George Stephanopoulos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
George Stephanopoulos alla Tulane University nel 2009

George Robert Stephanopoulos (Fall River, 10 febbraio 1961) è un giornalista statunitense, noto per essere il capo redattore di ABC News e uno degli anchor man di Good Morning America.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

George Stephanopoulos è nato a Fall River, Massachusetts, figlio di Nickolitsa "Nikki" Gloria (nata Chafos) e Robert George Stephanopoulos. Entrambi i genitore sono di origine greca. Il padre è un sacerdote greco-ortodosso e decano emerito della Archdiocesan Cathedral of the Holy Trinity di New York, la madre fu per molti anni responsabile del servizio di informazione della Greek Orthodox Archdiocese of America. Stephanopoulos considerò a lungo un ingresso nel seminario per diventare anch'esso un sacerdote. Nel 1982 si laureò in scienze politiche alla Columbia University compiendo il salutatorian durante la cerimonia di laurea. In seguito ottenne un Master of Arts in Teologia al Balliol College.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Fece parte dello staff di Michael Dukakis durante le Elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America del 1988 in seguito ebbe un ruolo di prim'ordine, assieme a David Wilhelm e James Carville, nelle elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America del 1992. Il suo ruolo nella campagna elettorale è mostrato nel documentario The War Room del 1993. Durante il primo mandato di Bill Clinton (1992-1996) fu portavoce della Casa Bianca nel 1993. Si dimise dallo staff presidenziale nel 1996 subito dopo la vittoria di Clinton alle presidenziali del 1996. Le memorie del suo operato alla Casa Bianca pubblicate nel 1999 nel libro All Too Human: A Political Education conquistarono rapidamente il primo posto del The New York Times Best Seller list.[1]

Dopo aver lasciato la Casa Bianca divenne analista politico per ABC News e corrispondente per il programma This Week sempre nella ABC. Dal 2009 co-conduce Good Morning America assieme a Robin Roberts, Lara Spencer, Ginger Zee e Amy Robach.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) nytimes.com, 28 marzo 1999, http://www.nytimes.com/books/99/03/28/bsp/besthardnonfiction.html. URL consultato il 29 aprile 2015.
  2. ^ (EN) Katie Escherich, George Stephanopoulos Named "Good Morning America" Anchor, in abcnews.go.com, 10 dicembre 2009. URL consultato il 29 aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN45678217 · ISNI: (EN0000 0000 8124 2917 · LCCN: (ENn94024387 · GND: (DE123051169 · BNF: (FRcb14467637b (data)