Gaudenzio di Brescia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Gaudenzio di Brescia
Maestro dell'ancona barbavara, san gaudenzio, 1390-1400 ca..JPG
San Gaudenzio,
Maestro dell'ancona Barbavara (1390-1400 ca)

Vescovo

Nascita Brescia, ?
Morte ?, 410
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 25 ottobre
Attributi bastone pastorale
San Gaudenzio
Girolamo Romanino

Gaudenzio (Brescia, ... – 410) fu vescovo di Brescia dal 387 al 410, viene venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Teologo ed autore di molti scritti, quando morì san Filastrio il popolo di Brescia lo elesse vescovo, contro la sua volontà: per questo si trasferì in Terrasanta.[1] Fu consacrato da sant'Ambrogio nel 387.

Venerazione[modifica | modifica wikitesto]

I resti di Gaudenzio si trovano in San Giovanni a Brescia, presso il sito del Concilium Sanctorum.

È dipinto spesso su pale d'altare in Brescia, da autori famosi quali il Moretto, Savoldo, ed il Romanino.

La memoria del santo è fissata al 25 ottobre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN100286172 · ISNI (EN0000 0001 0803 9223 · LCCN (ENnr98008106 · GND (DE100139736 · BNF (FRcb12300382z (data) · CERL cnp01053800