Gastrina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
La cellula G è visibile in basso a sinistra, e la gastrina è indicata da due frecce nere che partono dalla cellula.

La gastrina è un ormone peptidico presente nella mucosa protettiva dello stomaco, la cui funzione principale è regolare la secrezione gastrica.

Esistono diverse isoforme di gastrina, le quali si differenziano per sede di produzione, velocità di turnover, potenza d'azione e catena aminoacidica, ma tutte hanno in comune la sequenza pentapeptidica terminale, la quale è quindi la responsabile della sua funzione biologica.

Tale funzione è quella di stimolare le cellule ossintiche delle ghiandole gastriche a produrre e secernere acido cloridrico. Inoltre stimola la produzione di pepsinogeno da parte delle cellule principali della stessa ghiandola (ma non è ancora chiaro se direttamente o indirettamente previa produzione di acido cloridrico).

Altra funzione della gastrina è la regolazione dello sfintere pilorico, con la diminuzione del tono dello stesso. Tale funzione sembrerebbe avere un ruolo nell'eziopatogenesi dell'ulcera gastrica, poiché al rilascio dello sfintere pilorico segue il reflusso duodeno-gastrico, i cui acidi biliari riducono notoriamente la capacità della mucosa gastrica di produrre il bicarbonato (che normalmente protegge la mucosa dagli acidi).

La gastrina è prodotta dalle cellule G presenti nella mucosa pilorica dello stomaco e nella parte prossimale del tenue. Gli stimoli alla sua produzione possono essere di natura meccanica (cioè la distensione delle pareti dello stomaco) o di natura chimica, ad opera di peptidi (per es., il Peptide di rilascio della gastrina), aminoacidi, alcool o un ambiente intragastrico troppo basico.

Genetica[modifica | modifica sorgente]

Il gene GAS è localizzato sul braccio lungo del Cromosoma 17 (17q21).

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina