Gastrodia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gastrodia
Gastrodia elata 3.JPG
Gastrodia elata
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Liliidae
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Epidendroideae
Tribù Gastrodieae
Genere Gastrodia
R.Br., 1810
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Monocotiledoni
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Specie

Gastrodia R.Br., 1810 è un genere di orchidee della sottofamiglia Epidendroideae (tribù Gastrodieae[1]).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende orchidee terrestri, micoeterotrofiche, prive di foglie.[2]

Sono dotate di un rizoma orizzontale, tuberoso, cilindrico, talora leggermente coralloide.

L'infiorescenza è eretta, terminale, di colore dal giallo al bruno. I sepali e i tepali sono fusi a formare una struttura tubulare aperta all'apice; il labello presenta un ginostemio colonnare, con due pollinii, granulari, friabili, privi di caudicola.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il genere è diffuso in Asia (Cina, estremo oriente della Russia, Giappone, Corea, sudest asiatico e subcontinente indiano), Australia, Nuova Zelanda, Africa tropicale, e in varie isole dell'oceano Pacifico e dell'Oceano Indiano, tra cui il Madagascar.[3]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende le seguenti specie:[4] [5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Chase M.W., Freudenstein J.F. & Cameron K.M., DNA Data and Orchidaceae systematics: a new phylogenetic classification, in K. W. Dixon, S. P. Kell, R. L. Barrett, & P. J. Cribb (eds.), Orchid Conservation, Kota Kinabalu, Sabah, Natural History Publications, 2003, pp. 69-89.
  2. ^ (EN) Chen X., Gale S.W., Cribb P.J., Gastrodia, Flora of China. URL consultato il 10 agosto 2019.
  3. ^ (EN) Gastrodia, in World Checklist of Orchidaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 10 agosto 2019.
  4. ^ (EN) Gastrodia, in The Plant List. URL consultato il 6 agosto 2019.
  5. ^ Chase et al. 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Chase M.W., Cameron K.M., Freudenstein J.V., Pridgeon A.M., Salazar G., van den Berg C. & Schuiteman A., An updated classification of Orchidaceae (PDF), in Botanical Journal of the Linnean Society, 177 (2), 2015, pp. 151-174.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica