Gazebo (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gazebo
Paul Mazzolini Gazebo.jpg
Un primo piano di Gazebo
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Italo disco
Chanson
Periodo di attività musicale1982 – in attività
Album pubblicati11
Studio11
Sito ufficiale

Gazebo, pseudonimo di Paul Mazzolini (Beirut, 18 febbraio 1960), è un cantante, musicista, arrangiatore e produttore discografico italiano, affermatosi negli anni ottanta nel così detto filone musicale della Italo disco[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Beirut in Libano, è figlio di un diplomatico friulano e di una cantante statunitense. Cresce a Roma, dove impara a suonare la chitarra all'età di dieci anni.

Anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera cimentandosi in vari generi musicali, tra cui jazz, rock e punk rock. A seguito dell'incontro con Paul Micioni viene prodotto il singolo Masterpiece che fu brano di grande successo nel 1982[2]; pubblicato inizialmente dall'etichetta indipendente Best Record venne in seguito ristampato dalla Baby Records di Freddy Naggiar che permette al brano, grazie alle divisioni marketing e alle capacità del produttore, di raggiungere gli importanti traguardi che ancora oggi caratterizzano il percorso di questo disco.

Nell'estate del 1983 ancora sotto la guida di Naggiar, Gazebo pubblica proprio con la Baby Records il singolo I Like Chopin scritto insieme a Pierluigi Giombini; il brano rimane in testa alle classifiche europee per settimane e diventerà il maggior successo di Gazebo. Il passo successivo è la pubblicazione dell'album d'esordio omonimo, dal quale verranno estratti i due singoli Lunatic (tra le prime venti posizioni nelle classifiche di molti Paesi europei) e Love in your eyes. Nello stesso anno Gazebo scrive il testo di Dolce vita, destinato a diventare il più grande successo discografico nella carriera di Ryan Paris: la canzone raggiungerà le prime posizioni in classifica in molti Paesi europei.

L'album del 1984, Telephone Mama, non incontra grande favore di pubblico e dopo Univision, terzo album di Gazebo, il cantante comincia la sua carriera di produttore e arrangiatore. I brani I Like Chopin e Dolce Vita sono stati inseriti nella colonna sonora del primo film Vacanze di Natale di Carlo Vanzina, il primo cinepanettone italiano del 1983.

Dagli anni novanta a oggi[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni successivi, Mazzolini ha prodotto altri 6 album, tra i quali la raccolta di successi Portrait & Viewpoint.

Nel 2001 partecipa alla trasmissione La notte vola, gara musicale tra i brani più famosi degli anni ottanta, nella quale presenta I Like Chopin e arriva in finale. Nell'autunno del 2006 lancia il singolo Tears for Galileo che riesce a risalire le classifiche fino ad arrivare al primo posto nell'Euro dance chart. Nel dicembre 2007 sono uscite al seguito di una gara di remix le prime due versioni del singolo Ladies!: l'idea era di mettere a disposizione dei Dj e dei musicisti le tracce vocali, dando loro la possibilità di fare loro le versioni. Sono arrivati oltre 40 remix; le 12 versioni più belle sono poi uscite su iTunes e su CD. Nel 2008 pubblica The Syndrone, l'album che include anche il singolo Virtual Love e che fa segnare il suo ritorno dell'artista sulla scena internazionale.

Nel 2011, distribuito esclusivamente attraverso i negozi digitali, esce Queen of Burlesque. Nel 2013 esce I Like... Live!, 30 anni di carriera in un doppio CD con 21 brani registrato in Europa durante il Syndrone Tour; distribuito online dalla Softworks dal suo sito, il progetto è stato disponibile anche nei grandi stores digitali. Nell'autunno 2015, anticipato dal singolo Blindness, esce l'album Reset che include altri due singoli, la ballad Wet Wings e The Secret. Nel luglio 2017 gli viene conferito il "Grand Prix Corallo Città di Alghero" per gli oltre trent'anni di carriera; vince inoltre a Roma, nell’ambito della manifestazione “Sette Colli”, un riconoscimento speciale grazie al voto di migliaia di persone.

Nell'anno 2018 esce Italo By Numbers[3] dove l'artista reinterpreta i più grandi successi degli anni 80 del panorama musicale italiano e non solo: da Easy Lady di Spagna a Self Control di Raf, passando per Dolce Vita di Ryan Paris di cui è artefice del testo. In questo album Gazebo inserisce un inedito, per la prima volta cantato in italiano: La Divina, che racconta la storia del suo maestro di canto, innamorato della Callas, la Divina appunto; il pezzo è presente anche nella sua versione originale inglese, sempre ad opera di Gazebo, intitolato Untouchable.

Nel film natalizio 2018 di Boldi e De Sica Amici come prima viene inserita Masterpiece nei titoli di testa. Il 22 maggio 2020 pubblica una versione inedita di I Like Chopin dedicata ai medici e infermieri in prima linea per l'emergenza COVID-19[4].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio
  • 1983 - Gazebo
  • 1984 - Telephone Mama
  • 1986 - Univision
  • 1988 - The Rainbow Tales
  • 1989 - Sweet Life
  • 1991 - Scenes From The News Broadcast
  • 1994 - Portrait
  • 1997 - Viewpoint
  • 2000 - Portrait & Viewpoint
  • 2007 - Ladies! The Art Of Remixage
  • 2008 - The Syndrone
  • 2013 - I Like... Live!
  • 2015 - Reset
  • 2018 - Italo by Numbers
Singoli
  • 1982 - Masterpiece/Masterpiece (instrumental)
  • 1983 - I like Chopin/I like Chopin (instrumental)
  • 1983 - Lunatic/Lunatic (instrumental)
  • 1983 - Love in your eyes/Love in your eyes (instrumental)
  • 1984 - Telephone mama/Strategy
  • 1984 - First
  • 1984 - For Anita
  • 1986 - Trotsky burger/Trotsky burger (instrumental)
  • 1986 - Sun goes down on Milkyway/Pain
  • 1987 - Give me one day.../Diamonds are forever
  • 1988 - Coincidence
  • 1989 - Dolce Vita
  • 1991 - Fire
  • 1991 - The 14th of July
  • 1991 - I like Chopin 91 (remix)
  • 2000 - Masterpiece 2K (remix)
  • 2006 - Tears for Galileo
  • 2007 - Ladies!
  • 2008 - Virtual love
  • 2011 - Queen of Burlesque
  • 2015 - Blindness
Videoclip
  • 1982 - Masterpiece
  • 1983 - I like Chopin
  • 1983 - Lunatic
  • 1984 - Telephone mama
  • 2008 - Tears For Galileo
  • 2008 - Virtual love
  • 2011 - Queen of Burlesque
  • 2015 - Blindness
  • 2015-2016 - Yell it Away (The Secret)
  • 2015-2016 - Wet Wings
  • 2015-2017 - Europa
  • 2017 - The Fourteenth Of July

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Strani Ritmi - La storia del dj Marco Trani" (2014)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gazebo e la Italo Disco, su ilgiornale.it. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  2. ^ Gli anni 80 di Gazebo, su napoli.repubblica.it. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  3. ^ Gazebo presenta il nuovo disco, su rockol.it. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  4. ^ (VIDEO) Coronavirus, Gazebo canta 'I Like Chopin' per medici e infermieri in prima linea, su larampa.it. URL consultato il 22 maggio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN57688834 · ISNI (EN0000 0000 7828 8615 · Europeana agent/base/70238 · LCCN (ENno2007002855 · GND (DE129322733 · BNF (FRcb13894363h (data) · BNE (ESXX972323 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2007002855