Genocidio dell'Anfal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Genocidio dell'Anfal
Iraqi mass grave.jpg
Resti umani ritrovati presso una fossa comune nel Kurdistan iracheno, 15 luglio 2005
TipoGenocidio, Omicidio di massa, Pulizia etnica, Sparizione forzata, Controguerriglia
Data12 marzo 1986-7 giugno 1989 (in senso stretto)
23 febbraio 1988-6 settembre 1988
LuogoKurdistan iracheno
StatoIraq Iraq
Obiettivosterminio dell'opposizione curda
ResponsabiliEsercito iracheno, Ali Hassan al-Majid
MotivazioneSentimento anti-curdo, Arabizzazione, eliminazione dei Peshmerga e dell'insurrezione curda
Conseguenze
Mortitra i 50.000 e i 100.000 morti (secondo Human Rights Watch), alcuni funzionari curdi hanno stimato le vittime in più di 182.000
Campagna di Al-Anfal
parte della Guerra Iran-Iraq e del Conflitto Curdo-iracheno
Data1986-1989 (in senso stretto tra il 23 febbraio e il 6 settembre 1988)
LuogoIraq, Kurdistan iracheno
EsitoGuerriglia indebolita ma non distrutta del tutto
distruzione di 4500 villaggi curdi
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
200.000 uomini3500 uomini
50.000-182.000 civili uccisi
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

Il Genocidio dell'Anfal è stato un Genocidio che ha portato alla morte di 50.000 e 182.000 persone appartenenti all'etnia Curda in Iraq.[1][2][3][4] Tale genocidio è stato compiuto dall'Esercito iracheno di Saddam Hussein durante la Campagna di Al-Anfal (Harakat al-Anfal/Homleh al-Anfal) sotto il comando del generale Ali Hassan al-Majid contro il Kurdistan iracheno nell'Iraq del Nord durante le ultime fasi della Guerra Iran-Iraq.

Il nome della campagna è stato scelto dalla Sura 8 (Al-Anfal) del Corano, che è stata usato come un nome in codice dall'ex regime ba'thista iracheno per indicare una serie di sistematici attacchi contro i guerriglieri curdi nell'Iraq del Nord tra il 1986 e il 1989, con il suo picco nel 1988. La Svezia, la Norvegia, la Corea del Sud e il Regno Unito hanno ufficialmente riconosciuto come un caso di genocidio l'Anfal.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Kurdish Genocide. URL consultato il 4 giugno 2019.
  2. ^ (EN) WHAT HAPPENED IN THE KURDISH GENOCIDE.
  3. ^ (EN) GENOCIDE IN IRAQ, 1993-07. URL consultato il 2 giugno 2019.
  4. ^ (EN) The Crimes of Saddam Hussein By Dave Johns1988 The Anfal Campaign. URL consultato il 2 giugno 2019.
  5. ^ (EN) British Parliament officially recognizes 'Kurdish Genocide', 1º marzo 2013. URL consultato il 2 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2013).
Controllo di autoritàLCCN (ENsh2006006672