Gente (periodico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gente
Logo
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Periodicità settimanale
Genere stampa nazionale
Formato magazine
Fondazione 1957
Sede Milano
Editore Hearst Magazines Italia
Diffusione cartacea 222 674 (settembre 2015)
Direttore Monica Mosca
Sito web
 

Gente - nata con la dicitura di "settimanale di politica, attualità e cultura", ora modificata in "settimanale di attualità" - è tra le più diffuse riviste di attualità italiane.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il periodico fu fondato da Edilio Rusconi nel 1957[1] dopo la sua lunga Direzione del settimanale Oggi. Divenne immediatamente una spina nel fianco di quest'ultimo proponendo la formula già collaudata dallo stesso Rusconi che qui venne esasperata: argomenti d'attualità ampiamente illustrati, contenuti popolareschi, nostalgie monarchiche, le vite favolose dei divi dello spettacolo, del cinema e della televisione, servizi strappalacrime e sui buoni sentimenti. Nel febbraio 1999 Alberto Rusconi, figlio del fondatore, vendette il Gruppo Rusconi, con Gente, al Gruppo francese Hachette, il quale nel 2011 vende a sua volta un importante ramo d'azienda di oltre 100 titoli, tra cui quelli italiani, a Hearst Corporation. Gente è diretta dal 14 novembre 2006 da Monica Mosca ed edita dal Gruppo Editoriale Hearst Magazines Italia.

Direttori di Gente[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione del prezzo
  • 1958-60: 70 lire;
  • 1963-1965: 100 lire;
  • 1966-1967: 120 lire;
  • 1968: 130 lire;
  • 1969-1970: 150 lire;
  • 1971: 180 lire;
  • 1972: 200 lire;
  • 1973-1974: 250 lire;
  • 1975: 300 lire;
  • 1975-1976: 400 lire;
  • 1977-1978: 500 lire;
  • 1979-1980: 600 lire;
  • 1981: 800 lire;
  • 1982-1983: 1000 lire;
  • 1984: 1500 lire;
  • 1985-1986: 1800 lire;
  • 1987: 2000 lire;
  • 1988: 2200 lire;
  • 1989: 2300 lire;
  • 1991: 2500 lire;
  • 1992-1994: 2700 lire;
  • 1994-1995: 2800 lire;
  • 1995-1997: 3000 lire;
  • 1998: 3200 lire;
  • 2001-2003: 3300 lire o 1,7 euro;
  • 2008: 1,9 euro;
  • 2009-2015: 2 euro.

In passato suoi direttori, nell'ordine, furono: Edilio Rusconi, Antonio Terzi, Gilberto Forti (dal 1981 al 1983), Sandro Mayer (dal 1983 al 2003), Umberto Brindani (dal 2004 al 2005) e Pino Aprile (dal 2005 al 2006). Monica Mosca dal 2006

Collaboratori[modifica | modifica wikitesto]

Vi hanno collaborato, o tenuto rubriche, varie personalità della cultura italiana e del giornalismo: Carlo Bo con le recensioni letterarie, Giovanni Bollea, Mario Cervi per l'attualità politica, Maurizio Costanzo come critico cinematografico, il farmacologo Silvio Garattini, Rosanna Lambertucci, don Antonio Mazzi, Alessandro Meluzzi, Ippolito Pizzetti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Catalogo dei periodici italiani 2000, Bibliografica, Milano.
Editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria