Geografia del Pakistan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Pakistan è uno stato che confina a ovest con l'Iran, a nord-ovest con l'Afghanistan, a nord-est con la Cina e a sud-est con l'India.

Il territorio è montuoso a nord, dove vi sono i monti dell'Himalaya e la zona è inaccessibile; mentre a sud è prevalentemente pianeggiante, con pianure fertili soprattutto vicino al fiume Indo. Il clima è freddo sulle zone montuose, caldo nel resto dello stato.

La popolazione è di religione musulmana e tende a migrare verso la penisola araba o il Regno Unito; è concentrata in due zone in particolare: il Punjab e il Sindh. Islamabad è la capitale.

L'economia è poco sviluppata, basata sull'agricoltura praticata ancora con tecniche primitive. Si coltivano principalmente: mais, orzo, frumento, canna da zucchero, ecc..

Il sottosuolo è ricco di materie prime quali gas naturale, petrolio, salgemma e carbone. Le industrie scarseggiano e le vie di comunicazione sono insufficienti.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia