George Henry Mackenzie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
George Henry Mackenzie

George Henry Mackenzie (North Kessock, 24 marzo 1837New York, 14 aprile 1891) è stato uno scacchista scozzese naturalizzato statunitense.

A 19 anni ottenne il brevetto di luogotenente nel VI reggimento scozzese e fu inviato al Capo di Buona Speranza e poi in India. Tornò in patria dopo due anni col grado di tenente. Nel 1861 diede le dimissioni dall'esercito e si recò a Dublino, dove nel 1862 vinse una sfida ufficiale contro Alexander MacDonnell, vincendola (+6 –3 =2). Nello stesso anno vinse un torneo a handicap a Londra, davanti a Adolf Anderssen.

Nel 1863 si trasferì negli Stati Uniti. Vinse i tornei annuali del New York Chess Club del 1865, 1866, 1867 e 1868.

Altri notevoli successi negli Stati Uniti furono i seguenti:

  • 1869: 1° nel torneo a doppio girone di New York
  • 1871: vince a Cleveland il 2º Congresso americano
  • 1874: vince a Chicago il 3º Congresso americano
  • 1880: vince a New York il 5º Congresso americano

All'epoca il Congresso americano equivaleva, sia pure non ufficialmente, al campionato degli Stati Uniti, per cui Mackenzie è considerato il campione americano del periodo 1871-1889[1].

Tornato per alcuni anni in Europa, partecipò a molti tornei con ottimi risultati:

Il sito[2] gli attribuisce un Elo virtuale di 2712 punti in ottobre del 1882 (3º posto al mondo).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nel 1889 Samuel Lipschütz fu il primo classificato tra i giocatori statunitensi al 6º Congresso americano di New York, succedendo così a Mackenzie come campione nazionale.
  2. ^ Chessmetrics.com

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Chicco, Porreca, Dizionario enciclopedico degli scacchi, Mursia 1971

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]