Gated community

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Entrata al "Paradise Village Grand Marina Villas", a Nuevo Vallarta, nel Nayarit, stato del Messico.

Con il termine inglese gated community (o walled community) si definisce una tipologia di modello residenziale auto-segregativa[1], spesso recintata, formata da gruppi di residenze esclusive e con accesso sorvegliato.

La gated community si configura come enclave, avendo caratteristiche molto differenti rispetto a ciò che la circonda[2]. All’interno della gated community vi sono abitazioni di lusso e aree comuni, ad esempio parchi o piscine oppure, nel caso la community sia più grande o prestigiosa, servizi di uso quotidiano, ad esempio ristoranti, bar o scuole, grazie ai quali i residenti possono svolgere la maggior parte delle attività quotidiane senza uscire all'esterno.

Le gated community si sono iniziate a diffondere ampiamente negli Stati Uniti, per poi espandersi in tutto il mondo e in special modo in paesi come Argentina, dove sono chiamate barrios privados o countries, in Brasile dove sono chiamate condominios fechados[2], in Cina, India, Messico, Australia, Nuova Zelanda e Sudafrica. Si possono trovare anche in Europa e in Italia.[3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le gated community sorgono generalmente in contesti urbani, ma solitamente è impedito l’accesso o il transito a chi non vi sia residente o che non sia stato invitato a entrare da un residente.

La chiusura dell’area rispetto all’esterno è realizzata mediante sistemi di recinzione (muri, inferriate, canali o altri dispositivi), vigilati e presidiati a ciclo continuo da operatori di polizia privata anche attraverso l’uso delle tecnologie più sofisticate.

In base alle sue dimensioni e al livello del suo prestigio, una gated community offre diversi servizi. I più comuni sono:

La principale caratteristica attrattiva delle gated community è il senso di protezione che offrono attraverso la separazione dal resto del tessuto urbano: questo fenomeno evidenzia la sfiducia verso il livello di sicurezza garantito dal sistema pubblico.

Le gated community sono un fenomeno frequente specialmente negli Stati aventi un elevato coefficiente di Gini: in Messico, a causa delle forti disparità economiche, vi è la più alta percentuale di residenti all’interno di tali comunità.

In paesi come il Sudafrica, le gated community hanno avuto grande successo perché riescono a contrastare criminalità e fenomeni di squatting. In Cina sono molto diffuse soprattutto nella regione del Delta del Fiume delle Perle e intorno a Pechino, dove le residenze vengono acquistate molto spesso da cinesi residenti all’estero, cittadini di Hong Kong e nuovi ricchi. In Arabia Saudita, Paese che ha subito anche diversi atti terroristici, sono invece edificate per alloggiare separatamente gli occidentali con le loro famiglie.[2].

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Borgo di Vione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Cascina Vione.

Dal punto di vista amministrativo, Borgo di Vione è una frazione del Comune di Basiglio, piccolo Comune dell'hinterland milanese che ogni anno si contende con Portofino il primato di città più ricca d'Italia.

Nel 1080 nel luogo si trovava una grangia abitata e gestita dai monaci cistercensi; nel 1700 è documentata una cascina.[4] La gated community è stata inaugurata nel 2011.

I residenti hanno a disposizione una palestra, uno stabilimento termale, una grotta di sale, uno zoo didattico, una sala ricreativa, una piscina alimentata con acqua di falda, un giardino settecentesco, un kindergarten e aree giochi per i bambini. È presente una piccola chiesa interna risalente al 1100, in cui vengono celebrati matrimoni e battesimi: ogni mattina al suo interno un pianoforte automatico suona la musica per tutti i residenti della comunità.

Per garantire la sicurezza all'ingresso è presente il custode 24 ore su 24; il borgo è videosorvegliato da 20 telecamere e sensori volumetrici collocati sul perimetro. Per favorire la tranquillità dei residenti è stata spostata la strada provinciale che prima costeggiava il borgo.

Adiacenti al borgo vi sono un ristorante prestigioso e una sala mostra ottenuta dalla conversione di un vecchio mulino, i clienti esterni non possono comunque accedere all'area dei residenti.[5]

Situato nel cuore della pianura di Basiglio, Borgo di Vione si trova a Sud di Milano, a 20 minuti dal centro città. La dimensione dell'area residenziale è di circa 25000 metri quadri, suddivisi in 3 lotti, per un totale di circa 130 unità abitative aventi metrature che vanno dai 60 ai 300 mq. Vi sono poi quasi 100000 mq di area verde e 1000 mq di uffici e servizi. Borgo di Vione è infine circondato da un parco di circa 330 ettari.[6]

Olgiata, Roma[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Olgiata.

Comprensorio delimitato, al cui interno sono edificate ville abitate da persone facoltose, con accesso monitorato 24 ore su 24 dal servizio di vigilanza.[7]

Roccamare, Castiglione della Pescaia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Roccamare.

Complesso di ville di lusso a pochi passi dal mare; nel corso del tempo è stata abitata o frequentata per le vacanze estive da numerosi VIP.[8]

Albarella, Rosolina[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Isola di Albarella.

Isola privata situata nel veneziano, nella quale sono stati effettuati investimenti per renderla una meta turistica di lusso. L'isola è accessibile solo avendo il permesso.[9]

Rosa Marina, Ostuni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Rosa Marina.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe Dematteis, Lanza Le città del mondo. Una geografia urbana, p. 205
  2. ^ a b c gated community, su treccani.it.
  3. ^ Giuseppe Dematteis, Lanza Le città del mondo. Una geografia urbana, pp. 203-204
  4. ^ Cascina Vione: la prima gated community, su viaggi.corriere.it.
  5. ^ Com'è vivere in una gated community: siamo entrati in uno dei quartieri "blindati" d'Italia, su news.vice.com.
  6. ^ Un borgo secolare fortificato trasformato in città blindata, su edilia2000.it.
  7. ^ La Villa dell'Olgiata, luogo idillico, su davinotti.com.
  8. ^ Castiglione, la formula? Natura e sapori familiari, su firenze.repubblica.it.
  9. ^ Presentazione - Case Albarella, su casealbarella.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Dematteis e Carla Lanza, Le città del mondo. Una geografia urbana, Novara, De Agostini Scuola SpA, 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh97005542 · GND (DE4545083-3 · BNF (FRcb14476857g (data)