Gennaro Santillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gennaro Santillo
Gennaro Santillo.jpg
Gennaro Santillo al Palermo (1937)
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Mediano
Ritirato 1942
Carriera
Squadre di club1
1925-1932Spezia135 (6)
1932-1940Palermo234 (5)
1940-1942Grosseto34 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gennaro Santillo (La Spezia, 1º gennaio 1908Castelvetrano, 13 aprile 1943) è stato un calciatore italiano, di ruolo mediano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gennaro Santillo è nato a La Spezia il 1º gennaio 1908. Fratello maggiore di Umberto, anch'egli calciatore, era conosciuto inoltre come Santillo I. Perì il 13 aprile 1943, a 35 anni, durante la Seconda guerra mondiale, vittima di un mitragliamento aereo in Sicilia.[1] La sua salma giace nel cimitero di Staglieno (GE).[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era un centromediano metodista tra i più completi degli anni trenta.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Santillo I iniziò a giocare nelle giovanili dello Spezia, club della sua città natale, per poi fare parte della prima squadra ligure per sette stagioni, dalla 1925-1926 alla 1931-1932, totalizzando infine 132 presenze nell'odierno campionato di Serie B con 6 reti (la prima rete realizzata al suo primo anno di carriera con una prima squadra nella partita vinta contro l'Astigiani) ed anche una presenza nella Coppa Italia 1926-1927.

Terminata la sua esperienza con gli spezzini, in estate venne ingaggiato dal Palermo, nel frattempo neopromosso storicamente in Serie A per la prima volta, in quella stessa annata, con il quale esordì in massima categoria il 18 settembre del 1932-1933, in Pro Vercelli-Palermo (2-0). Segnò, su rigore, il suo primo gol in maglia rosanero e in massima serie nella partita vinta in trasferta contro il Brescia, nella stagione 1935-1936 che terminò, dopo 4 anni, con la retrocessione. Della squadra siciliana, di cui fu capitano,[2] è considerato uno dei giocatori più rappresentativi di sempre.[3] Concluse l'esperienza con i palermitani dopo essersi svincolato a seguito del loro fallimento societario, avvenuto nel 1940, collezionando, in 8 anni, 234 presenze e 5 gol nei campionati disputati (110 presenze con 1 gol in Serie A nel quadriennio 1932-1936 e 124 presenze con 4 gol in Serie B nel quadriennio 1936-1940), più 4 presenze e una rete in Coppa Italia, per un totale di 238 presenze e 6 reti realizzate.

Chiuse la propria carriera calcistica nel Grosseto, per il biennio successivo 1940-1942, in Serie C, raccogliendo 34 presenze e rigiocando assieme al fratello Umberto dopo gli ultimi anni del periodo a La Spezia.

Fu più volte convocato nella Nazionale di calcio dell'Italia da Vittorio Pozzo.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres
1925-1926 Italia Spezia Seconda Divisione 6 1 - - - - - - - - - 6 1
1926-1927 Prima Divisione 18 1 CI 1 0 - - - - - - 19 1
1927-1928 Prima Divisione 15 2 - - - - - - - - - 15 2
1928-1929 Prima Divisione 22 1 - - - - - - - - - 22 1
1929-1930 B 28 1 - - - - - - - - - 28 1
1930-1931 B 11 0 - - - - - - - - - 11 0
1931-1932 B 32 0 - - - - - - - - - 32 0
Totale Spezia 132 6 1 0 - - - - 133 6
1932-1933 Italia Palermo A 33 0 - - - - - - - - - 33 0
1933-1934 A 34 0 - - - - - - - - - 34 0
1934-1935 A 24 0 - - - - - - - - - 24 0
1935-1936 A 19 1 CI 0 0 - - - - - - 19 1
1936-1937 B 27 0 CI 2 0 - - - - - - 29 0
1937-1938 B 31 2 CI 2 0 - - - - - - 33 2
1938-1939 B 32 1 CI 1 1 - - - - - - 33 2
1939-1940 B 34 1 CI 1 0 - - - - - - 35 1
Totale Palermo 234 5 6 1 - - - - 240 6

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Spezia: 1925-1926
Spezia: 1928-1929

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Commissariato Generale Onoranze Caduti in Guerra Archiviato il 3 dicembre 2013 in Internet Archive. lo si trova cercando Santillo cliccando alla voce "Gennaro" sulla freccia dopo "Spezia", si apre la sua scheda dove sono anche esposti luogo e data di nascita: 1/1/1908 La Spezia.
  2. ^ a b Gennaro Santillo, lo spezzino diventato simbolo del Palermo Cittadellaspezia.com
  3. ^ Giuseppe Bagnati; Vito Maggio; Vincenzo Prestigiacomo, Il Palermo racconta: storie, confessioni e leggende rosanero, Palermo, Grafill, giugno 2004, pp. 24-25, ISBN 88-8207-144-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Gennaro Santillo, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.