Ganglio di Gasser

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Ganglio di Gasser
Gray776.png
Innervazione di occhio e annessi, veduta dall'alto, si osserva il ganglio di Gasser
Anatomia del Gray Pagina 886
Identificatori
MeSH
A08.340.390.850
TA A14.2.01.014
FMA 52618

Nell'anatomia umana il ganglio di Gasser, detto anche ganglio semilunare del Gasser è un ganglio del nervo trigemino che porta il nome del suo scopritore Johann Lorenz Gasser.

Anatomia[modifica | modifica wikitesto]

Si ritrova nella fossa cranica media presso l'apice della piramide del temporale in un recesso costituito da dura madre detto "cavo del Meckel".

Dal ganglio partono 3 branche (o rami) periferiche:

  • Branca oftalmica (o superiore)
  • Branca mascellare (o medio), che innerva parte della cute del viso (labbro superiore, guance)
  • Branca mandibolare (o inferiore)

Ma in realtà già nel Meckel le fibre del trigemino si dividono in tre: per tal motivo il Gasser è da considerarsi l'insieme di tre gangli.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Frank H. Netter, Atlante di anatomia umana, terza edizione, Elsevier Masson, 2007, ISBN 978-88-214-2976-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]