Denderleeuw
Criterium di Braine-le-Comte
Kermesse di Waarschoot
  • 1966 (Peugeot, cinque vittorie)
Criterium di Auvelais
Criterium di Lussemburgo
Criterium di Hoeilaart
Criterium di Dippach
Criterium di Eine
  • 1967 (Pelforth, una vittoria)
Gullegem Koerse (Criterium)
  • 1969 (Peugeot, due vittorie)
Kermesse di Marelbeke
Kermesse di Nazareth
  • 1971 (Molteni, due vittorie)
Criterium di Herstal
Kermesse di Geetbets

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

1964: fuori tempo massimo (alla 7ª tappa)
1965: fuori tempo massimo (alla 11ª tappa)
1966: fuori tempo massimo (alla 17ª tappa)
1970: ritirato (alla ? tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1964: 5º
1965: 18º
1967: 5º
1968: 25º
1969: 8º
1970: 35º
1973: 121º
1964: 5º
1965: 3º
1966: 20º
1967: 20º
1971: 4º
1963: 44º
1965: 10º
1966: 32º
1967: 24º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Sallanches 1964 - In linea: ritirato

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]