Gamzat-bek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gamzat-bek (in russo: Гамзат-бек?; Hamza-Bek, 17891º ottobre 1834) è stato un imam russo.

È stato il secondo imam del Daghestan, che è succeduto a Ghazi Mullah alla sua morte nel 1832. Gamzat-bek era figlio di un Bey avaro e studiò sotto la supervisione di predicatori musulmani, per poi diventare un appassionato seguace di un ordine sufi.

Nel mese di agosto 1834, Gamzat-bek lanciò un attacco contro dei khan avari, sostenitori del governo russo ed ostili verso il sufismo; dopo essere riuscito a catturare la capitale Khunzakh, giustiziò la regnante Pakhubike ed i suoi figli e passò i successivi diciotto mesi a lottare attivamente contro i russi.

Venne ucciso da una cospirazione di sostenitori dei khan avari (della cui faceva parte Hadji Murad); dopo la sua morte, il suo posto venne preso dall'imam Shamil, che divenne il terzo imam del Daghestan (Imamato del Caucaso).

Controllo di autoritàVIAF: (EN8598311 · GND: (DE134193113